Libero

Sale_marino

  • Uomo
  • 53
  • C a v a d e \' T i r r e n i
Sagittario

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita Sale_marino a scrivere un Post!

Mi descrivo

Chissà se un giorno......

Su di me

Situazione sentimentale

single

Lingue conosciute

Inglese

I miei pregi

tutti

I miei difetti

nessuno

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. sport
  2. donne
  3. viaggi

Tre cose che odio

  1. ipocrisia
  2. falsità
  3. ignoranza

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Spiagge incontaminate

Passioni

  • Motori
  • Sport
  • Cinema

Musica

  • Pop
  • Latino-americana

Cucina

  • Piatti italiani

Sport

  • Bike
  • Sci

Film

  • Azione
  • Fantascienza

Libro preferito

Narciso e boccadoro -- Candido

Meta dei sogni

Isole dell'Oceano Indiano, Isole tropicali in generale

Film preferito

Carpe Diem - (L\'attimo fuggente)

Massime latine

Errare è umano, perseverare è diabolico. ("Errare humanum est, perseverare autem diabolicum").

Identica cosa diceva Sant'Agostino d'Ippona :

 Humanum fuit errare, diabolicum est per animositatem in errore manere ("cadere nell'errore è stato proprio dell'uomo, ma è diabolico insistere nell'errore per superbia").

Cuiusvis est errare: nullius nisi insipientis, in errore perseverare  ("è cosa comune l’errare; è solo dell’ignorante perseverare nell'errore").

Frequente il nome di amico, ma la fedeltà è rara ("Vulgare amici nomen, sed rara est fides")

Lettera alla Felicità

Mai si è troppo giovani o troppo vecchi per la conoscenza della felicità. A qualsiasi età  è bello occuparsi del benessere dell'animo nostro. Chi sostiene che non è ancora giunto il momento di dedicarsi alla conoscenza di essa, o che ormai è troppo tardi, è come se andasse dicendo che non è ancora il momento di essere felice, o che ormai è passata l'età. Ecco che da giovani come da vecchi è giusto che noi ci dedichiamo a conoscere la felicità. Per sentirci sempre giovani quando saremo avanti con gli anni in virtù del grato ricordo della felicità avuta in passato, e da giovani, irrobustiti in essa, per prepararci a non temere l'avvenire. Cerchiamo di conoscere allora le cose che fanno la felicità, perché quando essa c'è tutto abbiamo, altrimenti tutto facciamo per possederla.

Dillo alla Luna

 ...Si racconta ancora di come un tempo, quando il cielo era una sola cosa con il mare,  la luna fosse padrona degli spazi e dividesse a metà con il sole l’intero giorno;  entrambi padroni del cielo, accarezzavano il mondo senza sosta,  abbandonandosi spesso alle brezze del mattino oppure scaldandosi a vicenda per i freddi venti della notte.
Erano giorni incantati, ogni cosa aveva il suo giusto equilibrio e tutti ne gioivano, sorridevano, erano felici, sapevano che ad ogni lacrima sarebbe seguito un sorriso e ad ogni sorriso un motivo in più per ricominciare.
Il sole era il primo a far capolino tra le nuvole, svegliava la luna con una carezza  e tenendola per mano, iniziava a scaldare il mondo; la luna a sera baciava il sole accompagnandolo dietro l’orizzonte e imaneva sospesa nell’aria, aspettando languida il suo ritorno.

Gli Angeli

 

Uocchie ca me parlate

Chist'uocchie tuoie che cagneno culore ogne mumento,
sò belle quanno chiagneno,sò tutto sentimento.Si rideno s'appicciano comme a ddoie fiamme ardente,songo stelle lucente ca tiene 'nfronte tu.

Core analfabeta

Stu core analfabbeta tu ll'he purtato a scola, e s'è mparato a scrivere,e s'è mparato a lleggere sultanto na parola: "Ammore" e niente cchiù.

'A nnammurata mia

'A nnammurata mia se chiama Ammore, e tene ll'uocchie omme ll'acqua 'e mare. È ddoce comme è ddoce 'a primmavera,
è tutta gentilezza, anema e core.

Statuina a Francesca

   Tu s a cchiù bella 'e tutt' 'e principesse, 'e tutt' 'e principesse si 'a riggina. Pe tutt' 'a vita addenucchiato io stesse a cuntemplà sta grazia accussì fina. Tu femmena nun sì, tu sì na fata impastata 'e latte, porcellana e rrose, sta pella è d'alabbastro avvellutata...  (Perdoname si dico chesti ccose). 'Ncopp' a sta vocca fatta cu 'e ccerase, e 'ncopp' a chesta massa 'e seta nera
ca tiene pe capille, quanta vase io nce vulesse dà... matina e sera. 
Chist'uocchie tuoie chin' 'e malincunia ca tiene 'nfronte songo comm' a ll'esca, songh'uocchie ca me fanno asci 'mpazzia. St'anema mia s'addorme 'a notte e sonna sunnanno 'e te, nun te chiamma Francesca; ma saie comme te chiamma a tte? ADONNA!

A Statuetta

  Comme è limpida sta fronte, purcellana trasparente, statuetta 'e  Capemonte, comme 'o sole si lucente! E guardanno stu splendore
manammè! - mme sò abbagliato. S' è appicciato chistu core,
e me songo annammurato
.
 

Totò - Il principe De Curtis

E.....

 

"Chiunque tu sia che vieni qui:
ciò che a te sembra orrido a me è gradevole.
Se ti piace rimani, se ti attedia allontanati;
l’una e l’altra cosa mi è gradita".

Enigma

Qual'è la cosa che si riceve senza ringraziare, di cui si gode senza saper come, che si dà agli altri mentre siamo in uno stato di stordimento, e che si perde senza accorgersene?

Enigma 2

 Qual'è di tutte le cose del mondo la più lunga e la più corta, la più veloce e la più lenta, la più divisibile e la più estesa, la più negletta e la più rimpianta, senza che si possa fare niente, che divora tutto ciò che è piccolo e che vivifica tutto ciò che è grande???
Rispondetemi  :-)))

Aforisma

Durante i miei sette anni di scuole superiori non sono mai riuscito ad insegnare niente ai miei professori

Aforisma1

I giovani credono di vivere in eterno, e perciò assecondano ogni pensiero e ogni desiderio. I vecchi si sono già accorti che da qualche parte c'è una fine, e che tutto ciò che si possiede e si fa per sè soli, alla fine cadrà in una fossa e non avrà avuto alcun valore. Per questo hanno bisogno di una eternità diversa e di credere che non lavorano solo per i vermi. Ecco perchè ci sono moglie e figli, affari, lavoro, patria: per dare uno scopo alle fatiche e ai sacrifici quotidiani.  ( H.H. )

Aforisma2

 La bellezza non rende felice colui che la possiede, ma colui che la può amare e desiderare (H.H.)

 A volte e' meglio tacere e sembrare stupidi che aprir bocca e togliere ogni dubbio! (O.W.)

Basta Poco

Basta poco a fare impressione …basta poco basta andare in televisione che la gente subito ti riconosce per la strada si fa presto a montarsi la testa e d'altronde è questa qui la realtà di questa vita ci si guarda solo fuori, ci si accontenta delle impressioni, ci si fotte allegramente come se fosse niente ,darei fuoco a casa tua se mi passare il mal di denti, e intanto il mondo rotola, e il mare sempre luccica basta poco, a fare bella figura, basta poco, basta se muori la domenica mattina basta poco, per esser furbi, basta poco oh! basta pensare che son tutti deficienti e d'altronde è questa qua la realtà di questa vita, di questa bella civiltà così nobile e così antica e intanto il mondo rotola, e il mare sempre luccica, domani è già domenica, e forse forse nevica basta poco, per essere intolleranti, basta poco, basta esser solo un po' ignoranti basta poco, per non capire e scappare via, basta poco, perché ti dia fastidio uno pur che sia e intanto il mondo rotola, e il mare è sempre luccica, domani è già domenica e forse forse NEVICAAAA….. Vasco Rossi

A.......

Finchè abbiamo ricordi, il passato dura. Finchè abbiamo speranze, il futuro attende. Finchè ci sono persone come te, il presente vale la pena d'esser vissuto....

Ho tanta voglia di svuotare il sacco e dirti cosa provo veramente per te, ma ho tanta paura di perdere la nostra immensa amicizia che abbiamo costruito insieme col passare degli anni.

Pensadoti, impaurito del mio amore. Pensandoti, tra le mura della vita. Pensandoti, tra le lenzuola. Pensandoti, un giorno mi ricordai di te. Pensandoti, un giorno rividi il tuo viso. Pensandoti, un giorno ti baciai. Pensandoti, ti amai. Pensandoti, ora e sempre. Mio dolce ricordo, che riscalda il cuore. Che tanto hai reso allegro e giovane, ma che Ha tanta voglia di viverti.

, , , , , , , , , , , , ,