Libero

rosaasilvia

  • Donna
  • 50
  • Italia
Capricorno

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Visite al Profilo 30.531

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita rosaasilvia a scrivere un Post!

Mi descrivo

mi piace conoscere persone rispettose e intelligenti

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

-

I miei pregi

-

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. onestà, coerenza e coraggio
  2. sincerità e bontà
  3. intelligenza e fantasia

Tre cose che odio

  1. nessuna
  2. nessuna
  3. nessuna
















//www.lastellinadelweb.it/Gif%20animate/Fiori/pagina16/fiori_stw-371.gif

Giuliettà



"... Quando non sarai più parte di me,
ritaglierò dal tuo ricordo
tante piccole stelline,
allora il cielo sarà così bello
che tutto il mondo si innamorerà
della notte ..."
oesie/poesie-anonime/poesia-7952>






Chi sei tu che avvolto nella notte inciampi così nei miei pensieri?
 3

Perdonami, perdonami di amarti e di avertelo lasciato capire.

49530?f=w:6>Ahimè, perché l'amore, di aspetto così gentile è poi, alla prova, così aspro e tiranno?
Chi non ha mai avuto una ferita, ride di chi ne porta i segni.

le.it/aforismi/libri/frase-68839?f=w:6>
 

...rosa che non canto, la rosa irraggiungibile.

La rosa
 
di
 
Jorge Luis Borges



La rosa,
 
l’immarcescibile rosa che non canto,
 
quella che è peso e fragranza,
 
quella del nero giardino nell’alta notte,
 
quella di qualsiasi giardino e qualsiasi sera,
 
la rosa che risorge dalla tenue
 
cenere per l’arte dell’alchimia,
 
la rosa dei persiani e di Ariosto,
 
quella che sempre sta sola,
 
quella che sempre è la rosa delle rose,
 
il giovane fiore platonico,
 
l’ardente e cieca rosa che non canto,
 
la rosa irrag
giungibile.

non c'è rosa senza spina

RoseFioriAmore


Ogni nuova rosa che nasce, mi porta il saluto di una Eterna primavera.

                                                 Tagore





Poesia delle rose

di Ciro Perussini

Rose. Rose. Rose.
Inusitato stupore.
Corolle a fior di labbra.
Baci. Baci. Carezze.
Profluvio di fragranza.
Felice amore.
Ineffabile anagogia.
Forza misteriosa.
Pace. Lirica.
Afflato di vita.
Respiro di incanto.
Soave tenerezza.
Trasognante bellezza.
Musica idilliaca.
Tal inno alla vita
entra nell'anima.
Corrobora i sensi.
Come angeli creano
lusso avvenente.
Linguaggio di gloria.
Sul mio viso scorrono
perline di pianto
di felicità.
Carme di vita.
Tranquilla estasi.
Scorre fulgida
poesia delle rose.




Questo è Pierre Ronsard, uno dei più grandi petrarchisti di Francia :
A Cassandre

Mignonne, allons voir si la rose
Qui ce matin avoit desclose
Sa robe de pourpre au Soleil,
A point perdu ceste vesprée
Les plis de sa robe pourprée,
Et son teint au vostre pareil.

Las ! voyez comme en peu d'espace,
Mignonne, elle a dessus la place
Las ! las ses beautez laissé cheoir !
Ô vrayment marastre Nature,
Puis qu'une telle fleur ne dure
Que du matin jusques au soir !

Donc, si vous me croyez, mignonne,
Tandis que vostre âge fleuronne
En sa plus verte nouveauté,
Cueillez, cueillez vostre jeunesse :
Comme à ceste fleur la vieillesse
Fera ternir vostre beauté
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
A Cassandra

Dolcezza,andiamo a vedere se la rosa
che stamattina aveva dischiuso
la sua veste di porpora al sole,
ha perso un poco questa sera
le pieghe del suo vestito rosso,
e il suo colore simile al vostro.

Ahimè,vedete come, in sì breve spazio,
dolcezza, ella ha al suolo
lasciato cadere le sue bellezze!
O natura veramente matrigna,
poiché un tal fiore non dura
che dal mattino fino alla sera.

Dunque, credetemi, dolcezza,
finché la vostra età fiorisce
nella sua più verde freschezza,
cogliete, cogliete la vostra giovinezza:
come a questo fiore, vecchiezza
farà appassire la vostra beltà.

AMICIZIA

Non nascondere
il segreto del tuo cuore,
amico mio!
Dillo a me, solo a me,
in confidenza.
Tu che sorridi così gentilmente,
dimmelo piano,
il mio cuore lo ascolterà,
non le mie orecchie.
La notte è profonda,
la casa silenziosa,
i nidi degli uccelli
tacciono nel sonno.
Rivelami tra le lacrime esitanti,
tra sorrisi tremanti,
tra dolore e dolce vergogna,
IL SEGRETO DEL TUO CUORE.


 TAGORE



un dono



Non camminare davanti a me,
potrei non seguirti;
non camminare dietro di me,
non saprei dove condurti;
cammina al mio fianco
e saremo sempre amici.
Anonimo cinese.


“ Gli uomini non hanno più tempo
per conoscere nulla.
Comprano dai mercati le cose già fatte.
Ma siccome non esistono mercati di amici,
gli uomini non hanno più amici.
Se tu vuoi un amico addomesticami”.
A. de Saint-Exupèry
dal Piccolo Principe


Il ricordo di un amico

In ricordo di un amico

Penso che nessun'altra cosa ci conforti tanto,
quanto il ricordo di un amico,
la gioia della sua confidenza
o l'immenso sollievo di esserti tu confidato a lui
con assoluta tranquillità:
appunto perchè amico.
Conforta il desiderio di rivederlo se lontano,
di evocarlo per sentirlo vicino,
quasi per udire la sua voce
e continuare colloqui mai finiti.

D.M.  Turoldo






Chi vuole avere rose belle nel suo giardino, deve avere rose belle anche nel suo cuore. Deve amarle tanto e sempre... Non soltanto deve avere per le sue rose ardente ammirazione, entusiasmo e passione, ma anche la tenerezza, la sollecitudine, la riverenza e l' accortezza dell' amore... Egli è sempre devoto e leale, nella tempesta come nelle giornate di sole:  non solo pronto a correre ad ammirare le grazie splendenti nelle mattinate d'estate, ma anche a proteggerle contro il gelo crudele quando cadono le foglie e i venti si fanno freddi. Come la donna del suo cuore è sempre la più bella, così per il vero Coltivatore di Rose, il Roseto deve sempre essere motivo di ammirazione. Per gli altri, quando i fiori sono appassiti, può rappresentare solo una siepe malconcia, per lui il Roseto è prezioso in ogni sua fase.
 

 

(Sir Reynolds Hole)




Passeggiate fra le vostre rose quando l'aria rinfresca alla fine di una calda giornata di giugno, ed entrate in silenziosa comunione con le migliaia di sconosciuti che nel corso dei secoli, hanno fatto la stessa cosa.


(Geoffrey Smith da A Passion of Plants)


on line

Contatore utenti connessi


La ballata delle roseI' mi trovai, fanciulle, un bel mattino
                                    di mezzo maggio in un verde giardino.

Eran d'intorno violette e gigli
fra l'erba verde, e vaghi fior novelli
azzurri gialli candidi e vermigli:
ond'io porsi la mano a còr di quelli
per adornar e' mie' biondi capelli
e cinger di grillanda el vago crino.

I' mi trovai, fanciulle...

Ma poi ch'i' ebbi pien di fiori un lembo,
vidi le rose, e non pur d'un colore;
io corsi allor per empir tutto el grembo,
perch'era sì soave il loro odore
che tutto mi senti' destar el core
di dolce voglia e d'un piacer divino ...




























La rosa

di

Jorge Luis Borges



La rosa,

l’immarcescibile rosa che non canto,

quella che è peso e fragranza,

quella del nero giardino nell’alta notte,

quella di qualsiasi giardino e qualsiasi sera,

la rosa che risorge dalla tenue

cenere per l’arte dell’alchimia,

la rosa dei persiani e di Ariosto,

quella che sempre sta sola,

quella che sempre è la rosa delle rose,

il giovane fiore platonico,

l’ardente e cieca rosa che non canto,

la rosa irraggiungibile.

caffè

rosa


Cogli i boccioli di rosa appena puoi, il tempo vola e vola, e il fiore stesso che oggi sorride, domani morirà.

 
                                        (Robert Hnnerik)



rosa rosae rosam











bellissima frase


Oh, donde può povenire un simile fiore? La Terra ha prodotto un fiore bambino. Piccola creatura vestita di tinte rosate, gli dei asistettero a questa nascita luminosa e tutti salutarono la Rosa, grazia sulla terra.

 Anaceronte (570 - 475 A.C.)





una rosa blu









123Friendster.Com







Image Search


, , , , , , , , , , , , ,