Libero

gildina4

  • Donna
  • 44
  • salentognitanto
Toro

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita gildina4 a scrivere un Post!

Mi descrivo

Il segreto di una vita riuscita è impegnarsi ad agire per ciò che ami e amare ciò per cui ti impegni. F.M.D.

Su di me

Situazione sentimentale

single

Lingue conosciute

Inglese

I miei pregi

sono socievole,altruista e sensibile

I miei difetti

orgogliosa,introversa e un pò pignola

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. animali
  2. libri
  3. musica

Tre cose che odio

  1. ingiustizia
  2. cattiveria
  3. insensibilità

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Montagna

Passioni

  • Musica
  • Cinema
  • Lettura

Musica

  • Rock
  • Folk

Cucina

  • Piatti italiani

Libri

  • Narrativa
  • Psicologia

Sport

  • Pallavolo

Film

  • Drammatico

Libro preferito

oceanomare di Baricco

Meta dei sogni

Australia e Nuova Zelanda, Centro America

Film preferito

the hours

La vita

 ...Perchè è così che ti frega la vita.Ti piglia quando hai ancora l'anima addormentata e ti semina dentro un immagine,un odore o un suono, che poi non te lo togli più.E quella li era la felicità.Lo scopri dopo,quand'è troppo tardi .E già sei,per sempre, un esule: alla deriva...

... E ti si tendono le reti al cervello,dolorosamente,fino allo stremo,come ragnatele esauste, chiamate dopo secoli a catturare il volo di immagini impazzite,e il ragno che sei tu,ad affannarsi avanti e indietro in bilico tra l'ebbrezza dell'abbuffata e la precisa esatta numerica certezza che la ragnatela è a un istante dal cadere per sempre... La vita è sostanzialmente incoerente e la prevedibilità dei fatti un'illusoria consolazione.

                                                                                             A.B.                                                                         

il tempo dissolve il superfluo e conserva l'essenziale...

...un pò di sottosuolo

Non solo non ho saputo diventare cattivo,ma nemmeno niente altro:nè cattivo,nè buono,nè mascalzone,nè onesto,nè eroe,nè insetto.Ora poi finisco i miei giorni nel mio angoletto,stuzzicandomi con la maligna e perfettamente inutile consolazione che un uomo intelligente non può in effetti,diventare sul serio niente,e diventa qualcosa solo uno stupido.Sissignore,un uomo intelligente del  XIX secolo deve ed è moralmente obbligato ad essere una creatura prevalentemente senza carattere,perchè un uomo di carattere,una persona attiva è una creatura prevalentemente limitata....Vi dirò solennemente che molte volte ho voluto diventare un insetto.Ma non mi sono meritato nemmeno questo.Vi giuro signori,che l'eccesso di coscienza è una malattia,una vera ,autentica malattia.

                                                                                                                  F.D.

I desideri

"Poi non è che la vita vada come tu te la immagini.Fa la sua strada.E tu la tua.E non sono la stessa strada.Così...Io non è che volevo essere felice,questo no.Volevo... salvarmi,ecco:salvarmi.Ma ho capito tardi da che parte bisognava andare:dalla parte dei desideri.Uno si aspetta che siano altre cose a salvare la gente: il dovere,l'onestà,essere buoni,essere giusti. No. Sono i desideri che salvano. Sono l'unica cosa vera.Tu stai con loro, e ti salverai.Però troppo tardi l'ho capito.Se le dai tempo,alla vita,lei si rigira in un modo strano,inesorabile: e tu ti accorgi che a quel punto non puoi desiderare qualcosa senza farti del male. E' li che salta tutto,non c'è verso di scappare,più ti agiti più si ingarbuglia la rete,più ti ribelli più ti ferisci. Non se ne esce. Quando era troppo tardi,io ho iniziato a desiderare. Con tutta la forza che avevo. Mi sono fatta tanto di quel male che tu non te lo puoi nemmeno immaginare."                                                                                

                                                                                                                A.Baricco

Percorsi

La vita di ogni uomo è una via verso se stesso,il tentativo di una via,l'accenno di un sentiero.Nessun uomo è mai stato interamente lui stesso,eppure ognuno cerca di diventarlo,chi sordamente,chi luminosamente,secondo le possibilità.Ognuno reca con se,fino alla fine,residui della propria nascita,umori e gusci d'uovo d'un mondo primordiale.Certuni non diventano mai uomini,rimangono rane,lucertole,formiche.Taluno è uomo sopra e pesce sotto,ma ognuno è una rincorsa della natura verso l'uomo.Tutti noi abbiamo in comune le origini,le madri,tutti veniamo dallo stesso abisso,ma ognuno,tentativo e rincorsa dalle profondità,tende alla propria meta.Possiamo comprenderci l'un l'altro,ma ognuno può interpretare solo se stesso.

                                                                              H.H.

Link Preferiti

, , , , , , , , , , , , ,