Libero

CirceEiSuoiMAIALI

  • Donna
  • 33
  • Palermo
Ariete

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Visite al Profilo 45

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita CirceEiSuoiMAIALI a scrivere un Post!

Mi descrivo

"Lo fanno sembrare così facile stabilire una relazione con altri esseri umani come se non sapessero che è la cosa più difficile del mondo"

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

-

I miei pregi

-

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. Res ipsa loquitur
  2. Il piccolo principe
  3. Prometeo

Tre cose che odio

  1. Penelope
  2. Prometeo
  3. i poemi dai molti versi

Il male romantico

Il male romantico è questo: volere la Luna come se esistesse
il modo per ottenerla"

E' l'amore

"Se c'è emozione, allora non c'è nulla di sporco"

Cosa pensi di fare?! Da che parte vuoi stare?!

A mia volta non smetto di andare anche se non si sa ancora dove a mia volta invecchio alla svelta perchè non rinuncio ad una certa illusione.
Vuoi vedere che non era niente, vuoi vedere che era già tutto lì ,vuoi vedere che è venuto il tempo e che è facile così.

C'è una linea sottile fra aspettare e scoppiare.

Ascoltare è

"...non presupporre, classificare, migliorare, contraddire, valutare, approvare o disapprovare, non combattere contro quello che si sta dicendo, non provare mentalmente a ribattere, non cominciare a fare libere associazioni su parti di quello che viene detto in modo tale da non sentire il resto”.

Circe e Prometeo

"...Io sono una civetta e tu un picchio.

Il mio civettare intorno al tuo nido ti sta quasi rendendo violento: picchi e picchi sulla mia anima come se fossi un tronco dove farci la tua casa;

Ma ti sei reso conto che io pur essendo legno duro sono vita e soffro e perdo la mia linfa e così continuo a provare dolore?!

E da vittima a carnefice e da carnefice a vittima..."

L'amore...?

Solo con te farei l'amore, dice la donna mia,

solo con te, anche se mi volesse Giove.

Dice: ma ciò che dice una donna a un amante impazzito

devi scriverlo sul vento, sull'acqua che scorre.

Una canzone

e la scrive gente quasi normale ma con l’anima come un bambino che ogni tanto si mette le ali e con le parole gioca a rimpiattino. La canzone è una stella filante che qualche volta diventa cometa una meteora di fuoco bruciante però impalpabile come la seta.

Vi sono mali peggiori dei mali

"Vi sono mali peggiori dei mali,
pene che non dolgono, neppur nell'anima,
ma assai più dolorose delle altre.
Vi sono pene sognate più reali
di quelle recate dalla vita, sensazioni
sentite solo coll'immaginarle
che son più nostre della nostra vita.
Tante cose che, senza esistere,
esistono, esistono a lungo,
e lungamente sono nostre, sono noi..."

Leggendo un buon libro.

Il poeta è un fingitore
finge così totalmente
da fingere che è dolore
il dolore che davvero sente.

Sicuri che sia amore...?

Dicevi di far l'amore solo con me, una volta,

e di non aver voglia, Lesbia, neppure di Giove.

E io ti ho amato non come tutti un'amante,

ma come un padre ama ognuno dei suoi figli.

Ora so chi sei: e anche se piú intenso è il desiderio

ti sei ridotta per me sempre piú insignificante e vile.

Come mai, mi chiedi? Queste offese costringono,

vedi, ad amare di piú, ma con minore amore.

, , , , , , , , , , , , ,