Libero

traumaneri

  • Uomo
  • 58
  • Roma
Toro

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: 11 luglio

Amici 1

Ultime visite

Visite al Profilo 31.757

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita traumaneri a scrivere un Post!

Mi descrivo

" In tempi come questi la fuga è l'unico mezzo per mantenersi vivi e continuare a sognare " Henri Laborit ............

Su di me

Situazione sentimentale

sposato/a

Lingue conosciute

-

I miei pregi

1.000 idee...chi si ferma è perduto ! No metodico... Altruista...

I miei difetti

Un poco permaloso, fumo e mi mangio le unghie

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. mare e montagna .... in qualsiasi situazione
  2. viaggiare .... anche con la sola mente
  3. disegnare, e la spensieratezza

Tre cose che odio

  1. la maleducazione
  2. l'ignoranza ..... no nel sapere
  3. le chiacchiere inutili

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Avventura

Vacanze Ko!

  • Tour organizzato
  • Passioni

    • Lettura
    • Musica
    • Sport

    Musica

    • Jazz
    • Blues

    Cucina

    • Piatti italiani

    Libri

    • Diari di viaggio
    • Storici

    Sport

    • Vela
    • Sci
    • Nuoto

    Film

    • Azione
    • Commedia

    Libro preferito

    Il visconte dimezzato - Italo Calvino

    Meta dei sogni

    Australia e Nuova Zelanda, Atolli del Pacifico

    Film preferito

    Into the Wild di Sean Penn - Mediterraneo di Gabriele Salvatores

    mareggiata



    "Se non potete essere una via maestra, siate un sentiero. Se non potete essere il sole, siate una stella. Cercate di essere sempre il meglio di qualunque cosa siete"

    "Un giorno la paura bussò alla porta, il coraggio si alzò e andò ad aprire e vide che non c'era nessuno"    Martin Luther King  

    Mare Blindato

    Latitudine :  33° 07' 20" Nord - Longitudine : 035° 08' 00" Est


     

    Questo salto ci fa individuare la costellazione di Orione caratterizzata anche dalla famosa cintura (che giace circa sull'equatore celeste). Betelgeuse (rossa) e Rigel (blu) sono le sue due stelle più luminose. Al suo "interno" ha anche una grande nebulosa, la M42 chiamata anche Nebulosa di Orione e visibile facilmente con un binocolo. Partendo dalla cintura si individuano facilmente Aldebaran della costellazione del Toro e Sirio della costellazione del Cane maggiore.

    trovare Stella Polare - condizionii meteo

     

    " il marinaio che non sa dove andare, non avrà mai il vento a favore "

                                                                                              Seneca

    " un amico puoi conoscerlo una vita per poi accorgerti che non lo è in un secondo e puoi conoscerlo in un secondo per capire che lo rimarrà per tutta la vita....."

    .----

     

    La Vela





    LA VELA E' UN DONO DEL SIGNORE :

    IL GIORNO IN CUI VE NE AMMALERETE, RINGRAZIATELO;
    POCHI AL MONDO AVRANNO MOMENTI PIU' PULITI E LIBERI.

    SARETE DANNATI DALLA FATICA, SPERERETE PER ORE UN ATTIMO DI VENTO,
    FARETE BAGNI FUORI STAGIONE E AVRETE LE MANI SCORTICATE.

    MA UN GIORNO DI VELA VI SEMBRA' UN COMPENSO ANCHE TROPPO ALTO,
    PERCHE' VI FARA' TOCCARE DA UN SENTIMENTO NUOVO:

    LA GIOIA

    Autore Ignoto
     

    Desiderio

    " Se esprimi un desiderio è perché hai visto una stella cadere ... Se vedi una stella cadere è perché stai guardando il cielo ... Se stai guardando il cielo è perché credi ancora in qualcosa ..."
           Bob Marley

    La sfera celeste

    Non percependo le diverse distanze che ci separano dai corpi celesti tutti questi appaiono proiettati su di una superficie sferica di raggio infinitamente grande al cui centro si trova la Terra, il nostro punto d'osservazione.

    • Zenit - il punto in cui la verticale del luogo d'osservazione (la direzione del filo a piombo) incontra la volta celeste;
    • Nadir - l'opposto dello zenit;
    • Meridiano celeste - il cerchio massimo passante per lo zenit, il nadir ed i poli celesti, che non è altro che la corrispondente proiezione del meridiano geografico, uno dei circoli massimi delle coordinate terrestri;
    • Punto di Mezzocielo - l'intersezione del meridiano celeste con l'equatore celeste;
    • Orizzonte Astronomico - l'intersezione del piano tangente al luogo di osservazione con la sfera celeste che incrociando a sua volta il meridiano e l'equatore crea rispettivamente i punti cardinali Nord/Sud ed Est/Ovest;
    • Linea Meridiana - la retta che congiunge i punti cardinali Nord e Sud.

    C.T. Ardito ...

    Cacciatorpediniere Ardito - 22 mesi di imbarco - Navigato 58.662 Miglia Marine

    Il suo motto: NIHIL OBEST - NULLA PUO' FERMARMI

    Per saperne di più:

    //www.naveardito.it/Cenni%20di%20Storia/Cenni%20di%20Storia.htm

    Rosa dei Venti

    La rosa dei venti raffigura i quattro punti cardinali principali (nord, sud, est e ovest), con altrettanti quattro punti intermedi che determinano le seguenti altre direzioni: nord-est, sud-est, sud-ovest e nord-ovest.
    A questi otto punti (i quattro principali e i quattro intermedi), e' possibile raffigurarne altri otto intermedi: nord-nord-est (NNE), est-nord-est (ENE), est-sud-est (ESE), sud-sud-est (SSE), sud-sud-ovest (SSO), ovest-sud-ovest (OSO), ovest-nord-ovest (ONO), nord-nord-ovest (NNO).
    Tutto sara' piu' chiaro vedendo l'immagine della rosa dei venti a centro pagina.

    La rosa dei venti classifica i venti a seconda della loro provenienza.
    Se infatti immaginiamo la rosa centrata sull'isola di Zante (quella del Foscolo per intenderci, sita a Sud-Est dell'Italia, vicino alla costa greca che si affaccia sul Mar Jonio), scopriamo che a Nord-Est c'e' la Grecia (da cui proviene appunto il vento Grecale), a Sud-Est la Siria (da cui proviene appunto il vento Scirocco), a Sud-Ovest la Libia (da cui proviene appunto il vento Libeccio) e a Nord-Ovest Roma (da Roma "caput mundi" da cui proviene appunto il vento Maestrale che guarda caso significa "maestro dei venti").
    Con questo metodo sara' piu' facile ricordare i nomi dei venti e la loro provenienza.

    Questi i principali venti:
    tramontana, grecale, levante, scirocco, ostro (o mezzogiorno o austro), libeccio, ponente, maestrale.


    Carteggio nautico

    Il carteggio è un termine nautico che indica l'uso di carte nautiche (su supporto cartaceo) raffiguranti la zona di mare che si intende solcare, esso permette di individuare la rotta ideale e di risolvere i vari problemi inerenti la navigazione.

    Dati come punti fissi il luogo di partenza e quello di arrivo (corrispondenti ad una retta = rotta ideale) il carteggio è quell'insieme di calcoli e scelte che portano ad individuare e programmare le deviazioni obbligatorie.

    Il navigante dovrà attenersi alla rotta così calcolata, discostandosi dalla rotta ideale, per evitare eventuali ostacoli fissi o correggere errori di rotta dovuti a forze esterne (vento e/o correnti marine).

    Coordinate .... Latitudine Longitudine

    Ogni punto della superficie terrestre può essere univocamente individuato da una coppia di coordinate: la latitudine, che definisce la distanza angolare di un punto dall'equatore, e la longitudine, che definisce la distanza angolare di un punto dal primo meridiano: per convenzione, tale meridiano è quello che passa per l'osservatorio inglese di Greenwich. I paralleli e i meridiani rappresentano le linee che uniscono tutti i punti della superficie terrestre situati rispettivamente alla stessa latitudine o longitudine. I paralleli sono circonferenze di raggio variabile poste orizzontalmente sulla superficie terrestre; i meridiani, invece, sono una serie di circonferenze uguali che si intersecano in corrispondenza dei poli.


     

    Comunicare ... ALFABETO MORSE


    IL CODICE MORSE

    Il codice Morse fu inventato da Samuel Finley Breese Morse nel 1836. È formato da combinazioni di segnali lunghi e brevi ("linea" e "punto") con cui si rappresentano tutti numeri e le lettere dell'alfabeto. Punti e linee si possono riprodurre vocalmente usando la sillaba TI per i punti e la sillaba TA per le linee.

    Usato inizialmente per la telegrafia a filo, il codice Morse è stato successivamente adottato per la radiotelegrafia. Utilizzato normalmente fino a pochi anni fa per le comunicazioni, oggi "sopravvive" solo in parte nel campo militare e amatoriale.

    L'abbreviazione in codice Morse più conosciuta è senz'altro l'SOS ( TI-TI-TI   TA-TA-TA   TI-TI-TI ).

    TRASMISSIONE A LAMPI DI LUCE - MARINA MILITARE ITALIANA

      

    Comunicare ... ALFABETO SEMAFORICO

    L'alfabeto semaforico è una segnalazione più veloce e meno faticosa dell'alfabeto morse, a differenza di questo però può essere trasmesso quasi solamente con le bandierine. Gli svantaggi dell'alfabeto semaforico sono la massima distanza con cui si può comunicare, che non supera i 200 o 300 m, perché altrimenti sarebbe poco visibile, ed i simboli sono più difficili da imparare rispetto al morse, perché le lettere sono formate mettendo le braccia ad angoli diversi, e bisogna far attenzione a non sovrapporre le bandierine altrimenti il messaggio potrebbe essere frainteso.

    A differenza del morse, per i numeri non esistono posizioni particolari. Infatti i numeri si trasmettono come delle lettere, si usano le lettere dalla A alla I, e la K che fa da zero. Per indicare l'inizio di una trasmissione di numeri, si utilizza prima un segnale convenzionale, e un altro per indicare la ripresa del messaggio in lettere (la lettera J).

    ..........

    « Galleggiando a lungo in oceani deserti
    ho fatto del mio meglio per sorridere
    finché i tuoi occhi melodiosi e le tue dita
    mi attirarono affettuosamente alla tua isola
    e tu cantasti
    naviga da me
    naviga da me
    lascia che ti avvolga
    Sono qui
    Sono qui
    aspettando di possederti... 
    »

    Nodo

    Sailing


    Sestante

    Un sestante è uno strumento utilizzato per misurare l'angolo di elevazione di un oggetto celeste sopra l'orizzonte. Tecnicamente la misura si effettua facendo collimare l'oggetto con l'orizzonte. La data e l'angolo di misura sono utilizzati per calcolare una specifica posizione su una mappa nautica o aeronautica, e si usa per esempio traguardando a mezzogiorno il sole per individuare la latitudine.

    La scala di un sestante è di 60°, pari ad 1/6 di circonferenza; è da qui che deriva il suo nome, mentre un ottante, invece, è un dispositivo simile, ma dispone di una scala più piccola pari ad 1/8 di circonferenza, o 45°.

    Il miglio marino 1.852 mt

    Il Miglio marino

    Il miglio marino o più precisamente il miglio nautico internazionale, è l’unità di misura delle distanze sulle carte nautiche (lat. Long.), esso misura 1851,85 metri arrotondati a 1852 m, si indica indifferentemente con le sigle mg, M o nm.

    Un primo (’) è uguale a un miglio, la sua origine deriva da questo calcolo approssimando la terra ad una sfera:

    Circolo massimo (un qualsiasi meridiano o l’equatore) misura 40.000 Km che equivalgono a 360°; 360° moltiplicati a 60′ (primi) equivalgono a 21.600′; quindi se dividiamo 40.000 / 21.600 = 1,85185 Km (1851,85 m).

    Ma la terra non è una sfera perfetta, ma un’ellissoide schiacciata ai poli, quindi in realtà lungo un meridiano un primo di Lat. equivale ad un miglio marino solo alla latitudine di 45°, per diventare un po più lungo verso i poli ed un po più corto verso l’equatore.

    Gassa d'Amante

    La vela

    Una vela è una superficie intesa a generare spinta quando su essa agisce il vento. Il principio di funzionamento è identico a quello di un'ala orientata verticalmente.

    La forma della vela influenza la spinta; variazione nella forma della vela possono essere ottenute agendo sulle manovre di un'imbarcazione e vengono indicate con gli aggettivi magro e grasso, indicando nell'ordine una vela con minore o maggiore portanza.

    Nodo Prusik

    Coordinate equatoriali

    Il mare .....

    " Il mare è qualcosa che non puoi fermare, il suo interno è come una grande madre, ogni onda è un messaggio che parte dal centro del mondo ed arriva sulle sponde della terra.
    Il mare è movimento, il continuo andare delle cose, puoi provare ad arrestarlo ma costruisci solo barricate contro l'impossibile. "     (l. bassanese)

    Nodi

     

    Il mare ....

    Mi sono seduto davanti a te e ti ho sentito parlare.

    In silenzio ho voluto ascoltare quello che mi volevi comunicare.

    Le onde alte, il tuo letto agitato mi hanno fatto capire che eri arrabbiato.

    E a lungo ti ho ascoltato.

    Asola del Pescatore


    La Bussola . ----

    La bussola è uno strumento per l'individuazione dei punti cardinali. È provvista di un ago calamitato che, libero di girare su di un perno, ha la proprietà di allinearsi lungo le linee magnetiche del campo terrestre indicando così la direzione nord-sud (entro i limiti d'errore dovuti alla declinazione magnetica).

    ..---

    L'uso della bussola è fondamentale in mare aperto, in vasti spazi, dove non ci siano punti di riferimento, così come in presenza di riferimenti per localizzarsi goniometricamente rispetto ad essi. Utilizzata con un orologio ed un sestante è possibile avere a disposizione un accuratissimo sistema di navigazione. Questo strumento ha migliorato la navigazione facilitando i commerci marittimi e i viaggi per mare rendendoli più sicuri ed efficienti.

    Alla bussola può essere associata una meridiana che permette di conoscere l'ora solare durante il giorno, semplicemente osservando l'ombra prodotta dalla barra, perpendicolare all'ago, dopo che quest'ultimo si è posizionato verso Nord.

    Link Preferiti

    , , , , , , , , , , , , ,