Libero

solitudinesparsa

  • Donna
  • 101
  • Bergamo
Bilancia

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: 6 ore fa

Ultime visite

Visite al Profilo 12.672
Bacheca309 post
solitudinesparsa 25 novembre

 

 

A cosa sto pensando?

Ecco...

Essere donna significa ancora, e senza alcun dubbio, rientrare in una categoria fortemente discriminata. Ma lo sappiamo tutti, si tratta di una discriminazione tanto possente e profonda, quanto nascosta. Si tratta di una violenza invisibile le cui radici, eccessivamente nodose e accartocciate, sono ormai incastrate dentro tutti i livelli dello spazio e del tempo. Si tratta di un vero e proprio inferno a parte, la discriminazione femminile, una pandemia di ignoranza che infetta tutte le culture e le comunità del mondo. Essere donna ti espone ad una discriminazione che è addirittura più forte di quella del colore della pelle. Perché in fondo si tratta di razzismo dell'anima. È come se lo spirito fosse violentato in un angolo buio del cuore, un luogo freddo che tutti sanno che esiste ma di cui nessuno parla, una violenza che tutti osservano ma ad "occhi chiusi". Perché se il nemico delle donne si nasconde nel maschilismo, vi è un nemico ancora più forte: le donne stesse. Ci sono donne che scelgono di competere ogni giorno contro le altre su cose effimere e assurde, o, ancora peggio, ci sono quelle pericolose, quelle donne che accettano relazioni per convenienza, sapendo che un uomo le amerà solo se si mostrano "incapaci, indifese e sciocchine". Lo sappiamo tutti che le donne non sono incapaci, ne indifese, e soprattutto non sono in alcun modo sciocchine. Perché "tutte" le donne nascono forti per natura, non solo portando nel mondo una forza creatrice rinnovata e avanzata ma sapienza, determinazione, coraggio e compassione. Chi si finge sciocca o incapace, in fondo lo fa solo in cambio di un po' di comodità, ma senza rendersene conto, sta facendo vincere secoli di storia in nome di una violenza spietata che continua a colpire, ogni giorno, nei piccoli e grandi episodi di vita quotidiana.
Non siate furbe, amiche mie, siate oneste. Accettate i dolori della nascita, individuate la missione per cui siete nate, prendetevene la responsabilità, lottate contro tutto ciò che non è amore e guidate il mondo, com'è giusto che sia.
La violenza sulle donne è antica come il mondo, ma oggi avremmo voluto sperare che una società avanzata, civile e democratica non nutrisse le cronache di abusi, omicidi e stupri.
In Italia in media ogni due o tre giorni un uomo uccide una donna, compagna, figlia, amante, sorella, ex. Magari in famiglia. Perché non è che la famiglia sia sempre, per forza, quel luogo magico in cui tutto è amore. 
La uccide perché la considera una sua proprietà. Perché non concepisce che una donna appartenga a se stessa, sia libera di vivere come vuole lei e persino di innamorarsi di un altro.
 E noi che siamo ingenue spesso scambiamo tutto per amore, mentre l’amore con la violenza e le botte non c’entrano  un tubo. 
L’amore, con gli schiaffi e i pugni, c’entra come la libertà con la prigione. Un uomo che ci mena non ci ama. Mettiamocelo in testa. Salviamolo sull’hard disk della nostra memoria Vogliamo credere che ci ami? 
Bene. Allora ci ama male. Non è questo l’amore. Invece noi ci illudiamo di poter cambiare le cose, di poter correggere gli uomini maneschi, di riuscire a farli crescere anche quando gli si è bloccato lo sviluppo, e scalciano e urlano come bambini capricciosi, con le spalle da gorilla e le mani che sembrano vanghe. Non illudiamoci mai, mai e poi mai, di poterli cambiare, o che possano cambiare per amore nostro. 
Sai qual è la parte più importante nel corpo di una donna? Non sono gli occhi, né le gambe, né il seno né il sedere, no....
Sono le spalle. 
Sì, perché devono essere sempre più forti ed allenate per portarci tutto il peso ingravescente della vita

Non giudicate mai una donna...percorrete il loro cammino ...poi....valutate

💞una donna (io)

Ti piace?
8

Mi descrivo

Riprendere il cammino dopo tanta sofferenza è più facile.. se si è supportati da quei valori che conserviamo nel cuore e nell'anima. Non si vive né di briciole, né di rendita nei sentimenti. Se non siamo pronti a dare tutto di noi e a metterci in gioco ogni volta, non meravigliamoci delle conseguenze, i sentimenti vanno coltivati, non basta pretenderli.

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

-

I miei pregi

-

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. nessuna
  2. nessuna
  3. nessuna

Tre cose che odio

  1. nessuna
  2. nessuna
  3. nessuna

 

 

 

 

 "Ciò che gli occhi non vedono, il cuore non sente"
. Ebbene, io affermo che non c'è niente di più falso.
Quanto più lontani stanno, tanto più vicini al cuore
                                sono i sentimenti
        che cerchiamo di soffocare e dimenticare.
  Se siamo in esilio, vogliamo serbare ogni ricordo
                         delle nostre radici;
      se ci troviamo lontani dalla persona amata,
      chiunque passi per la strada ce la fa ricordare.

 

 

 

image

 

 

 

 

 

 

Great and heavily researched article _n the Wolfsbane Potion and possible ingredients. USE IN CONJUNCTION WITH THE LUPIN FOUNDATION AND THE MOONY INSTITUTE FOR LYCANTHROPIC STUDIES.

14

br/a href=

16

35

01.jpg

3.jpg

18

17

20

21

Klicca qui per visitare il mio YOU TUBE!
, , , , , , , , , , , , ,