Libero

JOE1978FEb

  • Uomo
  • 43
  • roma
Acquario

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Visite al Profilo 189

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita JOE1978FEb a scrivere un Post!

Mi descrivo

Uno crede di portare fuori il cane a fare pipì mezzogiorno e sera. Grave errore: sono i cani che ci invitano due volte al giorno alla meditazione. (Daniel Pennac)

Su di me

Situazione sentimentale

single

Lingue conosciute

Inglese, Spagnolo, Francese

I miei pregi

basta scorpirli

I miei difetti

boh...

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. musica (ascoltare e suonare)
  2. poesia (leggere e scrivere)
  3. arte

Tre cose che odio

  1. falsità ed ipocrisia
  2. che mi si rinfaccino le cose...
  3. litigare

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Trekking

Vacanze Ko!

  • Villaggio turistico
  • Passioni

    • Arte
    • Suonare
    • Fotografia

    Musica

    • Metal
    • Jazz

    Cucina

    • Piatti italiani
    • Fusion

    Libri

    • Fumetti
    • Gialli

    Sport

    • Calcio e calcetto
    • Trekking
    • Running

    Film

    • Horror

    Libro preferito

    Siddharta e non solo...

    Meta dei sogni

    Nepal, Francia

    Film preferito

    Attimo fuggente - Il Corvo - e molti altri...

    CANE

    Un cane non se ne fa niente di macchine costose, case grandi o vestiti firmati. Un bastone marcio per lui è sufficiente. A un cane non importa se sei ricco o povero, brillante o imbranato, intelligente o stupido, se gli dai il tuo cuore lui ti darà il suo. Di quante persone si può dire lo stesso? Quante persone ti fanno sentire unico, puro, speciale? Quante persone possono farti sentire... straordinario? (IO e MARLEY Film) Un cane è tutto nel suo sguardo. (Paul Valery)

    Gatto

    Vieni sul mio cuore innamorato, mio bel gatto: trattieni gli artigli e lasciami sprofondare nei tuoi occhi belli, misti d’agata e metallo. (Charles Baudelaire) Come quell’enormi sfingi distese per l’eternità in nobile posa nel deserto sabbio, essi scrutano il nulla senza curiosità, calmi e saggi. (Charles Baudelaire)
    , , , , , , , , , , , , ,