Libero
Salmo_82

Salmo_82

  • Donna
  • 86
  • 82
Capricorno

Mi trovi anche qui

Ultime visite

Visite al Profilo 18

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita Salmo_82 a scrivere un Post!

Mi descrivo

Analisi e comprensione del Salmo 82 (censura permettendo). Le informazioni presenti in questa pagina rappresentano una sintesi proveniente dalla ricerca di studiosi rinomati in tutto il mondo. L'autore del profilo si limita a riassumere quanto disponibile sui libri e in rete non esprimendo nessun parere personale e senza l'intenzione di cambiare l'opinione del lettore.

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

-

I miei pregi

-

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. chi sconfigge la paura con lo studio.
  2. nessuna
  3. nessuna

Tre cose che odio

  1. chi censura per paura di comprendere.
  2. nessuna
  3. nessuna

Analisi e comprensione del Salmo 82
(censura permettendo)
 




 

INTRODUZIONE



La Bibbia detiene principalmente tre record :

1) E' il libro più venduto.
2) E' il libro che è stato in assoluto più volte riscritto, rieditato, tradotto, modificato, eccetera.
3) E' il libro meno letto al mondo (in proporzione alle vendite).

Il punto 2 e soprattutto il punto 3 sarebbero sufficienti per spiegare come mai 2,2 miliardi di persone che si riconoscono nel cristianesimo abbiano una visione di quel testo molto differente rispetto al reale contenuto delle Sacre Scritture originali. Se si aggiunge il divieto, per secoli, di possedere la Bibbia (e quindi leggerla) per poi essere stata letta dai preti unicamente in lingua latina (peccato che già nel 1500 d.c. il 90% della popolazione era analfabeta...) fino ad arrivare ad oggi in cui della Bibbia ci si interessa solo per le parti lette la Domenica a messa allora si capisce come sia stato possibile tramandare una storia completamente diversa da quella originale. Eppure chiunque potrebbe acquistare la Bibbia e leggersela per comprenderne il significato. Per farlo occorrerebbe liberarsi dalla "paura di non comprenderla" che gli uomini della Chiesa hanno innestato nella mente di ogni fedele. In realtà tale paura apparteneva (e appartiene) proprio a coloro che spingevano verso quel convincimento di incapacità di lettura perché impauriti dal fatto che ogni fedele potesse capire da solo quel che vi era davvero scritto. Onde evitare tale rischio era meglio lasciare fare "agli altri" con le loro metafore ed allegorie messe a punto per "aggiustare" tanti passaggi che all'occhio di un comune lettore potevano giustamente sembrare in netto contrasto con la storia sentita fino a quel momento.


QUALE BIBBIA E' ATTENDIBILE ?


Dicevamo che ognuno può leggere la Bibbia ma quale delle infinite edizioni scegliere ? Qual è la meno manipolata ? Quale aiuterebbe a capire che la storia è diversa da quella che conosciamo ? Purtroppo non esiste una Bibbia fedele alle scritture originali in quanto coloro che si sono occupati della traduzione avevano la necessità di fare "uscire" da quel libro il concetto di monoteismo (esistenza di un unico Dio). Tuttavia nelle edizioni delle Bibbie destinate alle Università (esempio in foto) e quindi le più attendibili se vogliamo, sono stati obbligatoriamente lasciati integri (ossia senza tradurre) i 3 più importanti termini della Bibbia : Elohim, Yahweh ed Elyon.

Tali edizioni possono essere acquistate da chiunque : CLICCA QUI

Vi sorprenderà leggere che la casa editrice è la San Paolo ovvero la stessa ad aver poi creato le Bibbie per le famiglie che noi tutti conosciamo ma che contengono traduzioni purtroppo alterate. Ciò non era possibile per le edizioni destinate agli studiosi che spesso sanno anche l'Ebraico.

Nessuno al mondo sa, ad oggi, il vero significato di quelle 3 parole in quanto non ci è dato sapere come venissero vocalizzate (ossia lette aggiugendo le vocali mancanti in quanto lingua semitica) in quel periodo storico. Persino gli Ebrei, unico popolo eletto e reale "proprietario e destinatario" di quella storia, si guardano bene dal tradurre quei termini con Dio come lo intende il Cristianesimo escludendo di conseguenza il Nuovo Testamento. E' pur vero che per loro si tratti comunque di un'entità superiore all'essere umano, un Legislatore Supremo dal nome Yahweh, unico Elohim di cui parlerebbero le Sacre Scritture con il quale Abramo fece un patto.

ALTERAZIONI - PARTE 1



L'esegesi biblica cristiana invece decise senza alcun fondamento filologico di tradurre quei 3 termini con uno solo : Dio. Pertanto quando leggete la Bibbia che avete in casa avrete necessariamente l'impressione che quel testo parli di Dio (e mai che parli una volta di Yahweh, una volta di Elyon, una volta di Elohim, una volta di altri nomi ancora..) e la conseguente impressione che ne esista uno solo, che si parli sempre dello stesso. Una volta messa in atto una traduzione del genere è naturale che il Nuovo Testamento parli "per forza" del figlio di quel Dio così tradotto. Se avete invece la fortuna di entrare in possesso di testi in cui quei 3 termini non sono stati tradotti la vostra lettura sarà completamente diversa. Non capirete il vero significato di quelle 3 parole (non preoccupatevi nessuno lo sa) però leggendo i verbi/aggettivi associati in particolar modo al termine Elohim (termine chiave anche per il Salmo 82) comprenderete che talvolta indicano un'azione svolta da una "singola" entità (faccio, vedo, ...) ed altre volte ad una "pluralità" di entità (facciamo, vediamo, ...). Il problema nasce proprio dalla pluralità in quanto mette in serio pericolo il messaggio che si vuole fare trasparire da quel libro ovvero che parli di un solo Dio.

Accettare che il termine Elohim potesse indicare una pluralità avrebbe messo in crisi qualunque religione monoteista che si basa su quel libro.

Come fare ?

ALTERAZIONI - PARTE 2

In circa 2000 anni c'è stato il tempo necessario per riuscire a confutare attraverso abili spiegazioni basate su metafore ed allegorie il motivo per il quale in quelle circa 2500 volte in cui compare il termine Elohim esso venisse associato ad un verbo/aggettivo singolare ed altre voltre ad uno plurale. Un duro ed astuto lavoro per rendere quel racconto monoteista ad ogni costo. Lasciando invece le cose come stavano di certo non si sarebbero generate le religioni (e tutti gli interessi che ne derivarono) ma almeno avremmo avuto una storia più possibilmente prossima all'originale che anche in questo caso sarebbe comunque stata un'approssimazione in quanto è bene ricordare che non siamo in possesso delle scritture originali. Ma un conto è sbagliare una traduzione (errore) e un conto è falsificarla (volontà).

Nella lingua ebraica i termini con desinenza in "IM" indicano sempre il plurale (tranne rari casi che comunque non sono mai associati a verbi al plurale). Ovviamente il termine Elohim, che termina proprio in "IM" è scomodo, mette a rischio il monoteismo, e non è possibile farlo appartenere a tale regola grammaticale. Rimane anche il "problema" dei verbi al plurale ad esso associati. Pertanto si può anche fare sparire la regola di "IM = plurale" ma poi come spiegare quei verbi/aggettivi ? Non si possono eliminare. E quindi ? Gli esegeti ebrei inventarono una nuova regola grammaticale più moderna : il "superlativo indefinito" o il "plurale di astrazione" da applicare solo ad Elohim, un termine scritto 3000 anni fa da autori che di sicuro non conoscevano tali regole "moderne" ma che semplicemente si riferivano talvolta ad una sola entità ed altre volte ad moltitudine di entità. Decidere oggi le regole grammaticali di un testo antico e come fargli dire ciò che vogliamo. Quando si dice a propria immagine e somiglianza...

PERCHE' IL SALMO 82 ?



Fatta questa doverosa e funzionale premessa vi starete chiedendo :
in tutto questo cosa c'entra il Salmo 82 ?


Ebbene se per 2000 anni è stato fatto un duro e meticoloso lavoro per spiegare astutamente i singoli verbi/aggettivi singolare/plurale associati ad Elohim (che compare circa 2500 volte nella Bibbia), per spiegare le desinenze "IM", i contesti, le traduzioni, e generare le varie allegorie che dovevano sistemare le cose "a doc" per rendere Elohim un termine che indicasse un Dio unico allora è certo che il Salmo 82 abbia rappresentato il nemico più ostile da sconfiggere grammaticalmente in quanto racconta una scena incredibile : un'assemblea di Elohim !

Sì, avete letto bene, un'assemblea alla quale parteciparono molti Elohim. Ora andremo ad analizzare il testo cercando naturalmente di preservare i nomi dei "personaggi" presenti senza tradurli (visto che nessuno al mondo ne conosce il significato) onde evitare di cadere nella trappola di tradurre tutto con Dio che non rispetterebbe, così facendo, le Sacre Scritture. L'obiettivo invece è quello di fare una traduzione rispettosa (che nessuno può contestare) e lasciare invece ai teologi il "passionevole" lavoro di allegorizzare tutti i passaggi scomodi presenti nella Bibbia per creare interpretazioni su vari livelli tirando fuori sempre e solo un unico Dio. Buon lavoro a loro ed iniziamo il nostro.


SALMO 82 - TRADUZIONE CRISTIANA

Leggiamo il SALMO 82 tradotto dagli esegeti cristiani anche se sarebbe più corretto dire "per" gli esegeti cristiani in modo funzionale al proprio fantasioso racconto :



ANALISI TRADUZIONE CRISTIANA

Facendo una semplice analisi notiamo subito che è stata mantenuta la presenza di 14 verbi al plurale. Certo, avrebbero preferito metterli al singolare ma la manomissione a favore del monoteismo sarebbe stata troppo evidente, meglio non rischiare. Immaginate allora il "duro lavoro" nel trasformare al singolare 14 verbi plurali usando apposite allegorie nel momento in cui vi viene spiegato a voce questo Salmo. Inoltre leggiamo la presenza della parola Dio (2 volte), il plurale dei (2 volte) e l'Altissimo (1 volta). Tradotto così viene naturale pensare che si parli sempre di Dio anche se diventa poi imbarazzante spiegare la parola "dei". In verità, come andremo a vedere, c'è sempre scritto Elohim nel testo originale in corrispondenza a Dio e dei.

Pertanto nella traduzione fatta su misura per il monoteismo risulterebbe che Dio partecipa all'assemblea degli dei (alla faccia del monoteismo), poi invoca l'Altissimo (invoca se stesso dimenticandosi di esserlo lui ?) ed infine invoca Dio (invoca di nuovo se stesso parlandone in terza persona ?) invitandolo a sorgere. Messa così sembra ci sia qualche problema di schizzofrenia per il quale occorrono davvero pagine e pagine di spiegazioni nel fare tornare i conti. Ciò accade unicamente in quanto non si sono rispettate le Sacre Scritture. Naturalmente i teologici vi spiegheranno la loro interpretazione e sapranno probabilmente sedurvi la mente. Ma se siete qui è evidente che non siate interessati a farvi sedurre dal serpente come accadde alla malcapitata Eva.

SALMO 82 - CODICE DI LENINGRADO

Ed ora leggiamo il SALMO 82 da cui deriva proprio la versione degli esegeti cristiani e scopriamo i veri termini presenti nella Sacre Scritture che in fase di traduzione non sono stati rispettati :






ANALISI CODICE DI LENINGRADO

Niente panico. I colori corrispondono alle parole della traduzione degli esegeti cristiani. Come potete notare nelle Sacre Scritture abbiamo 4 termini identici che indicano sempre e solo Elohim (colore rosso), mentre nelle traduzioni anziché avere 4 volte la stessa parola (ammettendo che sia Dio, seppur inventata) sono stati invece usati 2 Elohim per indicare una volta Dio e una volta la parola "divina" ed altri 2 Elohim per tradurre "dei". Invenzione pura.

Anche il termine El (colore azzurro) è stato tradotto sempre con Dio senza alcun fondamento filologico in quanto El è diverso da Elohim (essendo il suo singolare).

Infine il termine Elyon (colore giallo) è stato tradotto con Altissimo (come del resto in tutta la Bibbia). Il problema è che mettere Altissimo, Dio, dei, influenza il lettore in quanto lo spinge a pensare che si stia parlando sempre di Dio. Lasciando invece Elyon e rispettando dunque le Sacre Scritture sappiamo che, oltre agli Elohim e ad El esiste anche la figura di un "personaggio" superiore.

Naturalmente anche il lettore meno istruito comprenderebbe, così, che l'assemblea divina è formata da un insieme di divinità chiamate Elohim. E non è importante comprendere chi siano ma solo che sono tanti e diversi. Tuttavia questa interpretazione è pericolosa per il monoteismo. Da qui l'esigenza di trasformare tutto con Dio o con aggettivi che richiamano sempre e solo Dio. Molti dei testi antichi scomodi sono stati volutamente bruciati dalla Chiesa ed è facile intuire il motivo. Per fortuna altri scritti in lingua originaria sono stati salvati e ci permettono ad oggi di comprendere l'inganno delle traduzioni.

Solo il termine Adam (colore viola) è stato correttamente tradotto in Uomo. Del resto questa traduzione non creava "preoccupazione".

SALMO 82 - TRADUZIONE CORRETTA E RISPETTOSA

Infine leggiamo come andrebbe tradotto il SALMO 82 rispettando le Sacre Scritture. Naturalmente le frasi non colorate (bianche) sono state lasciate uguali al testo italiano ma in realtà sarebbero anch'esse diverse tuttavia non è importante al fine della comprensione di questa analisi :


ANALISI TRADUZIONE CORRETTA E RISPETTOSA

Leggere in questo modo non è forse più semplice ? Senza la necessità di scomodare psichiatri e teologi per risolvere problemi evidenziati prima.

E' facile ora comprendere che il Salmo 82 ci parla di un El (termine singolare di Elohim) che partecipa all'assemblea degli Elohim condannandoli per il loro comportamento. El ricorda agli Elohim che pur essendo loro "personaggi potenti" muoiono come ogni altro adam (uomo). Questo passaggio è importante per capire che anche gli Elohim morivano seppur avessero una vita molto più longeva degli uomini (secondo alcuni di 1000 anni). Poi viene evocato Elyon, che è un'entità superiore ad El e quindi anche a tutti gli Elohim presenti nell'assemblea. Infine El invoca un altro Elohim, probabilmente non presente, invitandolo a sorgere.

Rispettando le Sacre Scritture comprendiamo tre cose importanti :

  • Esistono diverse gerarchie tra questi personaggi potenti chiamati Elohim.
  • El è il capo di tanti Elohim, in quanto presiede l'assemblea, ma esiste Elyon che è al di sopra di tutti.
  • Gli Elohim, pur avendo una vita superiore all'uomo, muoiono come gli uomini (non a caso la parola Eternità non esisteva nella lingua di quel periodo).

CONCLUSIONE

Abbiamo dunque visto in che modo irrispettoso sia stata fatta la traduzione del Salmo 82. Purtroppo ciò è accaduto per tutta la Bibbia. Ora se applicherete questa falsificazione a tutto il libro comprenderete da soli (liberandovi una volta per tutte del concetto che occorrano i teologi e le loro abili allegorie per capire) che la Bibbia non può parlare di Dio tranne sotto forzatura.

Per farlo vi basterà sostituire con Elohim laddove leggerete Dio nella Bibbia, con Elyon laddove leggerete Altissimo, e con Yahweh laddove leggerete Signore o Eterno.

Rimane sicuramente misterioso ed affascinante cercare di comprendere chi fossero gli Elohim, Elyon, Yahweh, ed altri personaggi presentati come esseri potenti. Pensate che di questo se ne stanno occupando alcuni studiosi che prevedono almeno 200 anni di lavoro per ottenere una Bibbia il più fedele possibile all'originale.

Nell'attesa accettando una lettura rispettosa delle Sacre Scritture si delinea un racconto sicuramente interessante, più di quello manomesso. Naturalmente una volta compreso che la Bibbia non parla di Dio, capirete che Gesù non può essere figlio di Dio e che tutto il Nuovo Testamento si basa su un concetto errato.

E se hai ancora qualche dubbio...



, , , , , , , , , , , , ,