Libero

tropporumorepernulla

  • Uomo
  • 48
  • Nessuna
Bilancia

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: 12 maggio

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita tropporumorepernulla a scrivere un Post!

Mi descrivo

Selettivo e per scelta poco tollerante (con molti, ma non con tutti), molto riservato, emotivo ed il più delle volte impulsivo, poi... mutevole, di animo inquieto, controverso, ieratico; non so non essere serio, anche quando scherzo... evitatemi, non sono una persona gradevole.

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

-

I miei pregi

-

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. l'istinto, la verità, l'arte, il genio
  2. la capacità di sentire ciò che non si sarebbe
  3. mai immaginato di comprendere...

Tre cose che odio

  1. il ridicolo senso di euforia nel credere
  2. di muovere i fili...
  3. monarchi, gerarchi e falsi massoni

lo non sono di nessuna epoca e di nessun luogo; al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza e se mi immergo nel mio pensiero rifacendo il corso degli anni, se proietto il mio spirito verso un modo di vivere lontano da colui che voi percepite, io divento colui che desidero. Partecipando coscientemente all'essere assoluto, regolo la mia azione secondo il meglio che mi circonda. Il mio nome è quello della mia funzione e lo scelgo, così come scelgo la mia funzione, perché sono libero; il mio paese è quello dove fermo momentaneamente i miei passi. Mettete la data di ieri, se volete o riuscendovi, quella di domani o degli anni passati, per l'orgoglio illusorio di una grandezza che non sarà forse mai vostra. lo sono colui che è.

«Non sospirate più, donne. Non sospirate;

Da sempre gli uomini sono ingannatori.

Con un piede in due staffe,

A nulla rimangono costanti.

Cessate dunque di lamentarvi così

E lasciateli andare.

Siate serene e felici

Mutando i vostri canti di dolore

in un gioioso trallallerollalà.»

L'inferno è vuoto,
E tutti i diavoli sono qui.

William Shakespeare
(Atto I, Scena II)

L'uomo più felice è quello che è in grado di collegare la fine della sua vita con l'inizio di essa.

W. GOETHE

Non esiste il Vero, ma il pensiero che pensa.
Non esiste il Bene, ma la volontà morale.
Non esiste il Bello, ma l'attività poetica e artistica.

, , , , , , , , , , , , ,