Libero

Cindyli

  • Donna
  • 52
  • milano
Bilancia

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Visite al Profilo 7

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita Cindyli a scrivere un Post!

Mi descrivo

...non voglio niente che non sia tutto!...ma sò anche accontentarmi...;-)

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

-

I miei pregi

-

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. guardare
  2. ascoltare
  3. autoironia...intelligenza...eleganza

Tre cose che odio

  1. il dolore
  2. inflitto
  3. agli indifesi

 


Sono stata una donna imperfetta,
che si è giocata le sue carte,
una donna che ha amato ed è stata amata.
Tentare una volta (o anche venti, quaranta, sessanta)
vuol dire vivere, provare, finché non lo trovi.
Mi piace la persona che sono diventata.

Le mie scelte potranno sembrare sbagliate a molti,
ma erano giuste per me.
Mi hanno fatto diventare quella che sono.
Dispiacersene vorrebbe dire pentirsene,
e pentirsene significherebbe
considerarle sbagliare e immonde,
e non lo erano per niente.

A volte bisogna stabilirsi da soli le regole.
Nella vita devi farlo, almeno qualche volta,
perché se cercassi di vivere
in base a quello che le altre persone
considerano giusto o sbagliato,
finiresti per diventare matto.
E se hai imparato la lezione che c’era da imparare e sei cresciuto,
è stupido avere rimpianti.

Ma se proprio vuoi rimuginare sul tuo passato,
fallo ma senza rimpianti,
non metter in dubbio le decisioni che hai preso,
tanto non le puoi più cambiare.

E invece di soffermarti sulle ragioni
per cui non avresti dovuto fare una cosa,
ricordati le ragioni per cui l'hai fatta.

(Karyn Bosnak)


Dopo un po' impari la sottile differenza tra tenere una mano e incatenare un'anima.
E impari che l'amore non è appoggiarsi a qualcuno e la compagnia non è sicurezza. Ed inizi a imparare che i baci non sono contratti
e i doni non sono promesse.
...


E cominci ad accettare le tue sconfitte
a testa alta con gli occhi aperti

con la grazie di un adulto,
non con il dolore di un bimbo.

E impari a costruire tutte le tue strade oggi,
perché il terreno di domani è troppo
incerto per fare piani.

Dopo un po' impari che il sole scotta
se ne prendi troppo.
Perciò pianti il tuo giardino e decori la tua anima, invece di aspettare che qualcuno ti porti i fiori.

E impari che puoi davvero sopportare, che sei davvero forte, e che vali davvero.
(Veronica A. Shoffstall, After a While)

, , , , , , , , , , , , ,