Libero

Regisolepv

  • Uomo
  • 44
  • la mia citta
Scorpione

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Visite al Profilo 3.698

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita Regisolepv a scrivere un Post!

Mi descrivo

a breve...

Su di me

Situazione sentimentale

single

Lingue conosciute

Inglese, Francese

I miei pregi

-

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. l'avventura
  2. il mio profumo escape
  3. l'arte e la storia

Tre cose che odio

  1. chi nn h interessi
  2. il lunedì
  3. la finanziaria

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Spiagge incontaminate

Vacanze Ko!

  • Enogastronomia
  • Passioni

    • Cinema
    • Arte

    Musica

    • Pop
    • Alternative

    Cucina

    • Piatti italiani

    Libri

    • Storici
    • Fantasy

    Sport

    • Calcio e calcetto
    • Basket

    Film

    • Drammatico

    Meta dei sogni

    Sud America, Irlanda e Scozia

    Tutti son facilmente rapiti dalla gioia superficiale: basta loro una festa, una sera di primavera. Io invece, fortemente ancorato in fondo al fiume del sentimento, resto serio e tranquillo oltre la gioia come il fanciullo che non conosce ancora l'affetto. Mi lascio vivere....così....; staccato da tutto, non so dove andare.

    Tutti desiderano l'eccesso, mentre io son privo d'ogni brama: son maldestro nella vita, non ho il senso pratico. Tutti vivono nella luce, mentre io son profondato nella tenebra. Tutti han bisogno di compagnia, mentre io non amo che l'altezza solitaria: sono instabile come l'onda, vago senza posa. Tutti hanno un'esperienza: io invece mi comporto come un semplice, come idiota!

    Io son diverso da tutti: ma, in possesso dell'essenzialità originaria, solo io, sono un Io!

    "Lasciami camminar, soltanto un giorno, un'ora sola, un poco insieme a te e capirò il perchè la terra è verde e il sol risplende intorno.

    Lasciami respirar solo un momento sopra il tuo cuor, se palpita per me, e capirò perchè lieto viver si può, morir contento.

    I Maestri dei tempi antichi

     Erano liberi, chiaroveggenti, misteriosi intuitivi

     Nella vastità delle forze del loro spirito non sapevano di un Io

     Questa incoscienza della forza interiore dava grandezza al loro aspetto.

     A caratterizzarli con immagini:

     Erano prudenti

     Come chi attraversa un corso d'acqua d'inverno

     Vigili

     Come chi sa intorno a sè il nemico

     Freddi

     Come un estraneo

     Vanenti

     Come ghiaccio che fonde

     Rudi

     Come legno non dirozzato

     Vasti

     Come le grandi valli

     Impenetrabili

     Come l'acqua torbida.

     Chi, oggi, con la grandezza della sua luce potrebbe schiarire le tenebre interiori?

     Chi, oggi con la grandezza della sua vita potrebbe rianimare la morte interiore?

     In quelli era la Via

     Erano individui e signori dell' Io

     E il loro non essere

     In loro era perfezione.

                                                                               Lao-Tze

    "Valoroso è il pino che non cambia colore col peso

    della neve."

    Deh, Violetta, che in ombra d'Amore
    negli occhi miei sì subito apparisti,
    aggi pietà del cor che tu feristi,
    che spera in te e disiando more.
    Tu, Violetta, in forma più che umana,
    foco mettesti dentro in la mia mente
    col tuo piacer ch'io vidi;
    poi con atto di spirito cocente
    creasti speme, che in parte mi sana
    la dove tu mi ridi.
    Deh, non guardare perché a lei mi fidi,
    ma drizza li occhi al gran disio che m'arde,
    ché mille donne già per esser tarde
    sentiron pena de l'altrui dolore.

     

    DOPO TANTA NEBBIA

    AD UNA  AD UNA

    SI SVELANO LE STELLE

                                           Ungaretti

    Pioggia...

    Pioggia...improvvisa cadi

    regalandomi un brivido di gelo sul mio viso

    Rigolo torrenziale scorri dai miei occhi precipitando 

    tra le mani,

     trasparente 

    ti osservo

    innocua forza di un Dio superiore.

    Fissando lo sguardo ritrovo la luce dei tuoi  occhi  tra le infinite stelle del cielo.  Nel cuore un brivido di nostalgia mi percorre. Uno spazio di tempo, una  distanza senza fine, l'eterno vuoto di te, incidono la sofferenza nel mio animo. Tentenno, mi soffermo.  Ancora.  Ascolto questo soffio di  vento.... Riemerge il tuo delicato effluvio mentre dolcemente raccogli le mie emozioni,  guidandomi in questa triste notte senza te.   

    Alida Valli

    , , , , , , , , , , , , ,