Libero

zapata71

  • Uomo
  • 49
  • Bari
Acquario

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: 6 ore fa

Ultime visite

Visite al Profilo 11

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita zapata71 a scrivere un Post!

Mi descrivo

Non è facile descriversi, ma è cosi semplice scoprire che il mondo ha, spesso, un'immagine di noi diversa dalla nostra. E allora ogni parola lascia il tempo che trova...

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

Inglese, Francese

I miei pregi

eh, sono tanti: per esempio, sono modesto! hi hi hi

I miei difetti

uhm ... da dove inizio ?!?

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. la vita, il mare, l'arcobaleno, sorridere, ironia
  2. nick drake, rino gaetano, vinicio capossela
  3. la donna, l'amore e il sesso

Tre cose che odio

  1. le persone viscide, ipocrite, arroganti
  2. la cattiveria, la prepotenza
  3. una categoria: i politici!

I miei interessi

Vacanze Ko!

  • Villaggio turistico
  • Passioni

    • Viaggi
    • Tecnologia
    • Fotografia

    Musica

    • Rock
    • Blues

    Cucina

    • Piatti italiani
    • Veggy

    Libri

    • Narrativa
    • Diari di viaggio

    Sport

    • Beach volley
    • Tennis
    • Trekking

    Film

    • Commedia
    • Fantascienza

    Libro preferito

    UN UOMO - due di due - mille soli - il maestro e Margherita - in Patagonia - uno, nessuno e centomila - cent\'anni di solitudine

    Meta dei sogni

    Sud America, Australia e Nuova Zelanda

    Film preferito

    (alcuni) Mery per sempre, Ragazzi fuori, I cento passi, Il posto delle fragole, The wall

    se vuoi conoscermi ...


     

    E M I L I A N O Z A P A T A


     

    la domenica delle salme


    il ministro dei temporali in un tripudio di tromboni
    auspicava democrazia
    con la tovaglia sulle mani e le mani sui coglioni
    (faber)

    Bari, lungomare



    scioglilingua barese:
    "Ce ge namascì sciamaninn’, ce non ge namascì non ge ne sim’ scenn’!"

    altri seguiranno


     

    George Gray

    Molte volte ho studiato
    la lapide che mi hanno scolpito:
    una barca con vele ammainate,
    in un porto.
     
    In realtà non è questa
    la mia destinazione,
    ma la mia vita.
     
    Perchè l'amore mi si offrì
    e io mi ritrassi dal suo inganno;
    il dolore bussò alla mia porta,
    e io ebbi paura;
    l'ambizione mi chiamò,
    ma io temetti gli imprevisti.
    Malgrado tutto,
    avevo fame di un significato nella vita.
     
    E adesso so che bisogna alzare le vele
    e prendere i venti del destino,
    dovunque spingano la barca.
     
    Dare un senso alla vita
    può condurre a follia,
    ma una vita senza senso
    è la tortura
    dell'inquietudine
    e del vano desiderio:
     
     
    è una barca che anela al mare,
    eppure lo teme...

    Edgar Lee Masters


     

    .. siamo soli ..

    ke s'inculino un cipresso, dunque,
    tanto il mio destino
    è stare solo con chiunque

    (Caparezza)
     

    Bari Curva Nord


     

    .. io ..


     

    UFFA !!!


     

    books

    L'inazione - che pensi?

    L'azione è
    il rifugio di persone
     che non hanno
    assolutamente
    niente da fare,
     la sua base è
    la mancanza di fantasia.
    E' l'ultima risorsa di coloro
    che non sanno sognare.
    L'azione è limitata e relativa.

    Illimitata e assoluta
    è la vista di colui  che siede
    a suo agio e osserva
    che cammina in solitudine e sogna.

    E la gente è così
    completamente dominata
    dalla tirannia di questo
     terribile ideale sociale
    da presentarsi
    sempre sfacciatamente
    ai vernissages e in altri luoghi
    aperti al pubblico
    e dirti con voce stentorea: "che fai?"
    laddove "che pensi?"
    è la sola domanda
    che qualsiasi essere civilizzato
    potrà mai essere
    autorizzato a porre ad un altro.

    Oscar Wilde,
    Il critico come artista - 1890

    Raduni Ovali

    Nel passaggio del tempo
    tendi a penetrare lo spazio
    e lo annulli
     
    Annullo lo spazio
    penetro nel tempo dei ricordi
    e avvicino la lontananza
     
    Lettere, consonanti e vocali
    giocano a formare parole
    e si rincorrono a creare emozioni
     
    Voci sussurrate
    nell'angolo di una stanza
    al buio della vita
     
    Sento il tuo respiro
    respiro il tuo odore
    odoro la tua pelle
     
    E gocce di seme formano
    raduni ovali
    incontri bagnati sulle mie cosce pelose
     
    Aspetto
    la tua bocca vogliosa
    le tue, schiuse, umide labbra
     
    Entro con il pensiero
    e sono caldi e densi
    raduni ovali
     
    11.01.07

     

    SEMPRE VIVE


     

    MEIKO


     

    Povera Patria

    Povera patria!
    Schiacciata dagli abusi del potere
    di gente infame
     che non sa cos'è il pudore,
    si credono potenti e gli va bene
    quello che fanno
    e tutto gli appartiene.
    Tra i governanti,
    quanti perfetti e inutili buffoni
    !
    Questo paese è devastato dal dolore...
    ma non vi danno un po' di dispiacere
    quei corpi in terra senza più calore?
    Non cambierà, non cambierà
    no cambierà, forse cambierà.
    Ma come scusare
    le iene negli stadi
    e quelle dei giornali?
    Nel fango affonda lo stivale dei maiali.
    Me ne vergogno un poco, e mi fa male
    vedere un uomo come un animale.
    Non cambierà, non cambierà
    sì che cambierà, vedrai che cambierà.
    Si può sperare
    che il mondo torni a quote più normali
    che possa contemplare il cielo e i fiori,
    che non si parli più di dittature
    se avremo ancora un po' da vivere...
    La primavera intanto tarda ad arrivare.

    (Franco Battiato)

     

    ma ke ora e' a Mungivacca ?

     
    , , , , , , , , , , , , ,