Libero

Regalami.un.sorriso7

  • Donna
  • 55
  • taranto
Gemelli

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: 18 febbraio

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita Regalami.un.sorriso7 a scrivere un Post!

Mi descrivo

La prima cosa che mi chiedono, è quella di descrivermi.....vi accontento subito: sono alta 1,70 ho i capelli ricci scuri e lunghi, gli occhi sono grandi e scuri. Sono generosa, dolce, sensibile. Sono anche testarda, orgogliosa, e forse anche un pò permalosa......beh, nessuno è perfetto!!!! :-)

Su di me

Situazione sentimentale

single

Lingue conosciute

-

I miei pregi

troppo buona!

I miei difetti

permalosa..... grrrrrrrrrrr

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. il mare
  2. le stelle
  3. la dolcezza

Tre cose che odio

  1. il temporale
  2. ipocrisia
  3. i bugiardi

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Crociera

Vacanze Ko!

  • Vacanze studio
  • Passioni

    • Arte
    • Lettura
    • Musica

    Musica

    • Disco
    • Soul

    Cucina

    • Piatti italiani

    Libri

    • Avventura
    • Gialli

    Sport

    • Nuoto

    Film

    • Thriller
    • Drammatico

    Libro preferito

    i pilastri della terra - ken follet

    Meta dei sogni

    Irlanda e Scozia, Stati Uniti

    Film preferito

    il fantasma dell\'Opera

    Con la nuova stagione si sciolse la neve
    Azzannata dai raggi del sole e con la
    Nuova stagione i miei sandali azzurri
    Lasciarono i vecchi aquiloni
    E sbocciarono papaveri rossi
    E il primo amore un uragano
    E le rondini sfioravano il grano
    Garrivano e sfioravano il grano
    Evitavo i compagni e le feste
    E scappavo da solo sul colle più alto
    Era bello restare in silenzio per ore a guardare
    Il paese lontano
    Aspettare l'arcobaleno
    Con il mento sulla mano
    E le rondini sfioravano il grano
    Garrivano e sfioravano il grano

    E sciolsi l'anima
    E volai su oceani limpidi
    E cercai foreste vergini per lei

    Le mie inquietudini trovai
    Quanti ricordi avrai
    Ma tu non li ascolti mai
    E non so
    Che cosa te ne fai che vuoi
    Da un uomo come me
    E resto qui senza te anche se tu sei qui
    Che strano
    Pomeriggi di mani confuse di sguardi e silenzi
    Di voglie improvvise io ti amo davvero
    Le dissi ti prego non dirmi che sono un bambino
    Anche se non so far l'amore
    Anche se il mio mondo è strano
    Lei sorrise e sfiorò la mia mano
    E le rondini sfioravano il grano

    E sciolsi l'anima
    E volai su oceani limpidi
    E cercai foreste vergini per lei

    Le mie inquietudine scordai
    Quanti ricordi avrei ma tu
    No capiresti mai e non so
    Che cosa tre ne fai che vuoi
    Da un uomo come me
    E resto qui senza te anche se tu sei qui
    Che strano
    E le rondini sfioravano il grano

    Ehi, giullare dove vai?
    Vado via via di qui,
    via da chi mi ferì.
    E la luna illuminò,
    una lacrima che
    la sua guancia solcò.
    La mia storia ti dirò:
    "Io l'amavo però
    lei mi disse vai via
    e il mio cuore scoppiò
    quando rise di me.
    Lei regina lassù
    e io buffone quaggiù.
    Una carezza non ebbi mai
    forse è per questo che te ne vai...
    Occhi blu io non ho,
    ma da cielo li ruberò
    pregherò, cambierò,
    da una quercia rinascerò.
    Sui capelli che ho
    il colore del grano avrò
    ed un cavallo che sappia volare
    ed una spada forgiata dal sole
    ed una stella che brilli lontanto
    e che mi guidi la mano.
    E al mio passaggio manciate di rose
    e lungo il fiumi ginestre e mimose
    e nei sentieri ortiche e more
    è un aria di primavera.
    E quel giorno tornerò.
    Lei dirà: "Io non so cavaliere chi sei"
    forse non ricordi più,
    quel buffone che un di per amore fuggì.
    Sul suo viso urlerò
    con tutto il fiato che ho.
    "Ora non ridi più" e la mia spada alzerò.
    Ma una carezza poi, sciolglierò
    perchè nell'animo un fiore ho...
    Occhi blu io non ho,
    ma da cielo li ruberò,
    pregherò, cambierò,
    da una quercia rinascerò.
    Sui capelli che ho il colore del grano avrò.
    Ma come è dolce la sera!
    E al mio passaggio manciate di rose
    e lungo il fiume ginestre e mimose
    e nei sentieri le ortiche e le more
    è un aria di primavera.

    E solo un sogno però
    è tutto quello che ho.
    , , , , , , , , , , , , ,