Libero

trillyth23

  • Donna
  • 43
  • Avellino
Capricorno

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Visite al Profilo 3.480

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita trillyth23 a scrivere un Post!

Mi descrivo

di tutto un po'

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

Inglese

I miei pregi

-

I miei difetti

!

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. nessuna
  2. nessuna
  3. nessuna

Tre cose che odio

  1. nessuna
  2. nessuna
  3. nessuna

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Spiagge incontaminate

Passioni

  • Lettura
  • Viaggi

Musica

  • Rock
  • Pop

Cucina

  • Piatti italiani

Libri

  • Gialli

Film

  • Commedia
  • Thriller

Meta dei sogni

Isole tropicali in generale, Stati Uniti

Oggi è il primo giorno del mio domani

"C’è un posto, da qualche parte del globo.Un posto dove i sogni non servono perché sono realtà.Basta chiudere gli occhi e ascoltare il cuore, sentire il profumo intenso del desiderio,  immaginare un mare di un azzurro cristallino che si fonde col cielo, tanto che non si distingue il confine.Dove i mattini sono freschi e ventilati, il giorno caldo ed intenso e i tramonti sono di un rosso acceso. In questo posto c’è una spiaggia, un lembo di terra incastrato in una radura.Chissà quante spiagge come la mia esistono dentro il cuore della gente.Ti accorgi in un attimo del tempo che trascorre e sai che la speranza di vivere lontano dai sogni è vicina.Ma oggi è diverso. Oggi è il primo giorno del mio domani." 

Un pezzo di vita vissuta che vale la pena di leggere, magari incitando l'autore a proseguire il racconto.

//www.jonnytredita.altervista.org/oggieilprimogiornodelmiodomani.htm

La più diffusa tra le malattie autoimmuni

L'amore, se posso dire come la penso, è una malattia della dignità. Agisce per picchi e inabissamenti. Compra e vende. La riconosci subito. Ha dei sintomi che non ti sbagli.
Intanto ti fa sentire un eletto. Ti manda in giro ad osservare la gente per compatirla. Sotto sotto, lascia passare l'idea che non siamo tutti uguali.
Non è vero che quando sei innamorato il mondo ti sembra più bello. E' solo che lo tratti dall'alto in basso. In altre parole, quando ti innamori, diventi un qualunquista di merda. Peggio, un cafone arricchito, che appena fa un pò di soldi scopre di apprezzare le cose che schifava quando non se le poteva permettere; e poi va in giro a contrabbandarsi per un'anima sensibile, portata per il bello e l'immateriale...Ma è inutile che dici di ammirare i tramonti, perchè se non ti piacevano prima, non ti piacciono neanche adesso. Com'è inutile che respiri a pieni polmoni per sentire il sapore dell'aria, perchè a te di respirare come il veterinario dell'amaro Montenegro non te n'è mai fregato niente, altrimenti non fumeresti. Com'è inutile che vai i libreria a leggere risvolti e quarti di copertina, perchè lo sai benissimo che non vedi l'ora di uscire da lì. Com'è inutile che saluti tutti quelli che incontri, pure la gente che non conosci, un altro poco.  Com'è inutile che parli e parli, tanto non lo pensi quello che stai dicendo. Questo tipo di coglionaggine, che coniuga rigurgito qualunquista e anelito metafisico, oltre a compromettere reputazioni faticosamente costruite e interrompere amicizie ventennali, può avere ricadute molto serie in circostanze politiche, per cui bisogna preoccuparsi del voto degli innamorati.

E poi c'è la malinconia cosmica che minaccia l'evoluzione. Metti che ti trovi alla stazione e aspetti il treno. Dall'altoparlante annunciano un ritardo di dieci minuti; all'improvviso ti senti sprofondare in una tristezza fondata sul nulla, le difese immunitarie danno le dimissioni in blocco e allora porti la mano al taschino della giacca nell'affannosa ricerca dell'antidoto, digiti il numero e dai il colpo di grazia alla tua povera dignità. "Ciao" le dici; e lei"Oh"(come a dire "che è stato?!"); "Sono io"; e lei "Lo so". E allora tu taci e fai anche vagamente l'offeso, a quel punto te lo domanda a chiare lettere cosa è successo e tu "Niente" e vorresti che lei si squagliasse dall'altro capo del telefono e ti dicesse :"Aah, ho capito amore mio, vuoi che ti dica che ti amo, sono felice che mi hai chiamato, fallo ancora, ogni volta che vuoi, ti prego!". E invece lei giustamente ti dice:"Ah", che poi significa:" E allora che mi hai chiamato a fare, se non hai niente da dirmi?!". Allora tu ti vergogni come un molestatore di quindicenni nel realizzare la bassezza del livello a cui sei appena sceso.

Un altro capolavore dell'amore è che si inventa le coincidenze ed i rapporti di causa-effetto. Costruisce geometrie inverosimili fra eventi che non sono legati in nessun modo, plagiando il senno di poi e provocando discorsi tipo: "Ti rendi conto che se quella mattina non mi si fosse scaricata la batteria della macchina sarei partito per, invece di andare a, dove poi ho incontrato te, e tutto quello che poi è successo?". Che poi, va bè, può anche essere vero. Solo che le batterie delle macchine si scaricano tutti i giorni, non è che si scaricano in modo particolare quando stai per legarti sentimentalmente ad una persona. Questa voglia di protagonismo tardivo, che spinge la gente a ritoccare copioni virtuali e commedia finita, è giustappunto un guasto della dignità causato dall'amore, perchè è ovvio che se uno avesse rispetto di sè e dei discorsi che si accinge a fare, non parlerebbe così seriamente di una batteria scarica.

Poi c'è l'ultimo sintomo, il peggiore, dove la dignità è talmente bistrattata che la possibilità di risalire è proprio meglio che te la togli dalla testa, ed è la dipendenza dall'umore di qualcun altro. Questo fenomeno attiene alla fase in cui il rapporto si sta sgarrupando e lei non più così sicura di volerti intorno, anzi è più di là che di qua, per cui ci sono delle volte che è affettuosa e altre che ti tratta di merda. La verità è che hai smesso di interessarle, anzi le stai pure un pochettino sul cazzo, solo che ogni tanto si sente un pò in colpa e allora ridiventa gentile e dispiaciuta e tu appena senti odore di rivalutazione scodinzoli come un fox terrier. Inutile dire che la tua storia d'amore ha una crce sopra, tu invece ti trascini in questa specie di metadone nella speranza che le cose si aggiustino. E la faccenda più penosa è che a questo punto l'amore è bello che finito, eppure tu è ancora di amore che parli. Sei diventato l'equivalente di un fan di Elvis, un disadattato incapace di vivere nel presente, che  nel vestirsi, nel parlare, nel sentire musica, nel leggere, nello scrivere, perfino nell'andare a letto con qualcuno cerca una cosa che ha smesso di esistere...tutto qui.

SOS TIBET

Dal blog di beppe grillo:
 
L'umanità ha un debito enorme nei confronti del Tibet, della sua cultura, dei suoi abitanti. Lo ha lasciato solo per quasi sessant'anni in nome della realpolitik. Un comportamento semplice da capire. Se sei grosso puoi invadere, distruggere, sterminare. Se sei piccolo e hai il petrolio, allora sono c...i tuoi. Cecenia docet. Iraq ridocet.
Il blog lancia oggi una petizione al segretario dell'Onu per un Tibet libero.

Inviate il messaggio:
"Free Tibet. Stop to the China Olympic Games"
al segretario delle Nazioni Unite e diffondete l'iniziativa.

Free Tibet

MI DESCRIVO...

Che ora è? 21:52
Nome: Francesca
Compleanno: 23 Dicembre
Segno zodiacale: Capricorno
Tatuaggi: nessuno
Piercing:
solo ai lobi delle orecchie
Sei innamorato/a? SI
Ti piaci interiormente? assaje
Hai già amato al punto di piangere per qualcuno? si
Hai mai fatto un incidente con la macchina?
 no...col motorino vale lo stesso?
Hai mai avuto una frattura? si, mignolo della mano sinistra
Coca cola o pepsi?? coca cola
Ti fidi dei tuoi amici? solo di alcuni
Colore preferito per l'intimo? nero( e, per le notti "aggressive", maculato)

Misura di scarpe? 36 e mezzo
Numero preferito: 7
Tipo di musica preferita? sono rimasta agli anni 80!
Doccia o bagno? bagno...ma mi faccio la doccia!
Cosa odi? la cattiva educazione
Come ti vedi nel futuro? alta, bionda e con gli occhi azzurri
Cosa cambieresti nella tua vita? Il posto in cui vivo
Sei felice? potrei stare meglio
Proverbio preferito? "chi va con lo zoppo...ci lascia lo zampino!" (citava così, vero?!)
Di cosa hai paura? dei demoni nella mia testa
La prima cosa a cui pensi quando ti svegli? "nun ciò voglia!"

Se potessi essere qualcun altro chi saresti? Michelle Pfeiffer...potrei avere gli uomini più belli del mondo ai miei piedi!
Cosa c'è appeso al muro della tua camera? di tutto: foto, quadri...persino un lampadario!
Cosa c'è sotto il tuo letto? a parte la polvere...il lupo mannaro!
Un posto dove ti piacerebbe andare?
Maldive
Sport preferito? cos'è lo sport?!
Timido o estroverso? Estroverso con parsimonia
Soprannomi? Cicci Pasticci
Mare o montagna? Mare d'estate e mare di inverno
Hai paura della morte? no, tanto quando arriverà scapperò
A che ora vai a letto di solito? mezzanotte...se mi va bene!

Quanto ti ami/odi? direi che mi amo molto e mi odio molto
Cosa piace di te alle donne? Alle donne non lo so...agli uomini il mio c....uore!
Una follia fatta per amore? La farò presto...
La soddisfazione maggiore? Raggiungere gli obiettivi che mi sono prefissata
L'ultimo regalo che ti sei fatto? vestiti
Tre cose che non mancano mai nel tuo guardaroba? jeans, scarpe, giacche
Come dormi? posizione fetale
Un piatto che ti piace? Pizza!!!...MA QUELLA NAPOLETANA!
Sotto quale forma vorresti rinascere?
Libera e feliceee...come una farfalla!

Qual'è la parte più delicata del tuo corpo? la pelle
I tuoi piaceri preferiti?
mangiare e stare col mio fidan
Dì una cosa che ti manca ora? I SOLDI (quegli sconosciuti...)
Come sono finiti i tuoi sogni d'infanzia?
beh, mi rivedo in cenerentola, solo che a me la storia è andata al contrario ed ho scoperto che il principe azzurro non arriva su un cavallo bianco...anzi...NON ARRIVA PROPRIO!!!
Il tuo migliore amico? Ho tanti migliori amici (così nn si dispiace nessuno)
Dì una cosa che ti contraddistingue dagli altri:che sono "sfiziosa"
La tua carriera sentimentale in 3 aggettivi: Lunga,triste e faticosa
Cosa fare entro il 2008? almeno organizzarmi il capodanno
Cosa ti fa alzare dal letto?
me lo sto ancora chiedendo...

Trilly El President

La decrescita felice

La decrescita è elogio dell’ozio, della lentezza e della durata; rispetto del passato; consapevolezza che non c’è progresso senza conservazione; indifferenza alle mode e all’effimero; attingere al sapere della tradizione; non identificare il nuovo col meglio, il vecchio col sorpassato, il progresso con una sequenza di cesure, la conservazione con la chiusura mentale; non chiamare consumatori gli acquirenti, perché lo scopo dell’acquistare non è il consumo ma l’uso; distinguere la qualità dalla quantità; desiderare la gioia e non il divertimento; valorizzare la dimensione spirituale e affettiva; collaborare invece di competere; sostituire il fare finalizzato a fare sempre di più con un fare bene finalizzato alla contemplazione. La decrescita è la possibilità di realizzare un nuovo Rinascimento, che liberi le persone dal ruolo di strumenti della crescita economica e ri-collochi l’economia nel suo ruolo di gestione della casa comune a tutte le specie viventi in modo che tutti i suoi inquilini possano viverci al meglio.

OCEANO MARE...

...venivano dai più lontani estremi della vita, questo è stupefacente,
da pensare che mai si sarebbero sfiorati, se non attraversando da capo a piedi l'universo,
e invece neanche si erano dovuti cercare, questo è incredibile,
e tutto il difficile era stato solo riconoscersi, riconoscersi, una cosa di un attimo,
il primo sguardo e già lo sapevano, questo è il meraviglioso
- questo continuerebbero a raccontare, per sempre, nelle terre di Carewall,
perché nessuno possa dimenticare che non si è mai lontani abbastanza per trovarsi,
mai - lontani abbastanza - per trovarsi - lo erano quei due, lontani più di chiunque altro...

OCEANO MARE...IL RITORNO

Uno si costruisce grandi storie, questo è il fatto, e può andare avanti anni a crederci, non importa quanto pazze sono, e inverosimili, se le porta addosso, e basta. Si è anche felici, di cose del genere. Felici. E potrebbero non finire mai. Poi, un giorno, succede che si rompe qualcosa, nel cuore del gran marchingegno fantastico, tac, senza nessuna ragione, si rompe d'improvviso e tu rimani lì, senza capire come mai tutta quella favolosa storia non ce l'hai più addosso, ma davanti, come fosse la follia di un altro, e quell'altro sei tu.

...A CHI NON CREDE PIU' NELL'AMORE...

Mi sono messa a immaginare come mi sarebbe piaciuto vivere quel momento.Mi sarebbe piaciuto essere piena di gioia, curiosa, felice. Vivere intensamente ogni istante, dissetarmi con l'acqua della vita. Avere di nuovo fiducia nei sogni.Essere capace di lottare per ciò che desideravo. Avere un uomo che mi amava.Si, era davvero questa la donna che avrei voluto essere e che, all'improvviso, compariva e si trasformava in me.Ho sentito la mia anima inondata della luce di un Dio, o di una Dea, in cui non credevo più e ho percepito che, in quel momento, l'Altra abbandonava il mio corpo e si sedeva in un angolo della piccola camera.Io guardavo la donna che ero stata sino ad allora: era debole, ma fingeva di essere forte. Aveva paura di tutto, ma diceva a se stessa che non si trattava di paura, bensì della saggezza di chi conosce la realtà. Costruiva pareti intorno alle finestre da cui penetrava la gioia del sole, affinché i suoi mobili non si sbiadissero.Ho visto l'Altra seduta nell'angolo della camera, fragile, stanca, delusa. Controllava e schiavizzava quello che avrebbe dovuto essere sempre libero: i sentimenti. Tentava di giudicare l'amore futuro in base alla sofferenza passata. L'amore è sempre nuovo.Non importa che amiamo una, due, dieci volte nella vita: ci troviamo sempre davanti a una situazione che non conosciamo.L'amore può condurci all'inferno o al paradiso, comunque ci porta sempre in qualche luogo.È necessario accettarlo, perché esso è ciò che alimenta la nostra esistenza.Se non lo accettiamo, moriremo di fame pur vedendo i rami dell'albero della vita carichi di frutti: non avremo il coraggio di tendere la mano e di coglierli.È necessario cercare l'amore là dove si trova, anche se ciò potrebbe significare ore, giorni, settimane di delusione e tristezza.Perché, nel momento in cui partiamo in cerca dell'amore, anche l'amore muove per venirci incontro.
E ci salva.
  (P. Coelho)

SAGGEZZA ROMANA....

There's a devils haircut in my mind...

camorra sostenibile

 
Io mica lo so più che cos'è la camorra. E quello che si sa è essenzialmente la versione divulgata di quanto sta scritto nelle sentenze dei giudici. Mica i camorristi scrivono. Cioè: a volte lo fanno ma in genere è per chiudere con quella vita che prendono carta e penna. La camorra è una di quelle cose che impari fin da piccolo; e però, se provi a chiedere in giro cos'è, non ti rispondono. La comunità circostante ti insegna la camorra essenzialmente per accenni, cercando di spaventarti. Trasmette la notizia censurandola. Ti abitua a voltarti sall'altra parte, a far finta di non capire; e quando poi diventi grande, ti biasima se non denunci.

Comunque, quello che voglio dire, è che ho l'impressione che negli ultimi anni la camorra sia parecchio cambiata, nell'immaginario collettivo di chi la vive anche solo come inquinante atmosferico. Si è come spappolata, diffusa, confusa in un indistinto genere criminale dove c'è posto per professionisti e dilettanti, militanti e cani sciolti, senza più la certezza di un discrimine tra regolari e abusivi, avveduti e balordi, originali e imitazioni.

 

Oggi per le strade scorrazza una criminalità indistinta, genericamente camorristica, che pratica una violenza assolutamente sperequata rispetto ai suoi obiettivi delinquenziali. E tu puoi venire sparato per una rapina da quattro soldi, o perchè hai reagito alla provocazione di un bulletto esaltato in cerca di rogne, o semplicemente perchè hai avuto il torto di guardare qualcuno in un modo che ha capito solo lui.
Al che uno si domanda: dov'è la camorra? perchè non interviene? Ha trasferito altrove i suoi interessi? Il territorio ha smesso di importarle? Dov'è che esercita adesso?

Se la camorra non può essere sconfitta, liberi almeno la cittadinanza dalla barbarie della criminalità disorganizzata. Non abbandoni le sue vittime. Che torni in trincea, rendendo praticabili le strade.
Vogliamo una camorra sostenibile.

DONA IL TUO 5 PER MILLE ALLA RICERCA CONTRO IL CANCRO

greatest thing u'll ever learn is just to love

 

...And there's no mountain too high no river too wild...

CLASS ACTION TELECOM

diffondi

lasciati guardare un pò più a fondo...

 

...NEL GRETO DELLA NOSTRA INTIMITA' A VOLTE LE PAROLE SI PROSCIUGANO...

IN THE WAITING LINE...

 

DO YOU BELIVE IN WHAT YOU FEEL?!

BUGIARDO!

Io vengo in pace non mento mai, non son capace non ce la fai, ho mille amici non voglio guai, tu sei tra questi ma non lo sai...BUGIARDO!

, , , , , , , , , , , , ,