Libero

selene070

  • Donna
  • 47
  • Roma
Cancro

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: 17 luglio

Ultime visite

Visite al Profilo 2.169

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita selene070 a scrivere un Post!

Mi descrivo

...L'amore guida ogni mio passo...ogni mio gesto...ogni mio pensiero...

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

Francese, Inglese

I miei pregi

li lascio decidere agli altri...

I miei difetti

c\'è troppo poco spazio per scriverli tutti...

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. bambini
  2. cioccolata
  3. amore

Tre cose che odio

  1. falsità
  2. ipocrisia
  3. invidia

I miei interessi

Passioni

  • Sport
  • Ballo
  • Cucina

Libro preferito

quello che ancora devo leggere...

Meta dei sogni

Australia e Nuova Zelanda

Film preferito

tanti...

la cicogna...

Selene...

Tanto tempo fa, quando gli Dei camminavano affianco agli uomini, su nel cielo il Sole splendeva grazie ad Apollo...
Infatti ogni mattina, Apollo si svegliava, e con Pegaso, il suo cavallo alato, trainava su un carro, nell'alto dei cieli, il Sole...
Il giorno splendeva, e c'era luce grazie ad Apollo, il Dio del Sole.
Al crepuscolo poi, ogni sera, arrivava Artemide con la Luna, a dare il cambio ad Apollo lassù nei cieli...
Ogni notte il cielo era stellato, grazie ad Artemide, la Dea della Luna...
Un giorno però, quando doveva essere l'ora del tramonto, Apollo non vide arrivare Artemide. La dea infatti rimase a casa, stanca del suo lavoro notturno...
Apollo rimase in cielo tutta la notte ad aspettare Artemide. Cosi sulla terra vi fu luce anche quando doveva essere notte. Scoppiò il caos, ed il trambusto degli uomini arrivò all'orecchio di Zeus, il Padre degli Dei...Allora Zeus convocò sull'Olimpo Apollo ed Artemide, pretendendo spiegazioni...
Apollo si giustificò che rimase in cielo col Sole durante il giorno e durante la notte, in quanto Artemide non si era presentata in tempo con la Luna.
Zeus si arrabbiò con Artemide, cacciandola dall'Olimpo, e togliendole l'incarico di traghettare la Luna nei cieli....
Zeus poi si ricordò che nell'Olimpo vi era un'altra Dea capace di questo lavoro. Era Selene.Il giorno seguente Apollo era di nuovo al lavoro. Quando arrivò il crepuscolo, vide arrivare la Luna. E con essa la nuova Dea...
Quando Apollo vide Selene, se ne innamorò immediatamente.
Era bella, candida, splendente...

Apollo decise di non scendere piu dal cielo, e di passare tutta la notte assieme a Selene...
Sulla terra scoppiò quindi di nuovo il caos...
vi fu una notte nella quale sul cielo splendevano sia la Luna che il Sole...
E quando Selene alla mattina terminò il suo turno, Apollo la segui' a letto....
E sulla terra vi fu un giorno senza cielo... senza Sole e senza Luna....
Quando Zeus venne a sapere del nuovo caos, convocò immediatamente Apollo e Selene sull'Olimpo, per riferire l'accaduto.
Apollo rivelò al padre che si era innamorato di Selene, e che voleva stare tutto il tempo con lei...
Allora Zeus si infuriò con la nuova Dea, privandola anch'essa del suo incarico, e riaffidando la Luna ad Artemide...
 giorni seguenti proseguirono nella normalità...
Apollo trainava il Sole durante il giorno, ed Artemide trainava la Luna durante le notti...
Ma Selene piangeva... rivendicava il diritto di essere anch'essa una Dea della Luna... e le sue urla si sentirono fino all'Olimpo...
Zeus allora, stanco delle lamentele della giovane Dea, la chiamò di nuovo sull'Olimpo... la ascoltò, e alla fine trovò una soluzione alle sue lacrime...
Zeus divise la Luna in due parti... una parte che si può vedere, ed una che è invisibile dalla terra...
La luna visibile e la Luna piena venne assegnata ad Artemide...
mentre la Luna invisibile e scura venne assegnata a Selene, in modo che non potesse essere vista da Apollo, scongiurando altri spiacevoli imprevisti...

Cosi tutte le notti, Apollo poteva solo vedere Artemide su nel cielo...
Ed era triste, piangeva sempre....
Amava Selene, ma Zeus per punizione, gli aveva proibito per sempre di vederla....
Ma l'amore come sempre trionfò... vincendo anche contro il volere del Padre degli Dei...
Apollo e Selene infatti trovarono un modo per incontrarsi di nascosto, senza che Zeus lo venisse a sapere...
... tu sai cosè l'eclisse di Luna...?
...Un eclisse di Luna, scientificamente è quando la Terra si mette in mezzo tra il Sole e la Luna, privando ai raggi del Sole di illuminare la Luna stessa... quindi la Luna per un periodo, diventa nera...
In realtà, sono Apollo e Selene, che infrapponendo la Terra fra di loro, si incontrano senza essere visti da Zeus...

Messaggio D'Amore...

Anche se
la vita non mi desse altro che te
non avrei nulla contro
perché da quell'incontro
non ho avuto altro interesse
che non ti riguardasse.
Anche se
tu stessi solo un giorno accanto a me
accetterei lo stesso
per guardare adesso
quella luce nei tuoi occhi
che cercano i miei occhi
solo in te

UN DIFETTO NELLA DONNA

Quando Dio creò la donna era già al suo sesto giorno di lavoro facendo pure gli straordinari. Apparve un angelo e gli chiese:”Come mai ci metti tanto con questa?” E il Signore rispose: “Hai visto il mio Progetto per lei?” Deve essere completamente lavabile, però non deve essere di plastica, avere più di 200 parti muovibili ed essere capace di funzionare con una dieta di qualsiasi cosa avanzi, avere un grembo che possa accogliere quattro bimbi contemporaneamente, avere un bacio che possa curare da un ginocchio sbucciato ad un cuore spezzato e lo farà tutto con solamente due mani.”

L’angelo si meravigliò dei requisiti. “Solamente due mani….Impossibile!
E questo è solamente il modello base? E’ troppo lavoro per un giorno….Aspetta fino a domani per terminarla.” “No lo farò!” protestò il signore. “Sono tanto vicino a terminare questa creazione che ci sto mettendo tutto il mio cuore… Ella si cura da sola quando è ammalata e può lavorare 18 ore al giorno.” L’angelo si avvicinò di più e toccò la donna.

“Però l’hai fatta così delicata, Signore” “E’ delicata, ribatté Dio, però l’ho fatta anche robusta. Non Hai idea di quello che è capace di sopportare o ottenere”
“Sarà capace di pensare?” chiese l’angelo. Dio rispose: “Non solo sarà capace di pensare ma pure di ragionare e di trattare” L’angelo allora notò qualcosa e allungando la mano toccò la guancia della donna…Signore, pare che questo modello abbia una perdita…”


“Ti avevo detto che stavo cercando di mettere in lei moltissime cose… non c’è nessuna perdita… è una lacrima” lo corresse il Signore. A che cosa serve una lacrima?” chiese l’angelo. E Dio disse:“Le lacrime sono il suo modo di esprimere la sua gioia, la sua pena, il suo disinganno, il suo amore, la sua solitudine, la sua sofferenza, e il suo orgoglio.”Ciò impressionò molto l’angelo “Sei un genio, Signore, hai pensato a tutto.

Le donne hanno delle energie che meravigliano gli uomini.Affrontano difficoltà, reggono gravi pesi, però hanno felicità, amore e gioia. Sorridono quando vorrebbero gridare, cantano quando vorrebbero piangere, piangono quando sono felici e ridono quando sono nervose. Lottano per ciò in cui credono.
Si ribellano all’ingiustizia.Non accettano un “no” per risposta quando credono che ci sia una soluzione migliore.

Si privano per mantenere in piedi la famiglia.Vanno dal medico con un’amica timorosa.Amano incondizionatamente.Piangono quando i loro figli hanno successo e si rallegrano per le fortune dei loro amici.Sono felici quando sentono parlare di un battesimo o un matrimonio. Il loro cuore si spezza quando muore un’ amica.

Soffrono per la perdita di una persona cara.Senza dubbio sono forti quando pensano di non avere più energie.Sanno che un bacio e un abbraccio possono aiutare a curare un cuore spezzato. Non ci sono dubbi però… nella donna c’è un difetto: Ed è che si dimentica quanto vale.

SOLO PER AMORE (Elizabeth Barrett Browing)

Se devi amarmi, per null'altro sia
se non che per amore.
Mai non dire:
t'amo per il sorriso,
per lo sguardo,
la gentilezza del parlare,
il modo di pensare così conforme al mio,
che mi rese sereno un giorno.
Queste son tutte cose
che possono mutare, amato,
in sé o per te, un amore
così sorto potrebbe poi morire...
Soltanto per amore amami e per sempre, per l'eternità

, , , , , , , , , , , , ,