Libero

Giulia_live

  • Donna
  • 9
  • Sun Valley
Bilancia

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: 26 giugno

Ultime visite

Visite al Profilo 29.858

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita Giulia_live a scrivere un Post!

Mi descrivo

A volte l’urgenza di scrivere, come un ossesso, grida a squarciagola, si agita, si prende tutta la scena. Ogni altra cosa viene messa in subordine. Le pagine si riempiono, come fossero un distillato estratto in fretta prima che la materia possa volatilizzarsi. Pagine bianche, crivellate di parole sparate da una penna intinta nell’inchiostro dell’inquietudine e dell’esaltazione. Se non si scrive non si respira. Se non si respira si muore.

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

-

I miei pregi

-

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. nessuna
  2. nessuna
  3. nessuna

Tre cose che odio

  1. nessuna
  2. nessuna
  3. nessuna

10b1a0fa9b3a49d36b9aeb34464213 

.

Non nell’indifferenza cerco la mia salvezza. Il brivido di meraviglia è quanto di meglio abbia l’uomo. Anche se il mondo gli fa pagare caro il sentimento, sente in profondo, quando è commosso, l’immensità.

J.W. Goethe

 

Tutto andava a gonfie vele, tutto procedeva a meraviglia. Ogni cosa al posto giusto, per averla bastava che allungassi la mano… Poi un bel dì sulla mia strada si parò la carta d’identità nella sua custodia plasticata, e scoprii di avere quattordici anni. Scoprii che ero sì una ragazzina il cui unico compito era studiare, ma che ero anche una persona… Scoprii le implicazioni dell’esprimere la propria opinione. Le cose cominciarono a cambiare, iniziarono ad accumularsi sempre più vertiginosamente. Mi accorsi che essere una trottola per scelta è divertente, può essere gratificante se il peso da portare è inferiore alla fatica, e lo è finché non sbatti contro il muro perché non hai preso – o hai perso, che differenza fa? È solo un anagramma! - la direzione giusta. Tenni duro, correndo a volte con poco bagaglio felice e a perdifiato giù per la collina, arrancando a volte come un mulo cocciuto e stremato dal carico su una parete di roccia, boccheggiando a volte, perfino, per aver voluto provare come si fa a morire, come un pesce che si fosse azzardato a uscire dal mare per voler assaggiare la terraferma. Senza che me ne accorgessi, imperterrita e dispettosa la carta d’identità continuava a scadere, io per obbligo continuavo a rinnovarla.

Poi un giorno aprii il blog, mi affacciai alla finestra, e decisi che per un po’ sarei rimasta ferma a guardare. Se io volendo posso correre dietro ai sogni, anche i sogni leggeri dell'aurora, se vogliono, possono venirmi a cercare.

de-chirico

.

34495_1360265535301_1491448446

.

 0142-0094_garten_der_lueste_au

G.L. Bernini - Il ratto di Proserpina (part.)

Bernini Ratto di Proserpina

104_mitologici_minotauro

.

146232

.

.

madonna_poesia

AMBIGU~1

ad-alta-voce

A_rose_in_the_wind_by_FrozenSt

flamenco

220px-Adi_Holzer_Werksverzeich

petali

albero

, , , , , , , , , , , , ,