Libero

paginabianca_2007

  • Donna
  • 52
  • Ascoli Piceno
Vergine

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: 07 agosto

Ultime visite

Visite al Profilo 389

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita paginabianca_2007 a scrivere un Post!

Mi descrivo

Semplice e complessa, tra una miriade di sfumature

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

Francese, Inglese

I miei pregi

-

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. mare, anche d'inverno
  2. luna piena e cielo stellato
  3. caffè amaro, cioccolato fondente

Tre cose che odio

  1. maleducazione
  2. invadenza
  3. fumo

I miei interessi

Passioni

  • Cinema
  • Lettura
  • Musica

Musica

  • Soul

Cucina

  • Piatti italiani
  • Fusion

Film

  • Commedia
  • Thriller

Libro preferito

Tre uomini in barca, per non parlar del cane

Meta dei sogni

Estremo Oriente

Film preferito

Il giardino segreto

Tessitura&oltre - Maria Maddalena Terzuolo

Tanti fili, diversi per colore spessore e origine s'intrecciano, 

pazientemente e incessantemente fino a costruire,

giorno dopo giorno,

un tessuto compatto e resistente,

capace di racchiudere un disegno che apparirà

solo alla fine del lavoro...

IL DECALOGO di Millumino di meno

Buone abitudini quotidiane:

1. Spegnere le luci quando non servono.

2. Spegnere e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici.

3. Sbrinare frequentemente il frigorifero; tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l'aria.

4. Tenere il coperchio sulle pentole quando si bolle l'acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola.

5. Se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre.

6. Ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lascia passare l'aria.

7. Utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne.

8. Non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni.

9. Inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni.

10. Utilizzare l'automobile il meno possibile e se necessario condividerla con chi fa lo stesso tragitto.

Jung

Il sogno è il teatro dove il sognatore è allo stesso tempo sia la scena, l'attore,

il suggeritore, il direttore di scena, il manager, l'autore, il pubblico e il critico.

La crisi è 1 punto di passaggio dove...

"il tutto subisce un cambiamento subitaneo, dal quale l'individuo esce trasformato, sia dando origine a una nuova risoluzione, sia andando verso la decadenza. La storia della vita non segue il corso uniforme del tempo, struttura il proprio tempo qualitativamente, spinge lo sviluppo delle esperienze a quell'estremo che rende inevitabile la decisione. Solo opponendosi allo sviluppo l'uomo può fare il vano tentativo di mantenersi nella posizione di dominare la decisione senza decidere. Poi la decisione avviene suo malgrado mediante la continuazione della vita.

La crisi ha il suo momento. Non può essere anticipata né saltata. Deve, come tutte le cose della vita, maturare. Non deve apparire necessariamente in modo acuto come una catastrofe, ma può con un andamento silenzioso, apparentemente senza dar nell'occhio, compiersi per sempre in modo decisivo"

(Jaspers, 1964)

www.radio.rai.it/podcast/A9142965.mp3

www.radio.rai.it/podcast/A9143344.mp3

Diego Fusaro in "Essere senza Tempo"

Viviamo nell’epoca della fretta, un “tempo senza tempo” in cui tutto corre scompostamente, impedendoci non soltanto di vivere pienamente gli istanti presenti, ma anche di riflettere serenamente su quanto accade intorno a noi. Di qui il paradosso di una filosofia della fretta, nel tentativo di far convergere la “pazienza del concetto” e i ritmi elettrizzanti del mondo. L’endiadi di essere e tempo a cui Martin Heidegger aveva consacrato il suo capolavoro del ’27 sembra oggi riconfigurarsi nell’inquietante forma di un perenne essere senza tempo. Figlio legittimo dell’accelerazione della storia inaugurata dalla Rivoluzione industriale e da quella francese, il fenomeno della fretta fu promosso, sul piano teorico, dalla passione illuministica per il futuro come luogo di realizzazione di progetti di emancipazione e di perfezionamento. La nostra epoca “postmoderna”, che pure ha smesso di credere nell’avvenire, non ha per questo cessato di affrettarsi, dando vita a una versione del tutto autoreferenziale della fretta: una versione nichilistica, perché svuotata dai progetti di emancipazione universale e dalle promesse di colonizzazione del futuro. Nella cornice dell’eternizzazione dell’oggi resa possibile dalla glaciale desertificazione dell’avvenire determinata dal capitalismo globale, il motto dell’uomo contemporaneo – mi affretto, dunque sono – sembra accompagnarsi a una assoluta mancanza di consapevolezza dei fini e delle destinazioni verso cui accelerare il processo di trascendimento del presente.

La poesia - Alda Merini

Sono
molto
irrequieta
quando
mi legano
allo spazio

Emily Dickinson

Una parola muore

appena detta dice qualcuno.

Io dico che
solo quel giorno

comincia a vivere.


STOP!

P. Gaugin

"E chiudo gli occhi per vedere"

W. Bridges

"I veri inizi originano all'interno di noi

anche quando vengono portati

alla nostra attenzione

da circostante esterne".

Pavel Florenskij

(...)Guardate più spesso  

le stelle e l'azzurro del cielo

quando avete un peso sull'animo.

Quando la tempesta

si scatenerà nel vostro cuore

USCITE ALL'ARIA APERTA

e intrattenetevi da soli con il cielo

e la vostra anima troverà la quiete

Alda Merini



  

  
Voglio spazio per cantare crescere
errare e saltare il fosso
della divina sapienza.

F. De La Rochefoucauld

La cosa più difficile da trovare

nei legami amorosi è l'amore.

A. St. Exupéry

L'amore vero inizia là dove

non attendi nulla in cambio.

Aldous Huxley

"Esiste solo un angolo dell'universo
che potete essere certi di migliorare
ed è voi stessi".

M. L. Von Franz

Quando viaggio in macchina

o in treno

senza guardare dal finestrino,

soltanto le partenze,

le curve improvvise e le fermate,

mi rendono consapevole del fatto

che mi sto muovendo.

Alda Merini

Bambino,

se trovi l'aquilone

della tua fantasia legalo

con l'intelligenza del cuore.

Vedrai sorgere giardini incantati e

tua madre diventerà una pianta

e ti coprirà con le sue foglie.

Fa' delle tue mani

due bianche colombe che

portino la pace ovunque e

l'ordine delle cose.

Ma prima d'imparare a scrivere

guardati

nell'acqua del sentimento.

, , , , , , , , , , , , ,