Libero

james.mito

  • Uomo
  • 54
  • bergamo
Capricorno

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Visite al Profilo 7.225

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita james.mito a scrivere un Post!

Mi descrivo

(IT) « La nostra musica può darvi i peggiori incubi, o lanciarvi nell'estasi più affascinante. Solitamente si verifica questa seconda opzione. Ci accorgiamo che il nostro pubblico smette di ballare: rimangono tutti in piedi, a bocca aperta, in estasi. »

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

-

I miei pregi

da persona umana

I miei difetti

da persona umana

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. umiltà
  2. sincerità
  3. amicizia.

Tre cose che odio

  1. falsità
  2. opportunisti
  3. pettegoli.

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Prendo l'auto e parto

Vacanze Ko!

  • Tour organizzato
  • Passioni

    • Cinema
    • Fotografia
    • Musica

    Musica

    • Disco
    • Rock

    Cucina

    • Piatti italiani

    Libri

    • Fantascienza
    • Fantasy

    Sport

    • Calcio e calcetto

    Film

    • Fantascienza

    Libro preferito

    genere storia

    Meta dei sogni

    Irlanda e Scozia, Stati Uniti

    Film preferito

    salvate il soldato rayan

    IMMAGINI VARI ALBUM PINK FLOYD

       

    IL LATO OSCURO DELLA LUNA



    I Pink Floyd sono i pionieri della psichedelia e uno dei massimi complessi rock di sempre. Nel corso di una carriera lunghissima (in cui si distinguono tre fasi, corrispondenti ad altrettante formazioni) hanno spostato i limiti del pop e del rock sposando l'elettronica e approfondendo la ricerca sonora in una serie di album giudicati pietre miliari della musica popolare del Novecento. Altra loro peculiarità è quella di aver prodotto mastodontiche rappresentazioni multimediali della propria musica attraverso spettacoli in cui la componente visiva è parte integrante di quella sonora.

    La lunga storia della formazione inglese ha inizio a metà degli anni Sessanta, quando tre studenti di architettura e un estroso studente di pittura gettano le basi per entrare a pieno titolo nella leggenda del rock, partendo dai club della Londraundergrounde lisergica per arrivare, non senza radicali cambiamenti di stile e di formazione, al successo planetario.

    PERCHE' IL NOME PINK FLOYD?

    A scegliere il nome del gruppo fu Syd Barrett che mise insieme i nomi di battesimo di un bluesman, Pink Anderson, e di un chitarrista nero Floyd Council.
    Ma fu proprio Syd , travolto dalla rivolta degli anni 60 e dall’LSD, ad allontanarsi dalla band nel 1968.
    Gli altri protagonisti del gruppo, Roger Waters, Nick Mason e Rick Wright studiavano architettura e con Barrett avevano cominciato a suonare nel 1966 dando respiro e vita a quell’alone psichedelico.
    Spesso capitava che durante i concerti, Syd, a causa degli effetti della droga , non riuscisse a suonare più di un accordo.
    Così che per riparare e fronteggiare la situazione ormai tragica al suo posto arrivò David Gilmour, destinato a diventare una dei pilastri importanti del gruppo.
    Anche perché questa band non ha avuto un solo protagonista ma bensì ha avuto nel suo lungo camino tre diversi elementi portanti: la psicadelia visionaria di Syd, la causticità, la determinazione e la durezza di Roger e l’incanto e la bellezza di David.
    Tre leader, tre maestri che segnano momenti diversi della storia lunghissima dei Pink Floyd.

    La storia comunque continua con nuove sorprese come il concerto tenuto il 2 luglio 2005 per il Live Aid 8 lotta contro la povertà del popolo africano, Roger Waters contattato da Bob Geldof convince i tre Pink Floyd a suonare insieme.

    SYD BARRETT

    CONCERTI DA SBALLO

    NICK MASON

    Nicholas Berkeley Mason è nato a Birningham il 27 Gennaio 1945,figlio unico di una famiglia di alta borghesia.Da bambino aveva preso lezioni di violino e di pianoforte.Tra i suoi hobbies,la vela e le auto di lusso,passione ereditata dal padre.Decide di studiare archittetura e si iscrive alla Regent Street School dove incontrerà Waters e Wright,gettando cosi le basi del futuro gruppo dei Pink Floyd.Non dotato tecnicamente,si è per cosi dire "specializzato" negli effetti sonori che hanno accompagnato le canzoni dei Pink Floyd,prima fra tutte Speak to Me di "The Dark Side",oltre naturalmente a suonare la batteria,unica ragione,a suo parere,che gli permetteva di far parte dei Pink.Non ha realizzato dischi solisti nel vero senso della parola,anche se ha collaborato a due album pubblicati a suo nome.Ha lavorato anche come produttore e musicista di altri gruppi,inoltre è stato coautore di parecchio materiale per colonne sonore di film e spot pubblicitari insieme a Rick Fenn,ex-chitarrista dei 10CC con cui ha anche realizzato il "suo" secondo disco solista.Prima della disputa tra i due Floyd (Waters-Gilmour),era molto legato a Roger Waters,ma dopo le varie vicende si è unito a Gilmour per il nuovo progetto dei Floyd.

    SYD BARRETT

    Roger Keith "Syd" Barrett nasce a Cambridge il 6 Gennaio 1946.Aveva sempre mostrato una certa passione per la musica e l'arte.Benchè avesse deciso di studiare pittura,anche il suo interesse per la musica era nato molto presto."Il mio primo strumento era stato un'ukulele,poi quando avevo 12 anni i miei genitori mi regalarono un banjo.Un anno dopo li convinsi a comprarmi una chitarra da poco prezzo,e imparai a suonarla con l'aiuto di libri d'insegnamento e di amici che sapevano suonarla un pò.All'età di 15 anni feci un notevole passo avanti,divenni l'orgoglioso possessore di una chitarra elettrica e con un piccolo amplificatore che costruii da solo,mi unii al mio primo gruppo,i Geff Mott and the Mottoes,con il quale suonavo alle feste nella mia città natale,Cambridge.Dall'età di 16 anni,per un paio d'anni,non ebbi un gruppo fisso,e in questo periodo comprai una chitarra a 12 corde e un basso,che suonavo in un altro gruppo locale,gli Hollering Blues.In seguito decisi di trasferirmi a Londra.Mi ci volle un bel pò per entrare nel giro,ma poi unii le mie forze insieme a quelle di tre ragazzi che avevo conosciuto.Passai alla chitarra solista,e dopo aver cambiato spesso nome al gruppo,decidemmo di chiamarci Pink Floyd."
    Syd sviluppò le sue conoscenze musicali a Cambridge insieme all'amico David Gilmour,che gl'insegnò diverse cose sulla tecnica giusta per suonare la chitarra.Quando alla fine Gilmour entrò nei Pink Floyd,sostituendo Syd,molti critici paragonarono sfavorevolmente il suo stile a quello di Barrett,affermando che alcune tecniche,quali l'uso della slide e dell'eco,erano state in realtà inventate da Barrett.Naturalmente Gilmour fù infastidito da questa critica e spiegò in un'intervista:"La realtà è un'altra,io usavo l'eco già molti anni prima di Syd e usavo anche la slide.

    FOTO REMEMBER

    IL LATO OSCURO DELLA LUNA

    La band nasce dall'incontro dello studente di pittura Roger Keith Barrett (per tutti Syd, nato il 6/1/46 a Cambridge) con Roger Waters (Great Bookham - 9/9/44), studente di architettura e chitarrista di una formazione dal nome cangiante (Sigma 6, T-Set, Meggadeaths, Abdabs) nella quale suonavano altri due aspiranti architetti: Nick Mason (Birmingham - 21/1/45) e Rick Wright (Londra - 28/7/45) oltre al bassista Clive Metcalf e ai cantanti Keith Noble e Juliette Gale. Nel '65, dopo lo scioglimento del gruppo, Waters (al basso), Barrett (chitarra), Wright (tastiere) e Mason (batteria) decidono di formare una band (per brevissimo tempo ne farà parte anche il chitarrista Bob Close): il nome, scelto da Barrett, è Pink Floyd e deriva dai nomi di battesimo di due bluesmen americani, Pink Anderson e Floyd Council.

    Nel '66 arriva il momento delle prime esibizioni nei club della Londra underground, con un repertorio che comincia ad assumere una propria identità grazie alle prime composizioni strumentali di Barrett. E' in questo periodo che i Pink Floyd conoscono quelli che diventeranno i loro manager: Andrew King e Peter Jenner.

    Nella "Swingin' London", i Pink Floyd riescono a farsi notare come una delle band più originali e imprevedibili, in virtù soprattutto delle esibizioni all'Ufo Club, un locale in cui il gruppo sperimenta i suoi primi coinvolgentilight-show, tentando di coinvolgere il pubblico con proiezione di immagini, diapositive e l'impiego massiccio di un efficace impianto luci.

    A cavallo tra il '66 e il '67, i Pink Floyd entrano in sala d'incisione, per i primi demo, con risultati poco incoraggianti: bisognerà attendere ancora qualche mese, infatti, per la pubblicazione del primo singolo del complesso, "Arnold Layne/ Candy and a Currant Bun" (prodotto da Joe Boyd).

    RICHARD WRIGHT

    Richard William Wright è nato il 28 Luglio 1945 in una famiglia benestante. Frequentò la prestigiosa scuola di Haberdashers. "All'eta di 17 anni mi iscrissi alla Regent Street School of Architecture, dove incontrai Roger Waters e Nick Mason. Formammo un gruppo al college,e dopo sei mesi si uni a noi il chitarrista solista Syd Barrett.Io suonavo il pianoforte. Cosi si formarono i Pink Floyd anche se cambiamo il nome per poi riadottarlo.".Dal punto di vista formale l'educazione di Rick si limitò ad un corso di pianoforte al London College of Music che durò quindici giorni. Membro attivo del gruppo fin dagli esordi, fù però silurato da Roger Waters prima dell'uscita di The Wall, dovuta soprattutto alle incomprensioni tra i due,sfociata durante la lavorazione dell'album, quando negli ultimi stadi di registrazione, Wright decise di rimanersene in Grecia,nell'autunno del 1979, e Waters riusci a persuadere Mason e Gilmour ad allontanarlo. "Roger e io non ci capivamo più, era un fatto personale. Qualunque cosa cercassi di fare, non andava bene. Mi era quasi impossibile lavorare con lui.Dovevamo abbandonare il paese per un anno, sperando che The Wall ci facesse guadagnare abbastanza soldi per pagare le tasse.Lui disse (Waters): " O te ne vai appena l'album è finito o io mando tutto al diavolo".Il che mi metteva in una situazione impossibile.Era ovviamente un bluff,ma,conoscendo Roger,temevo che fosse anche capace di farlo davvero;e questo avrebbe voluto dire niente diritti dall'album.Cosi fui obbligato ad accettare.E in un certo modo fui anche contento di andarmene,perchè non ne potevo più di quell'atmosfera".Bob Ezrin ha raccontato più o meno la stessa storia,dipingendo Wright come "Una vittima della crudeltà quasi teutonica di Roger.Non importa quel che Rick faceva, non sembrava mai abbastanza ben fatto per Roger..

    DAVID GILMOUR

    David Jon Gilmour nasce a Cambridge il 6 Marzo 1946. Scopre la chitarra a tredici anni grazie al regalo di un vicino,una chitarra spagnola,e comincia a seguire alcuni corsi di solfeggio.Quando i suoi genitori si trasferiscono negli Stati Uniti,David rimane in Inghilterra e dopo aver militato nei Ramblers e con Chris Jan & The Newcomers,crea un altro gruppo i Jokers Wild,con cui però non ha una gran fortuna.Erano arrivati a produrre 5 brani, anche se solo per un pubblico ristretto. Clive Welham,ex compagno di Dave nei Ramblers,disse di lui:"Dave è sempre stato uno che aveva da dire la sua su tutto,ma sempre con una certa buona educazione.Ma il gruppo era condotto su basi democratiche.Era uno dei gruppi meglio organizzati con cui abbia mai lavorato in vita mia,anche in seguito.C'era un livello di maturità incredibile quando si venivano a trattare questioni musicali.Tutti sembravano ben consci di quel che facevano. La sua massima virtù musicale è il senso della giusta emozione e la scelta di tempo.Quel che fà in un pezzo è al 99% preciso quanto il tempo,ed era quello il motivo per cui amavo il suo stile chitarristico. Fossero brevi riff o altro,dovesse suonare un pezzo ruvido,tutto in un battere,oppure qualcosa di lento,dolce e disteso,sapeva sempre perfettamente calcolare le durate.E' quel che si chiama intuito".Nel 1967 con Ricky Wills e Willie Wilson viaggia per la Francia facendo delle serate con il nome di Flowers.Nel corso dell'anno cambiarono ancora il nome in Bullit,suonando rock duro.Finchè a fine anno non arrivò la chiamata di Waters per entrare a far parte dei Pink Floyd,col tentativo di colmare le lacune di Syd Barrett,il quale sarebbe dovuto rimanere nel gruppo come compositore sostituito alla chitarra da Dave.

    ROGER WATERS

    George Roger Waters nasce il 6 Settembre 1944 a Great Bookham, Surrey. Nei primi anni 60 partecipò alla Campagna per il Disarmo Nucleare,e la sua presenza nel convegno della Campagna segnò la sua prima apparizione pubblica.Cosi descrive i suoi primi passi come musicista:"Studiavo architettura al Regent Street Polytechnic,dove formammo diversi gruppi.Non era una cosa seria,non si suonava per un pubblico.Avevamo molti nomi,uno stupendo era i Meggadeaths.Passavamo il tempo pensando a come spendere i soldi che avremmo fatto"."Investii una parte dei sussidi in una chitarra spagnola e presi due lezioni allo Spanish Guitar Centre,ma non ce la facevo con tutti quegli esercizi.Nei college c'è sempre una stanza dove la gente gravità con i propri strumenti o altre cose.Ripensandoci bene,devo sicuramente aver avuto una chitarra ancora prima di allora,perchè ricordo di aver imparato a suonare Shanty Town.Ero del tutto disinteressato a ciò che stavo facendo al college.In questo Paese l'architettura è un tale compromesso con il fattore economico,che mi ero proprio rotto le scatole.A quel punto incominciai come gli altri a spendere tutti i sussidi per gli strumenti musicali.Mi ricordo di aver urlato contro il direttore di una banca,dicendogli che sarei diventato ricchissimo un giorno,mentre chiedevo un prestito di 10 sterline"."Imparammo un'ottantina di canzoni,tutte degli Stones".Diventato leader del gruppo dopo l'allontanamento di Syd Barrett,ha saputo creare col tempo testi che avrebbero reso le canzoni dei Pink Floyd tra le più amate,dando origine a degli album superlativi e ineguagliati,vedi The Dark Side of The Moon e The Wall.Fiancheggiato dalla splendida chitarra di Gilmour e le "onde sonore" generate da Wright ha spinto il gruppo portandolo sugli altari del rock.

    PINK FLOYD

    Il 1982 vede l'uscita di uno dei musical più strani e sconvolgenti della storia. Pink Floyd The Wall. Forse una mossa commerciale. Forse solo un documentario della visione pessimistica e nichilista degli anni '80, targata Roger Waters. Comunque, regia di Alan Parker.
    Protagonista del film non può non essere Pink, ovvero una star del rock spremuta sotto il peso della eccessiva notorietà, che, immerso in un mondo parallelo fatto di televisione, droga, alcol, cade in un modus vivendi paranoico-ossessivo-passivo.
    E si scopre che in gioventù Pink ha conosciuto gli effetti della guerra, tramite il padre, delle delusioni d'amore, della logorante scuola che fa tanto pensare a una frase quale "ehi teachers, leave them kids alone!". Fino ad arrivare alla sua vita da adulto, dove il suo ruolo è garantire denaro ai suoi manager. Da qui il muro, il riparo da tutto, da qui "all in all it's just another brick in the wall, all in all you're just another brick in the wall".
    E la colonna sonora dei Pink Floyd, The Wall appunto, è colossale.

    PINK FLOYD BAND

    roger waters foto

    SYD BARRETT FOTO

    E'MORTO RICHARD WRIGHT TASTIERISTA DEI PINK

    LONDRA (15 settembre) - Il leggendario tastierista dei Pink Floyd Richard Wright è morto oggi a 65 anni «dopo una breve lotta con il cancro». Ad annunciare il decesso «con grande tristezza» la famiglia dell'artista, inseparabile compagno sul palco del gruppo sin dagli inizi e anche dopo l'uscita di Roger Waters nel 1985. Wright ha dato un contributo fondamentale in album come The Dark Side on the Moon, The Division Bell e lo storico Wish you were here, con la canzone omonima dedicata a Syd Barrett, uno dei membri fondatori della band che nel '68 l'abbandonò per gravi problemi psichici dovuti all'uso di droghe. 

    Wright è stato uno dei fondatori della band inglese nel 1965 assieme a Nick Mason,
    Roger Waters e Syd Barrett. Incontrò Waters e Mason durante gli studi di architettura al politecnico di Regent Street. La sua storia con i Pink Floyd vede una battuta d'arresto con The Wall nel 1979 quando Waters lo manda via dal gruppo. Ma Wright continuerà a suonare nel gruppo come musicista stipendiato. Dopo l'insuccesso del gruppo gli Zee, Wright fu richiamato da Gilmour durante l'elaborazione di A momentary lapse of reason. È reintegrato a pieno titolo come membro del gruppo con l'album Delicate Sound of Thunder (1988). Per Division Bell (1994), scrive cinque
    canzoni e canta Wearing the Inside Out. Dal muro sonoro da lui costruito si stagliavano gli epici assoli di Gilmour.

    WRIGHT E'QUELLO A DESTRA

    ATMOSFERA TIPICA PINK

    IMPRESSI NELLA MENTE

     

    DOVEROSO OMAGGIO AI DOORS:GIM MORRISON

    PINK FLOYD GUITAR

     

    history pink

    SENSAZIONI BY RICKY:BLOG MY FRIEND INVITO A GUARDARLO:é STUPENDO.CIAO

    PINK FLOYD

    :LA MIA GRANDE E DOLCE AMICA CATWOMAN BACI 

    THE WALL

    DAVID GILMOUR, NICK MASON,SYD BARRETT

    ROGER WATERS,RICHARD WRIGT

    MITICI PINK

    VIDEO

     
    , , , , , , , , , , , , ,