Libero

metelontane

  • Donna
  • 57
  • timbuctu\'
Toro

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Visite al Profilo 65

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita metelontane a scrivere un Post!

Mi descrivo

Quello che nella donna ispira rispetto e' l'agilita' da vera bestia selvaggia, l'unghia della tigre sotto il guanto.

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

-

I miei pregi

nero nel bianco

I miei difetti

Bianco nel nero

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. Quelle che mi specchiano qui ora.
  2. nessuna
  3. nessuna

Tre cose che odio

  1. L'altra faccia dell'amore.
  2. nessuna
  3. nessuna

I miei interessi

Film preferito

Baraka

Non siamo realmente noi, se non quando, mettendoci di fronte a noi stessi, non coincidiamo per niente. ( Franco Volpi)

Ossimoro. Come un fiore in un deserto riarso. Come le lacrime, che rincorrono la gioia. Come i sogni, che si svegliano nella realta'. Come ogni giorno che ci porta luce e ci annuncia il buio....ogni giorno.

TUTTO QUANTO CONCERNE L'ANIMA SI SVELA SPONTANEAMENTE ED OGNI SFORZO RAZIONALE NON FA CHE ALLONTANARLA. QUESTO PERCHE' LA SUA NATURA NON E' FENOMENICA. SI COGLIE COL CUORE, COME UNA POESIA O UN'OPERA D'ARTE. SI SENTE, SI AMA, MA NESSUN CONCETTO, COME OMBRA FUGACE, E' AD ESSA ADEGUATO.   JALAL AL-DIN RUMI

Il proprio ritmo

IL bruco stava faticando per uscire dal proprio bozzolo e diventare farfalla.Un uomo osservo' la scena e gli parve alquanto dolorosa per l'insetto. Decise di aiutare la farfalla alitandole dolcemente sopra. Il processo s'accelero', ma le ali della farfalla rimasero per sempre atrofizzate.

DIO

Ad un maestro sufi venne chiesta qual'è l'identità di Dio. Egli rispose:" Con la mente libera dagli affanni, ho visto Dio con l'occhio del cuore. Gli ho domandato:" Chi sei tu?". Mi ha risposto:" Tu".

Allora Almitra parlò dicendo: Ora vorremmo chiederti della Morte.
E lui disse:
Voi vorreste conoscere il segreto della morte.
ma come potrete scoprirlo se non cercandolo nel cuore della vita?
Il gufo, i cui occhi notturni sono ciechi al giorno, non può svelare il mistero della luce.
Se davvero volete conoscere lo spirito della morte, spalancate il vostro cuore al corpo della vita.
poiché la vita e la morte sono una cosa sola, come una sola cosa sono il fiume e il mare.

Nella profondità dei vostri desideri e speranze, sta la vostra muta conoscenza di ciò che è oltre la vita;
E come i semi sognano sotto la neve, il vostro cuore sogna la primavera.
confidate nei sogni, poiché in essi si cela la porta dell'eternità.
La vostra paura della morte non è che il tremito del pastore davanti al re che posa la mano su di lui in segno di onore.
In questo suo fremere, il pastore non è forse pieno di gioia poiché porterà l'impronta regale?
E tuttavia non è forse maggiormente assillato dal suo tremito?

Che cos'è morire, se non stare nudi nel vento e disciogliersi al sole?
E che cos'è emettere l'estremo respiro se non liberarlo dal suo incessante fluire, così che possa risorgere e spaziare libero alla ricerca di Dio?
Solo se berrete al fiume del silenzio, potrete davvero cantare.
E quando avrete raggiunto la vetta del monte, allora incomincerete a salire.
E quando la terra esigerà il vostro corpo, allora danzerete realmente.

Kahlil Gibran

Noi nani intelligenti, con la nostra volonta' ed i nostri fini, veniamo molestati da stupidi giganti, i casi, gettati a terra dalla loro corsa, spesso calpestati a morte, ma nonostante cio' non vorremmo rimanere senza la terribile poesia di questa vicinanza, poiche' questi mostri giungono spesso, quando la vita, nella tela di ragno dei fini e' diventata troppo noiosa o angustiosa e ci offrono un sublime diversivo. Nietzche.

Ci sono giorni, in cui tra sensi e cuore non si frappone ostacolo e distanza.

Sono quelli in cui gusti il colore di una rosa ed ascolti il cielo.

, , , , , , , , , , , , ,