Libero

dinobarili

  • Uomo
  • 86
  • Trivolzio (Pavia)
Acquario

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: 7 ore fa

Ultime visite

Visite al Profilo 57.095
Bacheca458 post
dinobarili 7 ore fa

PAVIA “PICCOLA PARIGI”

365 giorni 365

365 storie 365

Miniracconti di DINO SECONDO BARILI

Disegni di TERESA RAMAIOLI

16 giugno 2021, 523 – 909 – 16.6.21 – 199

L’AMORE … SUL LAGO DI GARDA

Ci sono molti modi di affrontare la vita. Ci sono persone, uomini e donne, che cercano in tutti i modi di essere autonomi, indipendenti. Non aver bisogno di nessuno … altri, invece, che hanno sempre bisogno di qualcuno. Una settimana fa è stata la volta del Dott. Gabriele, un cinquantenne da fine del mondo, proprietario dell’Attico di un Palazzo del Centro Storico di Pavia … single. Essere single a cinquant’anni non è da tutti … soprattutto se si è … belli come il sole, ricchi come il mare. Una settimana fa, il Dott. Gabriele doveva recarsi nella sua Villa sul Lago di Garda. Si era preparato ed aveva preparato ogni cosa a dovere, ma quando ha cercato di mettere in moto la sua automobile fuoriserie non c’è stato niente da fare. La lussuosa automobile non ha voluto sentire ragione. Muto era il motore … e muto è rimasto. La Signora Cesira, Portinaia del Palazzo che aveva assistito alla scena, ha atteso che il Dott. Gabriele dicesse la sua. “Signora Cesira, oggi non è il mio giorno fortunato. Stamattina volevo farmi un caffè … e la vecchia caffettiera di mia nonna Alessandra ha esalato l’ultimo respiro. Adesso che mi ero preparato a dovere per una vacanza nella mia Villa sul Lago di Garda … la mia fuoriserie ha deciso di non partire. Secondo lei cosa dovrei fare?” Le Portinaie hanno sempre la risposta pronta. La sessantenne che ne sapeva una più del diavolo ha impiegato meno di un secondo. “Dott. Gabriele, se fossi in lei chiederei aiuto alla sua coinquilina Eleonora” Il Dott. Gabriele non ne aveva mai sentito parlare … ma visto come si erano messe le cose … “tentar non nuove” … ed ha tentato. La Signora Cesira ha chiamato sul telefonino la coinquilina la quale si é precipitata come un razzo. Quando il cinquantenne Dott. Gabriele si è visto innanzi la trentenne Miss Eleonora … è rimasto senza parole. Una trentenne così l’aveva vista parecchi decenni prima quando era stato Giudice ad un Concorso di Bellezza. Da cinquantenne avveduto ha spiegato il suo problema “andare in vacanza nella sua Villa sul Lago di Garda” Come? Non certo con la sua fuoriserie … La trentenne ha capito il problema e … “Dott. Gabriele … non si preoccupi … andiamo con la mia auto. Anzi, guido io … conosco un itinerario incantevole da Pavia al Lago di Garda” Il cinquantenne si immaginava quale automobile Eleonora possedesse. Immaginarsi … quando ha visto una modesta Panda. Per il cinquantenne proprietario dell’Attico del Palazzo … e una delle più belle fuoriserie del Centro Storico di Pavia … è stato un colpo durissimo. Non ha detto niente, ma le ha pensate tutte. “Io, Dott. Gabriele, uno dei cittadini più in vista di Pavia … su una Panda? … su una Panda per raggiungere la mia Villa sul  Lago di Garda?” Per poco non si è fatto venire una sincope, un’improvvisa perdita della conoscenza. Ora, però, dopo aver speso la parola, non poteva offendere la bellissima trentenne Pavese Eleonora … alta, bionda, occhi azzurri, fisico mozzafiato … la quale era entusiasta di poter accompagnare il Dott. Gabriele con la sua Panda nella sua lussuosa Villa sul Lago di Garda. Nella vita, però, le sorprese non finiscono mai. Quando il cinquantenne ha preso posto sulla Panda si è trovato benissimo. Eleonora ha cominciato a parlare, a raccontare di tutto e di più … e il Dott. Gabriele si è trovato davanti ad un “Baracchino dove si vendeva il caffè” La trentenne non ha perso tempo. “Dott. Gabriele le offro il caffè più buono della terra … Dica la sua dopo averlo gustato” Il cinquantenne, dapprima incredulo, ha dovuto ammettere che un caffè così, non lo aveva ancora gustato: BUONISSIMO. Ormai il caffè aveva sciolto la lingua al cinquantenne il quale ha sentito il piacere di fare una domanda alla trentenne “Eleonora potremmo darci del Tu? … dopo tutto dobbiamo fare ancora molti chilometri” Per Eleonora è stato come aprire il Vaso di Pandora. “Gabriele adesso ti porto in un localino in mezzo alla campagna dove gusterai un pranzetto insuperabile” Ormai , il cinquantenne era come in trance … estasiato dalla valanga di parole che Eleonora era in grado di pronunciare su ogni e qualsiasi argomento. Il “localino” di cui aveva parlato la trentenne era una vecchia Osteria con alcuni tavoli all’ombra di un pergolato di uva bianca e nera. Il pranzetto era veramente squisito … tanto che lo stesso Dott. Gabriele ha chiesto se era possibile fermarsi anche per la cena. Eleonora era quello che aveva sognato … incontrare l’amore e vivere una notte d’incanto. Eleonora conosceva il proprietario dell’Osteria il quale ha organizzato una cena favolosa … per due soli commensali … il Dott. Gabriele e Miss Eleonora … anzi, c’era anche il “dopocena” durante il quale “L’Oste” avrebbe suonato la chitarra … ed Eleonora avrebbe cantato le più belle canzoni d’amore … Per chi? Per il cinquantenne Dott. Gabriele … il quale è andato in estasi, non ha capito più nulla … aveva occhi solo per vedere i movimenti sinuosi di Eleonora, le sue labbra che si muovevano in certo modo quando cantava “Amore baciami, baciami, baciami” Il cinquantenne era talmente fuso che si aspettava da un momento all’altro che le labbra di Eleonora si incollassero sulle sue. E questo è avvenuto a mezzanotte … Mentre tutto intorno all’Osteria c’erano campi e campi a non finire e “L’Oste” ha deciso di andare a letto, Gabriele e Eleonora si sono visti soli … (come nella canzone di Celentano “Soli”) ed scoppiato l’amore. Un uomo, un single è sempre un po’ timido. Non sa se fare il primo passo oppure no. Ci ha pensato Eleonora. Ha guardato negli occhi Gabriele e … “Gabriele lo sai che hai un bel naso? Posso baciarlo?” Già, un cinquantenne single si pone un sacco di problemi con le donne … immaginarsi sentir dire che ha un bel naso. Del resto perché meravigliarsi. La donne sono la meraviglia del creato. Adamo si è sentito solo e Dio gli ha dato Eva … ma quando Adamo si è trovato nel Paradiso Terrestre e si è trovato davanti Eva ha cercato … una foglia (cosi dice una antica leggenda) Ora, le labbra di Eleonora erano sul naso di Gabriele … ma non si sono fermate lì. Sono scivolate sulle labbra del cinquantenne e vi sono rimaste incollate … La Villa sul Lago di Garda poteva attendere … l’amore NO.       W L’AMORE.   

Con Facebook la fine di una storia è l’inizio di un’altra -W L’AMORE, 16 giugno 2021, 523 – 909 – 16.6.21 – 199 - Racconto di DINO SECONDO BARILI – disegni di

TERESA RAMAIOLI dinobarili@libero.it 

 

 

Ti piace?
3

Mi descrivo

Da tanti anni mi guardo allo specchio e cerco di capire chi sono. Per questo studio e scrivo ed ogni volta scopro un lato nuovo e interessante. La curiosità è il mio segreto per restare giovane e attivo.

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

-

I miei pregi

-

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. leggere
  2. scrivere
  3. ascoltare musica operistica

Tre cose che odio

  1. odiare è un verbo che non mi appartiene
  2. nessuna
  3. nessuna

DINO E TERESA AUGURANO UN FELICE MERCOLEDI' 3 MARZO 2021

Nella vita esiste​ sempre una prima volta.

Vediamo cosa esce ora con uno dei disegni più belli in assoluto  della

TERESA RAMAIOLI

 

 

​​​​​​

Le storie

almanacco

 

Bereguardo e intorni

incantesino a Casorate Primo

La fontana del re

, , , , , , , , , , , , ,