Libero

Lordofchains

  • Uomo
  • 50
  • Milano -Bologna
Leone

Mi trovi anche qui

Bacheca29 post
Lordofchains più di un mese fa

I want it all and I want it now. Are you able to give me what I have wanted for years?

 

Hai sempre desiderato un amore da indossare come una seconda pelle, che ti facesse sentire a tuo agio, libera di dire fare, cantare. Libera di volare, sapendo di trovare sempre due mani su cui atterrare e riprendere ad amare, con un volo sempre nuovo.

 

 

 

Ti piace?
3

Mi descrivo

Senza parole Solo sospiri Gli sbagli si contano Uno ad uno,colpo dopo colpo.

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

-

I miei pregi

Parecchi hanno il vizio di vantarsi. Io preferisco l'esatto contrario...

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. nessuna
  2. nessuna
  3. nessuna

Tre cose che odio

  1. nessuna
  2. nessuna
  3. nessuna

 

 

Sei entrata in me con prepotenza e da allora hai lasciato in me la tua essenza, sei l'ebbrezza del mattino.

Tu sei la bellezza di una rosa che sboccia in un freddo mattino.

Tu sei il favoloso tramonto del sole.

Tu sei follia...sei brivido costante su la pelle mia.

Tu sei il vento che muove le onde, tu svegli in me le emozioni più profonde.

Tu sei il mio infinito, il dono più ambito.

Tu sei la mia unica attenzione.

Te, sei perfetta...per me.

La Regina è solo mia..

agli sciacalli rimangono solo le parole...

non sprecate il vostro tempo..

andate a Masterchef...almeno così sfamate chi ne ha bisogno davvero.

Le emozioni vanno provocate...

 

 

lo ti avrò,

tu mi avrai.

E dopo ti guarderò, 

negli occhi,

stupendamente nuda, 

per tutta la notte, 

nel chiaroscuro dell'anima,

sul nostro giaciglio.

 

Da quando sei entrata nella mia vita ho iniziato a scrutare il cielo con incredibile ingordigia. 

Naso all’insù quasi sempre oramai! 

Mi basterebbero delle ali per volare sin da te.

Sogno! E sognando partono le mie fantasie e i miei desideri. Sarei rientrato a casa da lavoro. Spogliato. Una doccia rinfrescante. Aperto il frigo. Una birra fresca. Avrei aperto l’armadio delle ali. Osservato. Pensato. Poi essendo tu un po’ lontana avrei indossato quelle chiamate superjet. Ok si parte. Volare! Volare da te! 

Invece sono qui. Seduto su questa fottuta ma comoda poltrona a pensarti e fantasticare. Immensa mi assale la voglia di abbracciarti. Via la malinconia. Amarti teneramente. Le tue labbra assaporare. Prender fuoco con la lingua. Perdermi. Voglia di te. Incontrollabile. Svegliato l’animale. Niente più tenerezza. Ti girerei. Scoparti! Ecco cosa vorrei. Si, niente tenerezze. Ma prenderti come piace a te, da dietro, e con le mani sui tuoi fianchi senza controllo alcuno godere urlandoti “ti amo piccolina”! 

Invece sono qui. E guardare il cielo e non avere ali per volare mi rende quasi un uomo inutile. Fragile. Allora sorrido. Ti penso. Sempre di più! E la tenerezza ritorna. Così d’incanto prende possesso del mio maschio egoista per dolcemente abbracciarti e con delicatezza sfiorarti le labbra amandoti come il fondersi di due nuvole scaldate da un sole innamorato...

 

 

, , , , , , , , , , , , ,