Libero

astronauta_2007

  • Uomo
  • 50
  • Napoli
Scorpione

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Visite al Profilo 4.827

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita astronauta_2007 a scrivere un Post!

Mi descrivo

Generalmente propenso allo spirito di giustizia,mi lascio guidare dall'istinto,ke molti dicon esser cavalleresco alla maniera antica del cavaliere...Adoro le cose semplici!Il mio aspetto?180cm,chioma castana e okki azzurri,salutista,ma poco interessato all'aspetto esteriore...

Su di me

Situazione sentimentale

single

Lingue conosciute

Inglese, Spagnolo

I miei pregi

Modestia...TANTISSIMA!

I miei difetti

TROPPISSIMI!

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. Andare oltre gli sguardi
  2. navigare contro corrente
  3. volare alto

Tre cose che odio

  1. Subire la menzogna
  2. Scendere a compromessi
  3. La mancanza di rispetto

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Prendo l'auto e parto

Vacanze Ko!

  • Crociera
  • Passioni

    • Arte
    • Cinema
    • Suonare

    Musica

    • Folk
    • Lirica

    Cucina

    • Piatti italiani

    Libri

    • Classici
    • Narrativa

    Sport

    • Calcio e calcetto
    • Arti marziali

    Film

    • Drammatico

    Libro preferito

    Lettere da una città bruciata

    Meta dei sogni

    Sud America, Isole tropicali in generale

    Film preferito

    Top Gun

    ALONE

    Non sentivo...non vedevo...non ascoltavo le voci della mia anima...Ho errato,ma non ho trovato.Chiaro è solo il colore dei miei occhi...

    ...e tu come stai

    Ho girato e rigirato senza sapere dove andare
    ed ho cenato a prezzo fisso seduto accanto ad un dolore
    Tu come stai? Tu come stai? Tu come stai?

    E mi fanno compagnia quaranta amiche...le mie carte
    anche il mio cane si fa forte e abbaia alla malinconia
    Tu come stai? Tu come stai? Tu come stai?

    Tu come vivi, come ti trovi
    chi viene a prenderti chi ti apre lo sportello
    chi segue ogni tuo passo chi ti telefona
    e ti domanda adesso..Tu come stai? Tu come stai?
    Tu come stai? Tu come stai?

    Ieri ho ritrovato le tue iniziali nel mio cuore,
    non ho più voglia di pensare e sono sempre più sbadato
    Tu come stai? Tu come stai? Tu come stai?

    Tu cosa pensi come cammini
    chi ti ha portato via chi scopre le tue spalle
    chi si stende al tuo fianco chi grida il nome tuo
    chi ti accarezza stanco...

    Tu come stai? Tu come stai? Tu come stai?

    Tu come stai? Non è cambiato niente no
    il vento non è mai passato tra di noi, tu come stai?
    Non è accaduto niente no,
    il tempo non ci ha mai perduto
    come stai? Tu come stai?....

    VERSO L'INFINITO

    "...e il naufragar m'è dolce in questo mar"

    Mare di Napoli

    Sogno e dannazione!

    E'il paese delle contraddizioni,ma non amarlo è impossibile!

    Tutto è poesia

    Tutto è poesia se proviene dal cuore...

    "i'mi son un ke quando amor m'ispira noto

    ed a quel modo ke mi ditta dentro vò significando"

                     Parola del Sommo Poeta!

    Senza sole

    La mente imbavagliata dal cuore...troppo fuori moda ormai...

    come occhi gonfi di lacrime vere

    come viaggio verso il niente

    come pianto o dolore di un amico.

    Ora che il sole è solo fuori

    ora che brucia la pelle

    ora che acceca lo sguardo

    vorrei solo meno buio dentro

    non si dimentica...

    L'estate è finita ed i bar sono chiusi per ferie
    chi ci ha una donna sta in casa e affitta videotape ultima serie
    è una sera senza insegne luminose, giallo di semaforo e nessuno
    per strada
    con le ore che passano adipose ed il silenzio è una punta di
    spada.
    Accendo l'autoradio e cerco musiche solari
    guido piano e fumo qualche cosa girando senza itinerari
    non posso non pensare a noi, a come tutto era così diverso
    quando le sere si accendevano improvvise ed io un pianeta al
    centro dell'universo.
    E tu, davanti a me! E' un cielo rosso su Roma
    e tu sopra di me, criniera al vento ed i polmoni
    gonfi di suoni d'Africa, di riti antichi e ancora nuovi
    ed ali grandi di cicogne e schiuma a conquistar la spiaggia
    ed esplorarti sconfinando liberandoci e la pioggia
    Ed asciugarsi, respirare, riconquistarsi, farsi male
    succhiarsi il sangue e poi sbarcare come un marine sopra il tuo
    cuore.
    E mi piaceva davvero pettinarti i capelli
    quei miliardi di diavoli neri, la punta estrema dei tuoi pensieri
    come eravamo diversi, più buoni e forse più sognatori
    noi dentro camera persi e tutto, tutto il mondo fuori.
    E tu, davanti a me! e un cielo rosso su Roma
    e tu sopra di me ciurma festosa di pirati
    che irrompono in coperta e cantano, sole in faccia ed ubriachi.
    E ancora tu sopra di me e un'estasi di mani e fianchi
    e schiene vellutate e ancora riccioli cadono pesanti
    e praterie di seta, battiti leggeri d'ali
    luce di coda di cometa e trasparenti i tuoi fondali
    ed asciugarsi, respirare, riconquistarsi, farsi male
    succhiarsi il sangue e poi sbarcare come un marine sopra il tuo
    cuore

    ENERGIA

    SCRITTO SULLA SABBIA

    Che il bello e l'incantevole
    Siano solo un soffio e un brivido,
    che il magnifico entusiasmante
    amabile non duri:
    nube, fiore, bolla di sapone,
    fuoco d'artificio e riso di bambino,
    sguardo di donna nel vetro di uno specchio,
    e tante altre fantastiche cose,
    che esse appena scoperte svaniscano,
    solo il tempo di un momento
    solo un aroma, un respiro di vento,
    ahimè lo sappiamo con tristezza.
    E ciò che dura e resta fisso
    non ci è così intimamente caro:
    pietra preziosa con gelido fuoco,
    barra d'oro di pesante splendore;
    le stelle stesse, innumerabili,
    se ne stanno lontane e straniere, non somigliano a noi
    - effimeri-, non raggiungono il fondo dell'anima.
    No, il bello più profondo e degno dell'amore
    pare incline a corrompersi,
    è sempre vicino a morire,
    e la cosa più bella, le note musicali,
    che nel nascere già fuggono e trascorrono,
    sono solo soffi, correnti, fughe
    circondate d'aliti sommessi di tristezza
    perché nemmeno quanto dura un battito del cuore
    si lasciano costringere, tenere;
    nota dopo nota, appena battuta
    già svanisce e se ne va.

    Così il nostro cuore è consacrato
    con fraterna fedeltà
    a tutto ciò che fugge
    e scorre,
    alla vita,
    non a ciò che è saldo e capace di durare.
    Presto ci stanca ciò che permane,
    rocce di un mondo di stelle e gioielli,
    noi anime-bolle-di-vento-e-sapone
    sospinte in eterno mutare.
    Spose di un tempo, senza durata,
    per cui la rugiada su un petalo di rosa,
    per cui un battito d'ali d'uccello
    il morire di un gioco di nuvole,
    scintillio di neve, arcobaleno,
    farfalla, già volati via,
    per cui lo squillare di una risata,
    che nel passare ci sfiora appena,
    può voler dire festa o portare dolore.
    Amiamo ciò che ci somiglia,
    e comprendiamo
    ciò che il vento ha scritto
    sulla sabbia.

    Hermann Hesse da La felicità, versi e pensieri

    , , , , , , , , , , , , ,