Libero

porca.pu.pazza

  • Donna
  • 111
  • ierapetra
Vergine

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Visite al Profilo 76.424

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita porca.pu.pazza a scrivere un Post!

Mi descrivo

niente è come sembra...tutto oltre l'apparenza...pensieri nomadi...su nomadi certezze

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

-

I miei pregi

-

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. i suricapi
  2. i suricapi in viaggio
  3. i suricapi di notte

Tre cose che odio

  1. i cretini
  2. i cretini
  3. i cretini

Non sono così moderna da fare della trasgressione il mio stile di vita...

ma sono così pudica...da farne il mio segreto.

(P.P.P.)

Esiste un confine...

                                          oltre il confine...

                                                                                             è la licenza di osare....

      Vestita di sguardi...

                                           è lì...

                                                                                              che adoro sostare...

...svuotata di verbo...e colmata di gesti.

-

-

-

l'mportante è non perdere le scarpe....

.

.

Disegna i miei fianchi...non ancora stanchi, con i tuoi occhi attenti....

                                    dopo gli affanni e prima che il tempo ci porti altri inganni.

                 Sottolinea sul viso...un mio sorriso improvviso...e definiscine i tratti...senza più scatti. Colora i miei seni...non ancora sereni...ed evidenzia ognu punto non ancora raggiunto. Tratteggia un mio piede...ed uniscilo all'altro...segnando così il nostro passaggio...dalle mie gambe attingi colori...procurati il tempo...ed ogni momento

                                               ...che non conosca rimpianto.

-

-

.

.

Cerco limiti alle regole infrante...

                                       trovo regole che non conoscono limiti...

...non si considerava un turista

bensì un viaggiatore.

E in parte la differenza sta nel tempo...

Laddove, in capo a qualche settimana o mese,

il turista si affretta a far ritorno a casa,

il viaggiatore,

che dal canto suo non appartiene nè a un luogo nè all'altro,

 si sposta più lentamente,

per periodi di anni,

da un punto all'altro della  terra.  (Paul Bowles)

...sono in viaggio...nella mia vita...non mi affretto a ritornare...la mia casa è il mio sentire...lentamente sosto...trattenuta da emozioni...

, , , , , , , , , , , , ,