Libero

caserta1969

  • Uomo
  • 54
  • caserta
Toro

Mi trovi anche qui

Amici

caserta1969 non ha ancora amici. Chiedi l'amicizia prima di tutti!

Ultime visite

Visite al Profilo 2.738
Bacheca7 post
caserta1969 16 febbraio

IO NON SONO UN UOMO GIUSTO, SONO GIUSTO UN UOMO

Ti piace?

Mi descrivo

Tutti noi abbiamo commesso l'errore di pensare che qualcun'altro può essere il nostro curatore, il nostro eccitante, il nostro riempitivo. Ci vuole parecchio tempo per scoprire che non è così, soprattutto perchè mettiamo la ferita fuori di noi, invece di curarla dentro.

Su di me

Situazione sentimentale

sposato/a

Lingue conosciute

Inglese, Spagnolo

I miei pregi

sono presuntuoso

I miei difetti

sono presuntuoso

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. vino rosso sopratutto campano
  2. ascoltare ogni genere di musica
  3. la pace del silenzio invece delle parole inutili

Tre cose che odio

  1. IO non ho mai saputo odiare
  2. ignoranza
  3. gelosia

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Avventura
  • Spiagge incontaminate
  • Barca a vela

Vacanze Ko!

  • Vacanze studio
  • Passioni

    • Viaggi
    • Fotografia
    • Musica

    Musica

    • Rock
    • Blues
    • Soul

    Cucina

    • Piatti italiani
    • Fusion

    Libri

    • Diari di viaggio
    • Erotici

    Sport

    • Basket

    Film

    • Azione
    • Animazione

    Libro preferito

    l'alchimista

    Meta dei sogni

    Isole dell'Oceano Indiano, Stati Uniti

    Film preferito

    i soliti sospetti

     

    accendi questa notte di cristalli liquidi il cielo è un crocevia di mille brividi
    di satelliti che tracciano segnali nitidiche seguono la via di mondi ripidi
    chissà se queste macchine che parlano per noici riavvicinano o ci allontanano
    quando sembra di sfiorarsi e invece in mezzo restanodei ponti levatoi che non si abbassano mai
    io non sono di qui io son di passaggioio sono in mezzo al mio viaggio
    sono io che ti invio un messaggio da maggio io vengo e vado dietro a un miraggio
    di un domani che inganna da lontano e porta me lontano da domani
    e che mi stringe a sé in questo tempo avvoltochi c'è oltre mechi c'è in ascolto
    incontrami in questo spazio senza margine nel fondo del display che fa da argine
    a cento secoli volati via come vertigine qualcuno schiacciò play e fu l'origine
    chissà se il cosmo chiuso dentro le tre doppie www
    è verosimile o è un facsimile quando sembra di viaggiare e invece resti immobile
    tra i totem e i tabù dell'impossibile maio che mi muovo qui
    io oltre frontieraio solo in zona straniera sono io fermo alla tastiera
    ogni sera schermo di vita vera o chimera di essere laggiù là dove non mi trovo
    e non so più come trovare dove adesso vivi tu
    che forse sei in ascolto io che parlo da qui
    io passo attraverso un blu sconosciuto e diverso
    io non so più se vado verso o all'inverso torno se è un sogno o è l'universo
    che un insieme è di mille e mille soli e gli altri e me che siamo soli insieme
    per questo chiamo te da un mondo capovolto
    chi c'è oltre me
    chi c'è in ascolto
    chi c'è con me
    chi c'è chi c'è in ascolto
    non smettere di trasmettere

    1







    “Puoi avere qualsiasi cosa nella vita se sacrifichi tutto per quella cosa”. Quello che il saggio intendeva dire è che ogni cosa ha un prezzo, quindi prima di affrontare una battaglia è meglio decidere quanto si è disposti a perdere. Molto spesso fare quello che ti far star bene non significa fare ciò che è giusto. E aprirsi a qualcuno significa abbattere i muri che hai costruito per tutta la vita. Ovviamente i sacrifici più duri sono quelli che ci piombano addosso all’improvviso, quando non c’è tempo di escogitare una strategia, di fare una scelta, o di valutare le potenziali perdite. Quando questo accade, quando è la battaglia a scegliere noi e non viceversa allora il sacrificio diventa più grande di quanto riusciamo a sopportare.
    , , , , , , , , , , , , ,