Libero

dinobarili

  • Uomo
  • 85
  • Trivolzio (Pavia)
Acquario

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: 18 ore fa

Ultime visite

Visite al Profilo 53.338

Bacheca

dinobarili 18 ore fa

PAVIA “PICCOLA PARIGI”

“MISTERO A BEREGUARDO”ROMANZO A PUNTATE - 253^ PUNTATA

(mini racconto (639) del 19 settembre 2020)     DINO SECONDO BARILI

GABRIELE … L’AMORE … E LE GAMBE

Una settimana fa, al Dott. Gabriele, Commercialista in Milano, abitante in un lussuoso Attico a Pavia, non mancava nulla … ma non era felice. Alcuni lettori potrebbero pensare che avere la Villa al mare, in montagna, al Lago … avere la barca (si, ma non di quelle che si vedono sulla riva del Ticino), la Ferrari rossa come il fuoco, ecc. ecc. basta per essere felici … invece, no. Non basta. Per essere felici ci vuole l’amore, l’amore vero, quello che non si può descrivere … un amore da folli. Purtroppo, il cinquantenne Dott. Gabriele, su quel lato era proprio sfigato. Si era innamorato quattro volte della donna sbagliata … ed ha rischiato l’esaurimento nervoso. E, si … per amore si può andare in depressione con problemi seri. Per tre volte ha dovuto ricorrere dell’assistenza dello Psicologo, il Dott. Franco, il quale, alla quarta volta … una settimana fa, è stato chiaro, categorico. “Gabriele, curare le ferite (d’amore) è il mio mestiere, ma adesso basta. Possibile che tutte le donne complicate le vai a cercare tu? Prima di innamorarti non potresti riflettere un pochino. Guardare in faccia la donna che hai davanti? Attendere almeno un attimo prima di finire con la testa nel sacco?” Il Dott. Gabriele, ascoltava, guardava lo Psicologo, ma la sua mente andava all’ultima fiamma della quale si era innamorato: Gelsomina, un fiore di trentenne che non aveva uguali … rossa di capelli … fisico scattante che faceva scintille … il seno, le gambe … le gambe erano la prima cosa che mandava in tilt il cinquantenne Commercialista … il quale gli sembrava di essere il Protagonista di quella famosa canzone “Ma le gambe” Cosa dice, infatti, la canzone? … “Quando vediamo una ragazza passeggiar … cosa facciam?” Già, cosa facciam … con occhio scaltro la guardiam … ma gli occhi vanno dove vogliono. Dove? Dove dice la canzone: “Quello che c’è / tra capo a piè” E lì finivano gli occhi del Dott. Gabriele. “Saran belli gli occhi neri, il nasino un po’ all’insù … “ma le gambe” ma le gambe sono belle ancor di più” Dopo, una zuccata del genere il cinquantenne non capiva più nulla. La donna per la quale aveva perso la testa poteva chiedere qualsiasi cosa … e il Dott. Gabriele diceva sempre la stessa parolina “Si”… “Si”… Lo Psicologo Dott. Franco non sapeva più come spiegarsi. Quale suggerimento dare. Alla fine, dopo lunga meditazione, ha avuto una illuminazione. “Gabriele, vedo che i miei discorsi non ti entrano nel cervello. Cerco di spiegarmi, ma la tua mente è fissa sulle “gambe” … per te le gambe sono al centro dell’Universo. Ho deciso. Do le dimissioni da tuo Psicologo di fiducia” Il Dott. Gabriele, una settimana fa si è messo a piangere … a piangere come un bambino sgridato dalla mamma. “Ed io, adesso, cosa faccio? A chi posso raccontare i miei problemi?” Il cinquantenne era sul disperato. E’ stato in quel momento che il Dott. Franco ha avuto un lampo di genio. “Gabriele, ho trovato. Ho la soluzione. Ti presento la mia Collega, la Dott. Desideria, Psicologa” In quell’istante, la Dott. Desideria è entrata nello Studio del Dott. Franco … e il cinquantenne, Dott. Gabriele è andato in estasi, non ha capito più nulla … Desideria, trent’anni … alta, bionda, occhi azzurri, lunghi capelli spioventi sulla schiena … un fisico che parlava da solo … e le gambe … a le gambe (erano proprio quelle della canzone: “Saran belli gli occhi azzurri / il nasino un po’ all’insù … ma le gambe sono belle ancor di più” Desideria non ha dovuto neppure apri bocca ... Gabriele l’ha invitata sulla sua Barca … nella sua Villa al Mare … dove i baci fanno tremare.

mini racconto (639) del 19 settembre 2020    DINO SECONDO BARILI

dinobarili@

libero.it

DISEGNO 

DI

TERESA 

RAMAIOLI

 

 

Ti piace?
3

Mi descrivo

Da tanti anni mi guardo allo specchio e cerco di capire chi sono. Per questo studio e scrivo ed ogni volta scopro un lato nuovo e interessante. La curiosità è il mio segreto per restare giovane e attivo.

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

-

I miei pregi

-

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. leggere
  2. scrivere
  3. ascoltare musica operistica

Tre cose che odio

  1. odiare è un verbo che non mi appartiene
  2. nessuna
  3. nessuna

Le storie

almanacco

 

Bereguardo e intorni

incantesino a Casorate Primo

La fontana del re

, , , , , , , , , , , , ,