Libero

mauricio1977

  • Uomo
  • 43
  • Martinsicuro
Ariete

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: 02 settembre

Ultime visite

Visite al Profilo 1.193

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita mauricio1977 a scrivere un Post!

Mi descrivo

be che dire di me... amo la grafica che è anche il mio lavoro, adoro ogni forma d'arte, "sono un pazzo scatenato", odio l'ignoranza, ascolto musica da mattina a sera, e cerco amici per condividere i miei 200000000000 di interessi

Su di me

Situazione sentimentale

fidanzato/a

Lingue conosciute

Inglese, Spagnolo

I miei pregi

tanti

I miei difetti

troppi

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. la
  2. mia
  3. lei

Tre cose che odio

  1. il nano
  2. malefico
  3. di berlusconi

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Città d'arte

Vacanze Ko!

  • Campeggio
  • Passioni

    • Arte
    • Fotografia
    • Cucina

    Musica

    • Jazz
    • Rock

    Cucina

    • Piatti italiani

    Libri

    • Saggi

    Film

    • Horror

    Libro preferito

    il mondo di sofia- il cacciatore di aquiloni

    Meta dei sogni

    Africa mediterranea, Islanda

    Film preferito

    pulp fiction - il cacciatore di aquiloni

    le mie parole

     

     

    le mie parole vorrei fossero per te, un vestito contro la solitudine, un riparo dalle lacrime, uno scudo contro le avversità, sentimenti per fermare l'istante e dare senzo al tempo. Le mie parole non hanno un fine concreto se non per riempire i vuoti del cuore, per non affogare nel banale, per continuare a sognare.Le mie parole cercano la libertà, senza ipocrisie spezzano i muri che ci dividono per vivere e volare, Le mie parole sono un salto nel buio, sono l'attesa tra passato e futuro di un viaggio del pensiero oltre i limiti della conoscenza. Le mie parole parlano di te

    alla donna che non ho più

    Il sole un giorno tornerà
    ad asciugare queste lacrime.
    Sono state versate per troppo tempo.
    A lungo ho atteso il tuo ritorno,
    ho aspettato che i tuoi occhi
    mi guardassero ancora, che ti
    accorgessi quanto in realtà io ti volevo.
    Ora è tardi e osservandoti da lontano mi
    accorgo che non ci sei più.

    “Un vincente è qualcuno
    che riconosce il suo talento
    naturale,lavora sui suoi
    limiti per tramutarli in abilità,
    e usa queste abilità per
    realizzare i suoi obiettivi”
    Larry Bird

    Omaggio a te...

    Imparammo ad amarti
    dalla storica cima
    da dove il sole del tuo coraggio
    tenne la morte in iscacco.

    Qui indugia la chiara
    e pregnante trasparenza
    della tua amata presenza,
    Comandante Che Guevara.
     

    al mio grande amore... mia figlia

    Con l'augurio che la strada che
    dovrai percorrere sia illuminata da:
    la serenità di accettare le cose che
    non puoi cambiare;
    il coraggio di cambiare quelle che
    si possono cambiare;
    la saggezza di distinguere le une
    dalle altre.

    LABBRA PER CUI SI MUOVONO BACI

    Ho trovato la tua voglia di baciarmi nell’irresistibile contatto di luci
    laddove lo sfondo di carta assorbiva
    lo stomaco degli occhi
    e la luna caduta nel mare s’appropriava della notte…
    la musica era suono vero
    la spiaggia capovolta rubava posto al cielo
    io pittrice di tramonti
    tu il sole dei miei giorni….
    Il morso dell’alba ci portava il mal d’Africa
    amaro il vento sussurrava voci
    solo le labbra mute
    bagnate di rosso
    e di more selvagge
    muovevano baci…
    (tempo mai avuto)

    LAVORATE E COSTRUITE, FIGLI MIEI

    Voi saprete un giorno, figli miei, saprete
    perchè noi lasciamo il canto sospeso,
    il libro aperto, l'opera incompiuta
    per riposare sotto terra.
    Non piangete più, figli miei, non piangete più.
    Perchè menzogne e sozzure gettano a piene mani?
    Perchè le lacrime che versiamo,
    l'ingiustizia che ci opprime?
    Il mondo lo saprà un giorno.
    La terra sorriderà, figli miei, essa sorriderà,
    e il verde ricoprirà la nostra tomba.
    I massacri finiranno, il mondo conoscerà la gioia
    nella fraternità e nella pace.
    Lavorate e costruite, figli miei, costruite
    un monumento all'amore e alla gioia
    alla dignità umana, alla fede
    che abbiamo serbato per voi, figli miei, per voi.
    Ethel Rosemberg
    Carcere di SING-SING 16 Giugno 1953
    , , , , , , , , , , , , ,