Libero

Mr_Kolvenik

  • Uomo
  • 48
  • Cinque Terre
Acquario

Mi trovi anche qui

Profilo BACHECA

Mr_Kolvenik 12 ottobre

Sono quella che sono.
Un caso inconcepibile
come ogni caso.

In fondo avrei potuto avere
altri antenati,
e così avrei preso il volo
da un altro nido,
così da sotto un altro tronco
sarei strisciata fuori in squame.

Nel guardaroba della natura
c'è un mucchio di costumi: di
ragno, gabbiano, topo campagnolo.
Ognuno calza subito a pennello
e docilmente è indossato
finché non si consuma.

Anch'io non ho scelto,
ma non mi lamento.
Potevo essere qualcuno
molto meno a parte.
Qualcuno d'un formicaio, banco, sciame ronzante,
una scheggia di paesaggio sbattuta dal vento.

Qualcuno molto meno fortunato,
allevato per farne una pelliccia,
per il pranzo della festa,
qualcosa che nuota sotto un vetrino.

Un albero conficcato nella terra,
a cui si avvicina un incendio.

Un filo d'erba calpestato
dal corso di incomprensibili eventi.

Uno nato sotto una cattiva stella,
buona per altri.

E se nella gente destassi spavento,
o solo avversione,
o solo pietà?

Se al mondo fossi venuta
nella tribù sbagliata
e avessi tutte le strade precluse?

La sorte, finora,
mi è stata benigna.

Poteva non essermi dato
il ricordo dei momenti lieti.

Poteva essermi tolta
l'inclinazione a confrontare.

Potevo essere me stessa – ma senza stupore,
e ciò vorrebbe dire
qualcuno di totalmente diverso.

(W. Szymborska - Nella moltitudine)

Ti piace?
3
Mr_Kolvenik 11 ottobre

A Julo piacevano quei momenti di solitudune un po' malinconica. Una solitudine che non era interamente né quella dei poeti contemporanei né quella dei giardinieri, ma una specie di miscela delle due. Cuore artista e gesto artigiano. Gli piaceva isolarsi, ma non per oziare. Al contrario, si isolava per stare tranquillo, riflettere meglio, costruire ipotesi, vivere al ritmo dei propri pensieri.

Michel Bussi - Il quaderno rosso 

Ti piace?
2
Mr_Kolvenik 12 settembre

"Che cosa pensi?" domanda Margot.

"A volte penso che l'idea di giustizia appartenga solo all'infanzia." 

LARS KEPLER - NELLA MENTE DELL'IPNOTISTA

Ti piace?
8
Mr_Kolvenik 04 settembre

 

 

E ancora una volta dobbiamo ascoltare, com'è avvenuto questa sera, la notizia di allevamenti lager dove la violenza gratuita sugli animali è di normale consuetudine.

Luoghi dove si fanno affari sul dolore delle bestie, dove individui che si considerano esseri umani si arricchiscono e, viste le stime per il futuro, continueranno a farlo per molto tempo.

Ma non nel mio nome.

Non con i miei soldi.

Ti piace?
5
Mr_Kolvenik 29 agosto

Dell'infanzia ricordo libri e nessun giocattolo. C'erano di sicuro, ma si sono persi. Soldatini, trenini, bestie, case: i giochi sono miniature del mondo, utili a un bambino per sentirsi un gigante. Aiutano a crescere sopportando l'inferiorità.

Ho giocato poco, preferendo leggere. Dentro i libri non era possibile immaginarsi grandi. Le storie erano immense, la mia lettura piccola in confronto. Molte cose neanche le capivo. I libri mi ribadivano la mia taglia minuscola. Ma qualcosa all'interno s'ingrandiva. Il medico diceva che era il fegato, che allora si curava con l'olio di merluzzo.

A me sembrava invece che aumentasse la capacità d'aria nei polmoni. La lettura di Stevenson mi ha gonfiato di aria di oceano. La poesia napoletana mi scioglieva la lingua. London mi ha insegnato la neve. Le storie delle stragi della guerra mi facevano rimbombare la vena della fronte.

Erri De Luca - Il torto del soldato

Ti piace?
6
Mr_Kolvenik più di un mese fa

 

In queste giornate di luglio, nonostante la fatica del giorno al lavoro sotto un sole ardente, sento di amare profondamente la stagione estiva. Sarà la fortuna di abitare al mare. Sarà che puoi permetterti il lusso di farti accarezzare la pelle dalla brezza serale vestito di quasi nulla. E che ti arrivano addosso queste sensazioni senza lasciarti il tempo di riflettere. E sarà che se ne vanno regalandoti uno stato di velata felicità. 

Ti piace?
14
, , , , , , , , , , , , ,