Libero

angelosenzaali70

  • Donna
  • 51
  • ---
Bilancia

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Visite al Profilo 14

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita angelosenzaali70 a scrivere un Post!

Mi descrivo

La realtà dell'altro non è in ciò che ti rivela, ma in quel che non può rivelarti. Perciò, se vuoi capirlo, non ascoltare le parole che dice, ma quelle che non dice.

Su di me

Situazione sentimentale

single

Lingue conosciute

Inglese, Francese

I miei pregi

pochi

I miei difetti

troppi

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. le stelle
  2. il mare d'inverno
  3. l'ironia

Tre cose che odio

  1. le cose non dette
  2. le donne indecise
  3. l'apparenza

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Spiagge incontaminate

Vacanze Ko!

  • Spirituale
  • Passioni

    • Lettura
    • Cinema

    Musica

    • Pop

    Cucina

    • Piatti italiani
    • Cinese

    Libri

    • Classici
    • Fantasy

    Film

    • Commedia
    • Musical

    Libro preferito

    Ragione e sentimento

    Meta dei sogni

    Irlanda e Scozia, Scandinavia

    Film preferito

    Camera con vista

    Io penso che le persone non si dimenticano. Non puoi dimenticare chi un giorno ti faceva sorridere, chi ti faceva battere il cuore, chi ti faceva piangere per ore intere. Le persone non si dimenticano. Cambia il modo in cui noi le vediamo, cambia il posto che occupano nel cuore, il posto che occupano nella nostra vita. Ci sono persone che hanno tirato fuori il meglio di me, eppure adesso tra noi, ...c’è solamente un semplice “ciao”. Ci sono persone che hanno preso il mio cuore e lo hanno ridotto in mille pezzi, senza nemmeno pensarci due volte. Ci sono persone che sono entrate nella mia vita in punta di piedi…e ne sono uscite esattamente nello stesso modo. Ci sono persone che hanno creato un gran casino, che hanno sconvolto i miei piani, che hanno confuso le mie idee. Ci sono persone che nonostante tutto, sono ancora parte della mia vita. Ci sono persone che sono arrivate e non sono più andate via. Ci sono persone che, anche se io non le ho mai sentite, ci sono sempre state. E poi…ci sono persone che non fanno ancora parte della mia vita, ma che tra qualche anno forse, saranno le persone più importanti per me. Ci sono persone che: nonostante mi abbiano fatto versare lacrime, mi abbiano stravolto la vita…mi hanno insegnato a vivere. Mi hanno insegnato a diventare quello che sono. E, anche se oggi tra noi resta solamente un sorriso o un semplice ciao, faranno per sempre parte della mia vita. Io non dimentico NESSUNO. Non dimentico chi ha toccato con mano, almeno per una volta la mia vita. Perchè se lo hanno fatto, significa che il destino ha voluto che mi scontrassi anche con loro prima di andare avanti."
    Luciano Ligabue

    È una follia odiare tutte le rose perché una spina ti ha punto, abbandonare tutti i sogni perché uno di loro non si è realizzato, rinunciare a tutti i tentativi perché uno è fallito. (Antoine de Saint-Exupery, Il Piccolo Principe)

    Come farti capire?

    Come farti capire che c'è sempre tempo? Che uno deve solo cercarlo e darselo, Che nessuno stabilisce norme salvo la vita, Che la vita senza certe norme perde forma, Che la forma non si perde con l'aprirci, Che aprirci non è amare indiscriminatamente, Che non è proibito amare, Che si può anche odiare, Che l'odio e l'amore sono affetti, Che l'aggressione è perché sì ferisce molto, Che le ferite si rimarginano, Che le porte non devono chiudersi, Che la maggiore porta è l'affetto, Che gli affetti ci definiscono, Che definirsi non è remare contro corrente, Che non quanto più forte si fa il segno più lo si scorge, Che cercare un equilibrio non implica essere tiepido, Che negare parole implica aprire distanze, Che trovarsi è molto bello, Che il sesso fa parte del bello della vita, Che la vita parte dal sesso, Che il "perché" dei bambini ha un perché, Che voler sapere di qualcuno non è solo curiosità, Che volere sapere tutto di tutti è curiosità malsana, Che non c'è nulla di meglio che ringraziare, Che l'autodeterminazione non è fare le cose da solo, Che nessuno vuole essere solo, Che per non essere solo devi dare, Che per dare dovemmo prima ricevere, Che affinché ci dìano bisogna sapere anche come chiedere, Che sapere chiedere non è regalarsi, Che regalarsi è, in definitiva, non amarsi, Che affinché ci vogliano dobbiamo dimostrare che cosa siamo, Che affinché qualcuno "sia" bisogna aiutarlo, Che aiutare è potere incoraggiare ed appoggiare, Che adulare non è aiutare, Che adulare è tanto pernicioso come girare la faccia, Che faccia a faccia le cose sono oneste, Che nessuno è onesto perché non ruba, Che quello che ruba non è ladro per suo piacere, Che quando non c'è piacere nelle cose non si sta vivendo, Che non ci si deve dimenticare che esiste la morte, Che si può essere morto in vita, Che si sente col corpo e la mente, Che si ascolta con le orecchie, Che costa essere sensibile e non ferirsi, Che ferirsi non è dissanguarsi,

    Che alziamo muri per non essere feriti, Che chi semina muri non raccoglie niente, Che quasi tutti siamo muratori di muri, Che sarebbe meglio costruire ponti, Che su di essi si va all'altro lato e si torna anche, Che ritornare non implica retrocedere, Che retrocedere può essere anche avanzare, Che non per il molto portarsi avanti si leva prima il sole, Come farti sapere che nessuno stabilisce norme salvo la vita? Come farti sapere che c'è sempre tempo?

    Troppo Amore

     
     Era troppo amore.Troppo grande,troppo complicato,troppo confuso,e azzardato e fecondo e doloroso.
     Era tutto quello che potevo dare,più di quanto mi convenisse. per questo si infranse.
    Non si esaurì,non finì,non morì,semplicemente si infranse, crollò come una torre troppo alta,
     come una scommessa troppo alta,come un'aspettativa troppo ambiziosa.
    Tratto dal libro "Troppo Amore" di Almudenas Grandes

    Tutto sarebbe più semplice se nascessimo con le istruzioni per l'uso e la data di scadenza.

    M'abituerò

    M'abituerò a non trovarti
    m'abituerò a voltarmi e non ci sarai
    m'abituerò a non pensarti
    quasi mai, quasi mai, quasi mai.

    Alla fine
    c'è sempre uno strappo
    e c'è qualcuno che ha strappato di più
    Non è mai
    qualcosa di esatto
    chi ha dato ha dato e poi
    chi ha preso ha preso tutto quel che c'era
    non conta più sapere chi ha ragione
    non conta avere l'ultima parola... ora.

    M'abituerò a non trovarti
    m'abituerò a voltarmi e non ci sarai
    m'abituerò a non pensarti
    quasi mai, quasi mai, quasi mai.

    Alla fine
    non è mai la fine
    ma qualche fine dura un pò di più
    Da qui in poi
    si può solo andare
    ognuno come può
    portando nel bagaglio quel che c'era
    e le macerie dopo la bufera
    ricordi belli come un dispiacere... ora.

    M'abituerò a non trovarti
    m'abituerò a voltarmi e non ci sarai
    m'abituerò a non pensarti
    quasi mai, quasi mai, quasi mai.

    M'abituerò a non trovarti, io m'abituerò
    a voltarmi e non ci sarai
    m'abituerò a non pensarti, io m'abituerò
    quasi mai, quasi mai...

    M'abituerò a non trovarti
    m'abituerò a voltarmi e non ci sarai
    m'abituerò a non pensarti
    quasi mai, quasi mai, quasi mai...

    , , , , , , , , , , , , ,