Libero

diego2020200

  • Uomo
  • 52
  • Dove si vivono le sensazioni più intense
Scorpione

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: Un'ora fa

Ultime visite

Visite al Profilo 5.944
Bacheca7 post
diego2020200 più di un mese fa

 

 

TU, DI NUOVO.
Una lacrima annega nel mare del cuore,
mentre ascolti
il silente vociare dei ricordi.
Ad ogni goccia,
diventa dolore d’un passato
che si propaga in cerchi concentrici
che ci allontanano silenziosi nella notte.
Ma sulla pelle vivono ancora
caldi brividi,
che scorrono dentro il tuo corpo,
quando sapevi infiammare
il tempo dell’amore.
Nulla può finire.
Ti lascerò rubare la mia anima,
sarò terra che accompagnerà i tuoi passi,
fuoco che travolgerà i tuoi sensi,
vento che allontanerà la tua malinconia,
sarò per te tutto e niente,
nuovo cammino, nuove certezze.
Per te sarò un nuovo amore.

 

 

 

 

 

LA TUA PELLE, IL TUO CORPO

Non hanno tempo i sentimenti puri.

Non hanno spazio le sensazioni ardenti.

Ma come cambia il cuore,

quando il tuo sguardo diventa una visione

tutta da godere.

Quando le mani sfiorano

la tua pelle sempre meno sconosciuta.

Esiste il tempo,

quello che passa,

quello che ruba a ogni minuto

sensazioni che non torneranno più.

Inciampa ormai il giorno,

verso un rapido tramonto,

inghiottito da un avido orizzonte:

la fine del giorno.

Si allungano le ombre,

il desiderio cresce,

più calda la passione

tace il cuore,

Il desiderio della tua pelle

non finisce mai

 

SENZA LUCE

E’ passato un altro giorno,

il solito, stesso lavoro, i soliti problemi

arricchiti da qualcuno

che ha sempre qualcosa da insegnare,

Sei nella tua cameretta,

porta socchiusa, ti spogli,

nella penombra vedo appena i tuoi lineamenti.

Intravvedo i tuoi fianchi, i tuoi movimenti lenti.

Non accendere la luce,

Voglio immaginare, scoprirti

con gli occhi della mente,

trovare le tue labbra, stringere i tuoi fianchi

lasciare che le mani ti scoprano tutta.

Nel buio basta il contatto,

Non serve la luce.

 

 

 

 

 

 

Ti piace?
25

Mi descrivo

Lavoro nel mondo delle tecnologie innovative e progetti di razionalizzazione processi aziendali. Sono dirigente in una multinazionale tedesca. Mi piace scrivere, tutte le emozioni e sensazioni del mondo che mi circonda, della natura, delle cose, delle persone. Mi piace camminare...ho studiato filosofia e psicologia. Mi piace viaggiare, mi piace l'arte e la musica classica e parte della leggera.

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

Francese, Inglese, Spagnolo

I miei pregi

-

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. Scrivere e Leggere
  2. Musica e sport
  3. suscitare sensazioni intense

Tre cose che odio

  1. Generalmente non odio nessuno
  2. piuttosto evito
  3. l'ignoranza caparbia

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Avventura
  • Città d'arte
  • Spiagge incontaminate

Passioni

  • Arte
  • Motori
  • Tecnologia
  • Lettura
  • Musica

Musica

  • Classica
  • Blues

Cucina

  • A tutto pesce e frutti di mare
  • Grigliatona tra amici

Libri

  • Psicologia
  • Storici
  • Saggi

Sport

  • Nuoto

Film

  • Azione
  • Storico
  • Biografico
  • Avventura
  • Spionaggio

Libro preferito

L'ELOGIO DELLA PAZZIA DI ERASMO DA ROTTERDAM

Meta dei sogni

SOLE, MARE, LIBERTA'

Film preferito

MATRIX

TU

 

 

Sei nella tua cameretta,

porta socchiusa, ti spogli,

nella penombra vedo appena i tuoi lineamenti.

Intravvedo i tuoi fianchi, i tuoi movimenti lenti.

Non accendere la luce,

Voglio immaginare di scoprirti

con gli occhi della mente,

trovare le tue labbra, stringere i tuoi fianchi

lasciare che soltanto le mani ti scoprano davvero.

Ti adagi, vicino a me, ti bacio,

sento il calore del tuo corpo,

che desidero mentre tu ascolti i miei sospiri,

finché sei sopra di me, ti muovi

mi accogli, rimaniamo stretti cosi, attimi stupendi,

Nel buio basta solo il contatto,

Non serve più la luce.

  1. TACE LA NOTTE

Ci sei,

avverto la tua presenza,

intravedo le tue forme avvicinarsi.

I tuoi lineamenti chiaro scuri,

appena illuminati da una piccola abat-jour.

Nel tuo sguardo il nostro mondo,

le labbra tumide, color vermiglio.

La vestaglia cade e tu mi appari

nuda, stupenda dea della notte.

Ti adagi, sento le labbra

unirsi alla tue,

le avverti poi scivolare lungo il collo,

i seni turgidi, poi sull’ombelico fino al ventre,

quasi a catturare con avidità

tutto il tuo profumo.

Prendi i miei fianchi, li avvicini a te.

La pelle già calda,

cerca un unico contatto.

Sospiri prima sommessi,

poi sempre più rapidi,

attraversano la stanza silenziosa.

Quindi un sussurro, quasi un suono,

rimane appeso nell’aria,

densa di passione,

breve, dolce, intenso:

sono tua !!

 

 

 

................. RICORDA ...................

Il tempo fugge lasciandoci il rimpianto di ciò che non è stato ...........

 

 

SENZA LUCE

E’ passato un altro giorno,

il solito, stesso lavoro, i soliti problemi

arricchiti da qualcuno

che ha sempre qualcosa da insegnare,

Sei nella tua cameretta,

porta socchiusa, ti spogli,

nella penombra vedo appena i tuoi lineamenti.

Intravvedo i tuoi fianchi, i tuoi movimenti lenti.

Non accendere la luce,

Voglio immaginare, scoprirti

con gli occhi della mente,

trovare le tue labbra, stringere i tuoi fianchi

lasciare che le mani ti scoprano tutta.

Nel buio basta il contatto,

Non serve più la luce.

 

 

 

Mentre il nostro sangue caldo scorre violento

dentro di noi come un fiume in piena......

, , , , , , , , , , , , ,