Libero

trilly_esse

  • Donna
  • 94
  • Zora - Le città invisibili
Gemelli

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: 2 ore fa

Ultime visite

Visite al Profilo 3.517

Bacheca

Mi descrivo

Leggendo più che comprendere faccio scioccamente parte della dolcezza d'essere. Leggo per abitare scrivo per traslocare. (Chandra Livia Candiani)

Su di me

Situazione sentimentale

fidanzato/a

Lingue conosciute

Inglese, Francese, Greco

I miei pregi

tutto

I miei difetti

tutto

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. l'alba
  2. il mio lavoro
  3. la meraviglia

Tre cose che odio

  1. pregiudizi e prevaricazioni
  2. MariaStella Gelmini
  3. i luoghi comuni

I miei interessi

Passioni

  • Cinema
  • Arte
  • Lettura
  • Musica
  • Viaggi

Musica

  • Rock
  • Pop
  • Punk
  • Classica

Libri

  • Narrativa
  • Classici
  • Avventura
  • Fumetti
  • Saggi

Sport

  • Pallavolo

Film

  • Classici
  • Commedia
  • Storico
  • Biografico
  • Avventura

Libro preferito

Ogni giorno - Leviathan (troppi libri da leggere, troppo poco tempo per leggerli tutti!)

Meta dei sogni

Canada, Australia e Nuova Zelanda

Film preferito

Into the wild - La leggenda del pianista sull'oceano - Colazione da Tiffany - Elizabethtown

E poi sovrapponevano il battito cardiaco

è una legge non scritta: chi vuol starmi vicino deve assumersi la responsabilità della mia anima. Perchè qualunque idiota può capire come sia facile uccidermi. Uno sguardo ben mirato basterebbe.

I don't want to own anything until I find a place where me and things go together. I'm not sure where that is but I know what it is like. It's like Tiffany's.

Gli erano entrate negli occhi, quelle due immagini, come l'istantanea percezione di una felicità assoluta e incondizionata. Se le sarebbe portate dietro per sempre. Perché è così che ti frega, la vita.
Ti piglia quando hai ancora l'anima addormentata e ti semina dentro un'immagine,
o un odore, o un suono che poi non te lo togli più.
E quella lì era la felicità.
Lo scopri dopo, quand'è troppo tardi.
E già sei, per sempre, un esule: a migliaia di chilometri da quell'immagine,
da quel suono, da quell'odore.
Alla deriva.



, , , , , , , , , , , , ,