Libero

umbertosalerno

  • Uomo
  • 60
  • San Giorgio del Sannio
Cancro

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Visite al Profilo 13.416

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita umbertosalerno a scrivere un Post!

Mi descrivo

Amo la natura, la vita all'aria aperta e la semplicità. Più vivi in modo "complesso" più ti allontani dal piacere della vita. Se vuoi goderti la vita, devi andare piano!

Su di me

Situazione sentimentale

sposato/a

Lingue conosciute

-

I miei pregi

a trovarli, qualcuno c\'è

I miei difetti

sono tanti

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. fare per hobby le previsioni meteo nella mia zona
  2. coltivare e mangiare il peperoncino
  3. leggere i vecchi libri gialli di Agatha Christie

Tre cose che odio

  1. ogni tipo di guerra, compreso quella quotidiana
  2. presunzione-bugie-ignoranza-arroganza
  3. la violenza, compresa quella contro l'ambiente

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Spiagge incontaminate

Vacanze Ko!

  • Villaggio turistico
  • Passioni

    • Musica
    • Sport
    • Lettura

    Musica

    • Techno
    • Folk

    Cucina

    • Piatti italiani

    Libri

    • Gialli
    • Storici

    Sport

    • Nuoto
    • Bike
    • Sci

    Film

    • Storico

    Libro preferito

    Assassinio sull\' Oriente Express

    Meta dei sogni

    Isole dell'Oceano Indiano, Caraibi

    Film preferito

    the day after tomorrow

     

    Solo due cose sono infinite:

     l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima.                (Albert Einstein)

    W la scuola

    "Chi ci vuole ignoranti ci ruba il futuro"
     

    Modena City Ramblers

     Il fabbricante dei sogni
    Modena City Ramblers

    Ho girato in lungo e in largo
    in compagnia del mio violino
    e il vento dei viaggiatori
    mi è rimasto sempre amico.
    Conosco tutti i ponti
    i marciapiedi e le stazioni
    e in ogni posto e in ogni luogo
    ho lasciato una canzone.

    Mi esibisco per i passanti
    per i poveri e i signori
    perché non esiste uomo
    senza musica nel cuore
    e suono per le ragazze
    per le serie e le sfrontate
    perché non esiste donna
    che dica no a una serenata.

    E giro col mio violino
    per le piazze e per le strade
    la gente intorno balla
    e trova il tempo per sognare.

    Ogni sera conto i soldi
    sparsi in fondo al mio cappello
    mi addormento sotto un soffitto
    ricoperto dalle stelle.
    Trovo sempre un pasto caldo
    nei mercati e nelle fiere
    perché dove c'è un violino
    tutti quanti sono allegri .
    Ho incontrato mille donne
    e ogni donna l'ho incantata
    con la storia del vagabondo
    e la saggezza della strada
    i bambini mi fanno festa
    e stanno in fila per sentire
    perché sanno che il musicista
    è un vecchio amico da seguire.

    E giro col mio violino...

    Da molti anni non mi chiedo più
    quale posto è la mia casa
    ho scoperto che la mia casa
    è insiemea un dovunque vada
    cammino senza legami
    ho solo il vento che mi insegue
    e il tempo non mi riguarda
    perché il tempo mi appartiene.

    E giro col mio violino...

    preghiera in gennaio

    (Frabrizio De Andre 1967)
    -Dedicata al suo grande amico Luigi Tenco morto suicida nel gennaio  1967-

    Lascia che sia fiorito
    Signore, il suo sentiero
    quando a te la sua anima
    e al mondo la sua pelle
    dovrà riconsegnare
    quando verrà al tuo cielo
    là dove in pieno giorno
    risplendono le stelle.

    Quando attraverserà
    l'ultimo vecchio ponte
    ai suicidi dirà
    baciandoli alla fronte
    venite in Paradiso
    là dove vado anch'io
    perché non c'è l'inferno
    nel mondo del buon Dio.

    Fate che giunga a Voi
    con le sue ossa stanche
    seguito da migliaia
    di quelle facce bianche
    fate che a voi ritorni
    fra i morti per oltraggio
    che al cielo ed alla terra
    mostrarono il coraggio.

    Signori benpensanti
    spero non vi dispiaccia
    se in cielo, in mezzo ai Santi
    Dio, fra le sue braccia
    soffocherà il singhiozzo
    di quelle labbra smorte
    che all'odio e all'ignoranza
    preferirono la morte.

    Dio di misericordia
    il tuo bel Paradiso
    lo hai fatto soprattutto
    per chi non ha sorriso
    per quelli che han vissuto
    con la coscienza pura
    l'inferno esiste solo
    per chi ne ha paura.

    Meglio di lui nessuno
    mai ti potrà indicare
    gli errori di noi tutti
    che puoi e vuoi salvare.

    Ascolta la sua voce
    che ormai canta nel vento
    Dio di misericordia
    vedrai, sarai contento.

    Dio di misericordia
    vedrai, sarai contento.
     

    Preghiera della serenità

    Dio

    dacci la forza
    di accettare con serenità
    le cose che non possono
    essere cambiate,

    il coraggio di cambiare
    le cose che vanno cambiate,

    e la saggezza di distinguere

    le une dalle altre.

    Un omaggio al grande Rino Gaetano

    A distanza di  trent'anni  dalla sua morte,  il nome di Rino, nonostante la sua breve parabola, viene ancora annoverato tra i grandi della musica italiana.

     

    Il massacro dimenticato di Pontelandolfo (BN)

    quando i bersaglieri fucilarono gli innocenti da: La Repubblica.it




      15 agosto 2011: a Pontelandolfo Giuliano Amato a nome del Presidente della Repubblica ha testualmente detto:
    "A nome del presidente della Repubblica vi chiedo scusa per quanto qui è successo e che è stato relegato ai margini dei libri di storia”. leggi da' la Gazzetta di Benevento

    In ricordo di Sacco e Vanzetti

    In ricordo di Sacco e Vanzetti giustiziati innocentemente il 23 agosto 1927 in USA

    da wikipedia l'enciclopedia del web:

    Ferdinando Nicola Sacco (Torremaggiore, 22 aprile 1891 – Charlestown, 23 agosto 1927) e Bartolomeo Vanzetti (Villafalletto, 11 giugno 1888 – Charlestown, 23 agosto 1927) furono due anarchici italiani.

    Vennero arrestati, processati e giustiziati sulla sedia elettrica negli Stati Uniti negli anni venti, con l'accusa di omicidio di un contabile e di una guardia del calzaturificio «Slater and Morrill».

    Sulla loro colpevolezza vi furono molti dubbi già all'epoca del loro processo; a nulla valse la confessione del detenuto portoricano Celestino Madeiros, che scagionava i due. Sacco di professione faceva l'operaio in una fabbrica di scarpe mentre Vanzetti - che gli amici chiamavano Trumlin - gestiva una rivendita di pesci. Furono giustiziati sulla sedia elettrica il 23 agosto 1927 nel penitenziario di Charlestown, presso Dedham. Nel 1977 Michael Dukakis, governatore dello Stato del Massachusetts, riconobbe ufficialmente gli errori commessi nel processo e riabilitò completamente la memoria di Sacco e Vanzetti.

    ip

    Sign by Danasoft - Get Your Sign

    statistiche



    (Pierangelo Bertoli - Per Dirti T'Amo)

    Questo bellissimo testo lo dedico alla mia Cara Giusy con infinito amore

    (Pierangelo Bertoli - Per Dirti T'Amo) clicca qui per ascoltare il brano


    Avrei voluto dedicarti una canzone
    con le parole della televisione
    tutti quei fiori e quei discorsi complicati
    che al cine fanno nei locali raffinati.
    Ma mi sembrava di commettere un reato
    perché per dirti che sono innamorato
    perché per dirti cosa sento, in fondo al cuore
    non c'è motivo che mi finga un grande attore.

    Per dirti t'amo, amo te
    bastava solo che guardassi intorno a me
    per dirti ti vorrei sposare
    è giusto dirlo, dirlo in modo naturale.

    Non voglio chiuderti in nessun mondo fatato
    e non ho voglia di tornare nel passato
    lo so potremmo avere il mondo nelle mani
    se siamo forti e fiduciosi nel domani.

    Avremo un posto dove andare a lavorare
    e avremo figli da allevare e da curare
    e tanto amore dalla gente come noi
    e avremo un mondo, un mondo nuovo
    intorno a noi.

    Per dirti t'amo, amo te
    bastava solo che guardassi intorno a me
    per dirti ti vorrei sposare
    è giusto dirlo, dirlo in modo naturale.

    La vera vita non si alleva in una serra
    chiedo al tuo amore che è nutrito dalla terra
    perché è cresciuto con la pioggia e con il sole
    e sa capire anche queste mie parole.

    Per dirti t'amo, amo te
    bastava solo che guardassi intorno a me
    per dirti ti vorrei sposare
    è giusto dirlo, dirlo in modo naturale.


    no women no cry

    No woman, no cry (4)
    'Cause I remember when we used to sit
    In a government yard in Trenchtown
    Observing the hypocrites
    Mingle with the good people we meet
    Good friends we have
    Oh, good friends we have lost along the way
    In this great future, you can't forget
    your past
    So dry your tears, I seh
    No woman no cry (2)
    Little darlin', don't shed no tears
    No woman no cry
    Said I remember when we used to sit
    In the government yard in Trenchtown
    And then Georgie would make the fire lights
    I seh, log would burnin' thru the nights
    Then we would cook cornmeal porridge of which I'll
    share with you
    My feet is my only carriage and
    so I've got to push on thru
    Oh, while I'm gone
    Everything's gonna be alright
    Everything's gonna be alright
    No woman no cry (2)
    I seh little darlin' don't shed no tears

    Because the night

    Versione di: Patty Smith
    Titolo Originale: Because The Night
    ( la vesione di Bruce Springsteen è un pò diversa)

    Take me now baby here as I am
    Pull me close, try and understand
    Desire is hunger is the fire I breathe
    Love is a banquet on which we feed
    Come on now try and understand
    The way I feel when I'm in your hands
    Take my hand come undercover
    They can't hurt you now,
    Can't hurt you now, can't hurt you now
    Because the night belongs to lovers
    Because the night belongs to lust
    Because the night belongs to lovers
    Because the night belongs to us

    Have I doubt when I'm alone
    Love is a ring, the telephone
    Love is an angel disguised as lust
    Here in our bed until the morning comes
    Come on now try and understand
    The way I feel under your command
    Take my hand as the sun descends
    They can't touch you now,
    Can't touch you now, can't touch you now
    Because the night belongs to lovers
    Because the night belongs to lust
    Because the night belongs to lovers
    Because the night belongs to us

    With love we sleep
    With doubt the vicious circle
    Turns and burns
    Without you I cannot live
    Forgive, the yearning burning
    I believe it's time, too real to feel
    So touch me now, touch me now, touch me now
    Because the night belongs to lovers
    Because the night belongs to lust
    Because the night belongs to lovers
    Because the night belongs to us

    Because tonight there are two lovers
    If we believe in the night we trust
    Because tonight there are two lovers ...
    , , , , , , , , , , , , ,