Libero

silvestro.portogallo

  • Uomo
  • 60
  • localita baroncoli 24 colline di calenza
Leone

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Visite al Profilo 5.065
Bacheca2 post

Mi descrivo

l insegna del cafè si è spenta anche i gatti son partiti è l opportunista che va che viene che sale che scende e non dice che dice cosa dice quando quando le cose cambiano l ideale l amore il lavoro l onore era tutto sbagliato, sbagliato sing ho sing. frasi di un testo di una mia canzone.

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

-

I miei pregi

sono tanti e cosi pochi

I miei difetti

piu di uno come tutti

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. nell infinito universo
  2. ce spazio
  3. per tutti

Tre cose che odio

  1. chi si spaccia per un altro
  2. chi spia la gente
  3. chi si crede artista con l arte degli altri

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Avventura
  • Città d'arte
  • Spiagge incontaminate

Passioni

  • Arte
  • Lettura
  • Musica
  • Cucina
  • Fai da te

Musica

  • Jazz
  • Blues
  • Rock
  • Soul
  • Pop

Cucina

  • Piatti italiani
  • Cinese
  • Giappo
  • Pizza
  • A tutto pesce e frutti di mare

Libri

  • Saggi
  • Classici
  • Avventura
  • Fantascienza
  • Narrativa

Sport

  • Atletica
  • Arrampicata
  • Sci
  • Bike
  • Tennis

Film

  • Azione
  • Commedia
  • Fantascienza
  • Spionaggio
  • Avventura

Libro preferito

le confessioni

Film preferito

piu di uno

verso squallido

opaco e' tutto cio' ch' e' grigio.opachi sono chi ti vuol confondere chi cerca sempre di tradirti ancora chi con tenacia e astuzia a escogitato d'esser cio' che non e,' e che poi non sara' mai.chi pensa e spera di prendere il mio nome squallidi sono fuori e dentro di loro hanno infamia e sporcizia nella mente come zecche sono spie assidue hanno paura e non sanno dir d' aver sbagliato ,squallidi esempi di uomini meschini immedesimati millesimati a doc. silvestro portogallo.in arte mastrstodd.

verso scomodo

attratti forse per gioco forse per amore forse per imbroglio fosse la luna fossero le stelle a dirci cosa fare i fati le musa cosa saranno sono dentro di noi o semplicemente sono nostre vite precedenti corrono le stelle davanti ai nostri occhi provo pena per le menti pilotate triste musica di suoni incerti vuote indagini nei cuori soffocati da strane musa e fati truccati da facce simili forse uguali

non e' un verso

sono acerbi ancora non maturi i frutti zona x citta' identificata l'ho trovata conosco i nomi ed indirizzi vari lento fuoco sta cuocendo il mio pasto ne godro' per ogni morso dato come quando canto e suono una mia nuova canzone amo le notizie e il crescere del mio intelletto forme di poesie leggo in tutti i tratti le parole si confondono ci sono poeti abili ci sono poeti sensitivi ci sono poetesse che si applicano e poeti vari che applicano un suono che sfugge ci sono i greggi di pecore i canti degli uccellini le correnti che deviano ------e tutto poi soltanto per un solo interesse .scusami io ho studiato poesia rispondendo ai poeti che leggevo creando fantasie nuove l'io x esempio non e' tuo specificazione dell 'essere un uomo ho la donna ho l'essere come vogliamo chiamarlo.frecciatina x una scrittrice e per gli scrittori che di nascosto leggono le cose del poeta che non sa'x es.. ho poverino ricorda e piange i suoi amori si dispera si rode io in vita mia non ho mai pubblicato un libro ...scusa se scrivo versi e poesie da quando avevo 14 anni seza contare le canzoni.poerdonatemi per questa ira .silvestro portogallo

verso una barriera

uno due tre quattro cinque sei sette ecc... ecc..numeri infiniti verso un 'incognita vanno cercano l'infinito senza raggiungere lo scopo sono solo numeri.

segni particolari

silvestro portogallo segni particolari mi manca il terzo dito della mano sinistra altezza 1.80 cm neo a sinistra a 2 cm dalla bocca cicatrice nel fianco sinistro dito mignolo del piede destro accavallato cicatrice sul tallone destro del piede cicatrice sul muscolo del braccio destro  altra cicatrice sul ginocchio destro una sulla caviglia destra. io sono cosi.  pittore poeta scrittore autore di canzoni e cantante  delle mie canzoni nome e co gnome silvestro portogallo.scusatemi odio i falsi doppi che recano danno ame sempre.

verso stanco

ho che fatica che bile diurne, notturne per smanie per ottiche crepe ,le magiche parole si trasformano si insidiano ti odiano se cerchi di dire che le hai scritte tu.tutti i versi del mio profilo li ho scritti io. portogallo silvestro.in diretta

verso uno scambio

sono con te esci un minuto e non seii piu' te ti giri di slancio la mia visione si agita tempo di un attimo e ci casco di nuovo entri in un negozio ti aspetto fuori poi quando esci non sei piu' la solita riesco a capire che sono cascato dentro un tranello di grande talento.

il verso che non sai

il verso che non sai tu non lo saprai mai e' il verso opposto di una strofa che non hai mai scritto e' una frase che non conosci e il significato che non hai mai vissuto e' il vuoto di una sera di un lontano ieri di donne di gente di discorsi che non sai neanche cosa significhino il verso che non sai e' cosa e sono cose di poeti che scrivono la loro vita le cose che gli succedono le storie che hanno vissuto sulla loro pelle discorsi di parole che non sai di sentimenti propri che a te non appartengono il verso che non sai sono tutte le poesie che ho scritto sono tutte le mie canzoni di anni e anni della mia vita il verso che non sai e' una ricerca poetica che ho iniziato nel mio primo libretto di poesie l'uomo bambino il continuo modo di ricercare il suono della mia immagine della mia fantasia i suono sulle frasi sugli accenti lunghi anni di studi personali tutti i miei pianti che non hai mai pianto tutti i miei sorrisi che non hai mai sorriso tutte le mie sofferenze che non hai mai sofferto tutte le mie gioie che non hai mai gioito tutta la mia rabbia che non hai ingoiato comprese le salive amare dei miei dispiaceri il verso preciso forse sara' il tuo.

verso contrario

nuvole nuove vedrai sparse nei miei versi varieta'di strofe ancora da scrivere metafore di accenti da decifrare vedrai i miei versi scorrere all'infinito che soltanto io sapro' poi dargli un fermati ,verso le speranze di credere davvero tu leggerai qualcosa che non sai che non hai mai saputo e non saprai mai cio' che significa scrivere una poesia ,una canzone, una malinconia, una magia di immagini di grande autorita'composta nella mente .come le anime dannate i versi miei come tutte le poesie dannate dei miei versi come le mie canzoni dannate le mie frasi come i miei quadri macchiati dall' inchiostro.

verso libero

resti di voci dentro la nebbia storie scritte nell 'aria con la mente liberta' di parola dove sei finita liberta' di parola dove sei andata liberta' dissolta e imprigionata dentro la mente

verso aspro

cominciate a spargere le tenerezze i vuoti contenuti di molti discorsi, la forza di una spiegazione logica mangiatevi tutta l'idiozia insieme a tutti gli idioti esaminate il vostro io interiore è domandatevi se siete anche voi idioti o no.verso aspro non volevo scriverti forse non sei cosi' aspro sei soltanto un' a grumo o un limone o un discorso velenoso con una goccia di fiele.

verso un attimo

secolo scorso mille anni prima, remoto tempo veloce andato,quasi ti tocco visione fugace, immagine svanita di confusione tic toc tac orologio fermo senza data.

verso una data

era tempo di mangiarti di morderti consumarti di baciarti era tempo di sapere di dov eri e invece e stato tempo di falsi di ladri di telefono di numeri scomparsi io conosco la data della tua nascita di preciso conosco uno sguardo conosco semplicemente l odore di un amore che nacque prima che ti perdessi non quando ti ho rincontrata dopo chi non sa non sapra' mai quel che sente chi ti ha tanto cercato.

verso te

verso te venivo ad incontrarti verso me incontravo una altra te te che non eri tu io che non sapevo io che ti amavo e ti ho amata attra verso altre io che evadevo dalla mia vita per cercare te tu non lo sai ma io verso sera ti amavo tanto e ti ho cercata per anni non riuscendo a trovarti e quando ti ho trovato non ho trovato te soltanto la mia illusione verso me.dedicata ad. a.

verso l ombra

dietro un ombra si nasconde la speranza della luce il riflesso che si muove una scintilla lo scompone, ho che musica infinita nel silenzio della quiete un po di vento soffia piano qualche lucciola di notte che danzando dolcemente si riposa sopra un ramo

Verso opaco grigio chiaro dubbi forse nel colore strazi urla nel silenzio appannati nelle menti.

versi miei

versi miei non li toccate sono belli qui sdraiati ho km infiniti di parole e versi chiusi sono aperti per la mente di chi ama la poesia.

verso un secolo

pose e muse dei cantori false righe sbigottite sopra un foglio un po sbiadite nelle pagine ingiallite dei miei libri troppo chiusi

verso una dea

sguardi accesi in un incontro di sorpresa o di rimbalzo mi hai sorpreso che miravo la tua figura statuaria che per me bellezza pura.

verso un mio amore

attrazione aria si muove di carambola deviata la sottile luce acceca lo sguardo di un innamorato

verso un tempo scomparso

nel viottolo ho perduto le mie lacrime d amore per cercare nel sentiero la tua immagine dipinta .

verso essere

io sono stato e sono ancora io le false specie e gli speciali esseri nell apparir sostengono di non esser loro, ma gli altri a sbagliare, ancora parole assurde ed incomprensioni sono le sfide di non amore, son sofferenze interiori e danno l illusione di aver ragione la rabbia sale ed il sangue bolle nelle parole assurde di chi apparire vuol esser soltanto convinto di avere ragione.

verso una che non e'

ciao bella come stai i tuoi occhi sono belli il tuo odore non mi ricorda te ma sei bella e forse piu' poi di colpo tu mi guardi io ti esploro e ti domando ma tu non sei chi vorrei io sei un' altra si si sono flo ma m'ipnotizzi coi tuoi occhi perche' sei bella bella bella io ti bacio si mi piaci mi confondo x non pensare poi ti canto una canzone te la ballo e tu mi dici sei forte mi piaci chi non sa' non sapra' mai tutto il susseguirsi della notte ciao bellissima musa dei miei ieri lontani secoli vite passate dolci ricordi di scambi di imbecilli io ero io e' sono sempre io quello che non sapeva quello che credeva non era il fumo a non farmi riconoscere le persone era la distanza data dei sentimenti lontani di falsi.

verso un riflesso

lungo la strada o forse tra le stelle lungo i binari di un lontano ieri sulle strofe di milioni di parole sulla corsa di un lontano incontro sulle speranze degli innamorati sulla logica di un filo di seta un girotondo di una sera irreale sesso in macchina di tante notti di follia immagini perse sguardi da esplorare protagonisti di un films assurdo.

verso la luna

nubi sparse si muovono veloci il mio sguardo osserva i movimenti la speranza danza sulle gocce di pioggia eterni sono tutti i suoi desideri fai che rinfreschi la memoria agli esseri di nostalgica misura alle idiozie dei presunti inganni agli stop che soffocano le parole verso la luna vado forse me ne andro' lontano vado a cercare la stella piu' lontana secondi istanti la mia mente s'allontana cado di colpo sopra una foglia e strappo un pezzo del mio cuore che è andato via.

verso astratto

come il vento un solo soffio ieri i tuoi capelli che non so raccontare il tuo calore non mi raggiungeva mai era la mia visione che non andava non c eri che solo tu quante illusioni e periodi di sentimenti fragili sono occasioni uniche per la mia mente rari momenti sparsi dentro di me racchiusi di un amore di questo amore che che soltanto io conosco sera segreta sera di sempre colpo di scena dei miei occhi magici che in ogni istante io so amarti e dimenticarti .

verso assurdo

con la quale essa mi dice qual pensiero ci conduce in un scorso breve incontro sguardi studiati di esplorazione storia di un minuto da scriverci una pagina ritornami tutto l amore che ti ho dato che lo metto in frigorifero per non farlo puzzare .

versi sparsi

i versi sono pensieri poetici dei puri no di falsi poeti che accusano i colpi, quando la purezza del pensiero si scrive bisogna avere il coraggio di scrivere quel che pensiamo, se uno nega di essere colui che e' colui che non e' non sara' mai , chi si crede di essere me avra' vita corta l'ho sognato una settimana fa' chi si immedesima nelle altre persone e' un verme . ecco il verso.p.s .metafora la storia ci insegna che il temp' traccera' la storia di ogni essere l'essere se non è non sara' mai spiegazione spicciola colui che porta il suo nome deve essere orgoglioso di portarlo se neghi di non essere te sei un'uomo che non vive la sua vita ma la vita degli altri morale in genere un uomo non puo' appropriarsi della vita di un altro e un crimine molto grave non e' una stronzata .penso che un verso chiaro puo' essere la salvezza per un falso se riesce a capirlo e se ama la propria persona per come e' veramente. verso la liberta' di pensiero.

verso un incontro

mi giro ti guardo mi guardi ti giri voglia di conoscerci come ti chiami beviamo una cosa beviamo una cosa come sei bella dentro di me pensano anzi non sei bella per me sei bellissima verso sera quella sera di te io mi sono innamorato verso un bacio mentre balli tu non sai di chi io parlo non te lo immagini neanche ma di te che iri notte ti ho sognata amore mio-

verso chiuso

verso sera dietro un ombra saltellavano le luci era ora della cena e uno specchio mi diceva tu chi sei lo sai o no chi sono io

verso sera

verso sera era lontano nelle ombre degli specchi io cercavo una risposta tu chi sei chi sono io la domanda dei riflessi nei riflessi lo trovata molto tempo tutto il tempo di quel ombra che è la luce
, , , , , , , , , , , , ,